lunedì 30 aprile 2012

La Ferrari vince (su Facebook)

Magari non riuscirà a conquistare il campionato del mondo di Formula 1, ma su Facebook la Ferrari ha raggiunto lo scorso 26 aprile 2012 un traguardo incredibile: quello degli 8 milioni di fans, annunciato nella pagina ufficiale del cavallino rampante sul social network in blu con un bellissimo video della Ferrari 458 Italia che disegna sulla pista di Fiorano la cifra raggiunta ed "accompagna" il seguente messaggio:

The passion for the Prancing Horse has reached great heights: we are now over 8 millions!
To thank each and every one of you, the 458 Italia is now the protagonist of a special video. Enjoy!
Se volete contribuire anche voi al successo della Ferrari sul social network di Mark Zuckerberg o più semplicemente volete dare uno sguardo agli album fotografici dedicati o restare aggiornati sugli eventi legati alla rossa di Maranello, effettuate la login al network e digitate facebook.com/ferrari nella barra degli indirizzi del vostro browser.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 26 aprile 2012

Auto Blu, Facebook e Twitter in rivolta

Il web insorge alla notizia di un bando di gara del Ministero dell'Economia per l'acquisto di 400 auto blu: la gara per fornire berline medie con motore non superiore ai 1.600cc di cilindrata alle pubbliche amministrazioni per una spesa massima di 10 milioni di euro proprio non è andata giù agli italiani, che in men che non si dica hanno passato parola, coinvolgendo migliaia di bacheche Faceboo e cinguettii su Twitter. I gruppi di denuncia aperti in queste ore, che all'unisono dicono al premier Monti ed al suo staff che devono solo vergognarsi per il loro operato, si riempiono di ora in ora del malcontento del popolo del web. Su Facebook in particolare segnaliamo i gruppi facebook.com/pages/600000-auto-blu-caro-amico-politico-puoi-andare-a-piedi/109800122396333, a quota 14.667 Mi Piace, e facebook.com/no.auto.blu, il quale chiede di tagliare le auto blu invece dei fondi destinati alla ricerca ed alla cultura (1.058 Like) o ancora facebook.com/pages/AUTO-BLU-portiamole-da-624330-a-40000-unità/131509393548194, che si batte per una drastica riduzione delle auto a disposizione di dirigenti e ministri. Su Twitter invece nella classifica degli hashtag più tweettati ancora non c'è un tag prescelto dagli utenti ma si può leggere di tutto e di più (in negativo, ovviamente) tra #GrazieMonti, #BastaCasta e soprattutto #SenzaVergogna.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

I vip scappano da Twitter

Il social network Twitter, microblog degli status da soli 140 caratteri, sembra non piacere molto ai vip italiani: dopo il clamoroso abbandono di Fiorello a cui ha fatto seguito il boom di hashtag #freeFiorello, è di poche ore fa la notizia che anche Rudy Zerbi, giudice della trasmissione di successo Italia's Got Talent nonchè di Amici 11, abbia abbandonato il network del cinguettio in modo definitivo. L'ultimo messaggio era un saluto rivolto agli oltre 220.000 followers nel quale diceva anche di essersi "divertito come un matto". Probabilmente il motivo della cancellazione da Twitter è nella moda dilagante di aprire profili anonimi con l'unico scopo di provocare: i cosiddetti "troll", nello specifico @odiorudyzerby, già diventato famoso su siti online e blog per i suoi commenti nei confronti del giudice di Canale 5 e sospeso da Twitter per violazione dei termini del servizio. Non navigano certamente in acque più calme nè Gerry Scotti (@gerry_scotti), più volte preso di mira da parte della comunità cinguettante ma che nonostante tutto tiene duro ed arriva a quota 422.028 followers, nè tantomeno Massimo Boldi (@massimoboldi), anche lui vittima di insulti a ruota libera che ha visto l'hashtag #BoldiCapra in vetta alla classifica delle parole più comuni in Italia qualche settimana fa. Abbandono invece per Max Novaresi, autore di Affari Tuoi e presentatore ad X-Factor, spaventato dalle minacce passate dal virtuale di Twitter al reale: a volte, per la sicurezza propria e di chi ci è vicino, sarebbe meglio spegnere del tutto l'interruttore dei social network... Come dargli torto?!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 24 aprile 2012

FB login dalla Cina, bucata la muraglia digitale

La muraglia digitale cinese sembra avere qualche falla: così alcuni utenti di Pechino sono riusciti in queste ore ad effettuare la login a Facebook senza ricorrere a tecniche di hacking, proxy esterni o VPN di massa. Al contrario, Twitter e YouTube restano off-limits per gli utenti residenti in Cina. Tutto fa pensare ad una sorta di prova generale per una progressiva apertura della Repubblica Popolare Cinese verso il social network di Mark Zuckerberg ed ai social media in generale. Ricordiamo che anche Anonymous, il gruppo hacker diffuso in tutto il mondo ed autore di azioni dimostrative eclatanti contro diversi siti istituzionali, aveva da tempo annunciato di voler mandare giù il blocco imposto dal governo cinese al web libero e permettendo a chiunque di fruire di tutti i servizi online e scambiarsi idee ed opinioni, inclusi gli accessi a Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook app per valutare la privacy degli utenti

Come valutare l'efficacia delle regole privacy impostate su Faceboo.com in modo da poter assegnare un valore oggettivo alle nostre impostazioni personali? Semplice, tramite l'applicazione Profile Watch: basta fare copia ed incolla su ProfileWatch dell'indirizzo del nostro account da controllare ed inserirlo nella voce "Facebook Profile URL". L'applicazione mostra quali tra le nostre informazioni sono pubblicamente visibili permettendo di valutare meglio se cambiare o meno le impostazioni di FB relative alla privacy: a prescindere dal risultato, che può essere un numero compreso tra zero, in rosso e corrispondente ad "Exposed", fino e dieci, in verde e corrispondente a "Safe", è indubbio che aumentare la visibilità del nostro profilo gioca a favore di quanti si iscrivono al network per cercare nuove amicizie, mettendo però in secondo piano i problemi relativi alla sicurezza personale. Al contrario, bloccare qualunque nostra informazione può renderci irrintracciabili agli occhi di eventuali malintenzionati, facendo al contempo crollare la nostra vita sul social network in blu. Come dicevano i latini: "In medio stat virtus", ossia bisogna ponderare bene vantaggi e svantaggi nell'una o nell'altra direzione secondo i nostri gusti personali, ed in ogni caso modificare le impostazioni di default di FB, di solito davvero blande in temi di privacy e sicurezza degli utenti. Per maggiori informazioni, provate l'app digitando l'indirizzo profilewatch.org e se volete fateci avere un feedback o vantarvi su Twitter dello score ottenuto.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 23 aprile 2012

25 Aprile Festa della Liberazione

25 Aprile 2012 in Italia sarà la Festa della Liberazione e su Facebook ci si prepara per organizzare eventi a tema. Il più polemico in assoluto, la manifestazione nazionale "Tutti a Roma", decisa e decisiva come riportato sulla pagina dell'evento, si prefigge di occupare ad oltranza la città di Roma a partire da Piazza di Montecitorio. L'occupazione, a quanto si legge sul social network Facebook, proseguirà finchè tutti i parlamentari non avranno presentato le dimissioni al popolo italiano, una sorta di Marcia su Roma per cambiare lo stato della politica italiana e tornare alla sovranità del popolo. La pagina dell'evento conclude con un augurio per un Buon 25 Aprile 2012... Che aggiungere, oltre ad evidenziare gli attuali 875 partecipanti ai quali si aggiungeranno pochi meno di 400 in forse? La pagina dell'evento 25 Aprile 2012 - Liberazione, Ci riprendiamo l'Italia è visibile dopo il solito login al social network in blu all'indirizzo facebook.com/events/176572832434965/ o visitando la pagina associata facebook.com/pages/25-APRILE-2012/201715909906206.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 20 aprile 2012

Rihanna su Facebook pagina ufficiale e album foto

Come ampliamente previsto, la pagina ufficiale di Rihanna su Facebook è stata presa d'assalto da fans vecchi e nuovi: poche ore dopo la pubblicazione di alcune sue foto scattate durante le vacanze alle Hawaii, c'è stato un vero e proprio boom di contatti per la 24enne cantante barbadiana (il cui vero nome è Robyn Rihanna Fenty) che ha raggiunto la ragguardevole cifra di 54.632.317 Mi Piace. L'album contenente quasi 200 foto, incluse le richiestissime in bikini bianco, risale a gennaio 2012 ed è stato visto e piaciuto da 109.000 utenti di Facebook, estasiati anche per la prossima uscita del video ufficiale "Where Have You Been" del quale, sempre sul social network in blu, sono presenti alcuni fermo-immagine e scatti durante la lavorazione, rigorosamente in bianco e nero. Se volete dare uno sguardo all'album fotografico di Rihanna o alla sua pagina ufficiale, effettuate la Facebook login e digitate rispettivamente facebook.com/media/set/?set=a.10150671452011676.382944.10092511675&type=1 o facebook.com/rihanna.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 18 aprile 2012

Facebook pulsante Ascolta - Listen

Introdotto in sordina sulle pagine ufficiali di artisti, band e cantanti, il pulsante di Facebook Ascolta, posto in alto a destra sulla Timeline vicino al Like, permette, con un click, di ascoltare canzoni e musiche direttamente all'interno del social network in blu. Così i fans potranno ascoltare direttamente sulle pagine degli stessi cantanti le loro creazioni. Una piccola nota relativa alla privacy: l'ascolto di un brano sulla pagina di un artista tramite la pressione del pulsante Ascolta provoca, nella Facebook Timeline dell'utente loggato, la pubblicazione in bacheca del relativo messaggio di ascolto ed è subordinato all'accettazione dei permessi di accesso tramite la solita finestra di popup. Al momento non sono tantissimi i cantanti e le band che usufruiscono di questa nuova feature di Facebook, ma tra gli altri segnaliamo senza dubbio la salentina Emma Marrone, che ha da poco superato la soglia del milione di Mi Piace sul social network in blu. Per poterla ascoltare, effettuate la login a FB quindi digitate facebook.com/emma.marrone e, se volete, diventatene fans anche voi. Al momento in cui scriviamo il contatore ha raggiunto quota 1.007.838 unità... Davvero notevole! Tra gli sviluppi della piattaforma sociale attesi a breve, la possibilità di leggere (tramite un pulsante Read, presumibilmente tradotto in Leggi) libri ed articoli sulle pagine fans, nonchè il pulsante Watch / Guarda, ovviamente riferito ai video.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 17 aprile 2012

Nuovo scaricamento dati da Facebook

News dal social network in blu: Facebook.com aggiorna, inserendo una quantità maggiore di dati personali, il tool che permette il download delle informazioni personali raccolte dalla stessa rete sociale. Un piccolo passo verso una maggiore trasparenza, subito dopo le accuse rivolte dai concorrenti proprio in vista dello sbarco di FB in borsa. Lo strumento che permette lo scaricamento dei dati personali, introdotto due anni fa da Facebook per tutti gli utenti iscritti e loggati, è accessibile dal menù dell'account e permette di vedere foto, commenti, messaggi di stato, richieste di amicizia inviate, richieste accettate, indirizzi IP per effettuare la login a Facebook e tutti gli alias usati dal momento dell'iscrizioni a quello della richiesta. L'annuncio, un pò in sordina, è stato dato sul blog ufficiale forse più per mettere un freno alle feroci polemiche innescate nientemeno che da Sergey Brin che per un reale interessamento dei vertici di Palo Alto al problema della privacy degli utenti, argomento gerarchicamente ininfluente per Mark Zuckerberg come più volte dimostrato. Come osservato da diverse parti, i dati messi a disposizione degli utenti registrati ed inclusi nel download sono pochi rispetto a quanto registrato costantemente delle attività degli stessi una volta loggati, così per un network veramente trasparente nel quale chiunque possa sapere con precisione cosa viene salvato sui immensi database della piattaforma ci vorrà davvero tanto tempo...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook e Apple minacciano il web

Sergey Brin, co-fondatore del colosso Google, non ci è andato leggero nei confronti delle aziende di Cupertino e di Palo Alto, ree di raccogliere dati degli utenti per lucrarci sopra creando software estremamente chiusi che nulla condividono sulla rete con la comunità internet. Inoltre stiamo progressivamente assistendo ad una censura globale della rete, che sta per essere suddivisa in tanti piccoli lotti isolati l'un l'altro e controllati dai governi e regimi dei paesi, terrorizzati dalla libera circolazione delle idee che i nuovi strumenti informatici mettono a disposizione delle masse. Google non sarebbe potuta nascere in un web così chiuso come lo conosciamo oggi, letteralmente dominato da Facebook che fa business sui dati degli utenti, e la dimostrazione sta nelle pubblicità mirate che appaiono navigando all'interno del social network in blu, dato che FB è solita condividere i dati ottenuti con altre aziende. Al contrario Google difende (o almeno cerca di difendere) in ogni modo la privacy dei propri utenti anche se le attuali leggi statunitensi limitano in qualche modo il suo credo. Sempre secondo Brin, Google non distribuirebbe mai, in qualunque caso ed ad ogni costo, i dati personali degli utenti ad aziende terze come fa Facebook, il quale al contrario non sembra curarsi troppo dei problemi inerenti la privacy dei suoi iscritti, anche se a forza di cause legali qualcosa sta cambiando. Magari gli investitori vogliono dormire sonni tranquilli proprio in vista del debutto di Facebook.com (FB) a Wall Street?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 16 aprile 2012

Facebook compra Microsoft Bing?

Facebook monopolizzerà l'intero web nel giro di pochi anni? Chi può dirlo... A Mark Zuckerberg però non dispiacerebbe affatto, e si adopera affinchè la sua piattaforma sociale inglobi quanti più servizi possibile: dopo l'acquisizione di Instagram, azienda leader nella condivisione online di foto ed immagini, avvenuta nei giorni scorsi, sembra proprio vicino l'accordo con Microsoft per il passaggio di Bing nelle file del network in blu. Da una parte Zuckerberg migliorerebbe sensibilmente l'esperienza dei suoi 900 milioni di utenti, che mensilmente effettuano, dopo la login a Facebook, dai 300 ai 400 milioni di ricerche nella barra superiore di navigazione. Dall'altra invece la società di Bill Gates riceverebbe una certa quota azionaria da Facebook proprio in vista del suo tanto annunciato sbarco in borsa, azioni che andranno ulteriormente a ruba visto l'interessamento del gigante Microsoft in prima linea e che faranno sfondare ampliamente il tetto dei 100 miliardi di dollari di valutazione complessiva del social network dei record.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 13 aprile 2012

Gruppi per le scuole: condivisione file e appunti su Facebook

Facebook torna alle origini e lancia il servizio Groups For Schools, con l'obiettivo nemmeno troppo celato di fare fuori in un sol colpo Google Docs e DropBox. "Gruppi per le scuole", così chiamato nella localizzazione italiana, permette agli studenti delle scuole ed università di scambiarsi appunti, documenti, presentazioni e file senza ricorrere a servizi esterni e restando connessi a Facebook: a parte l'impossibilità di fare l'upload di file in formato .exe (per evidenti problemi di sicurezza) o di musica Mp3 protetta dai diritti d'autore, nonchè la forte limitazione a soli 25 MByte di dimensione massima dei file condivisi, semplifica l'apertura di gruppi per riorganizzare gli studenti in classi e corsi. Facebook così amplia la propria offerta tornando alle origini, quando Zio Zuck, in vena particolarmente creativa, pose le basi per quello che è diventato il passatempo online di quasi un miliardo di persone in tutto il mondo. Per saperne di più riguardo Facebook Groups For Schools potete effettuare il consueto login al network quindi digitare facebook.com/about/groups/schools e lanciare una ricerca per il nome della vostra università, anche se molto probabilmente apparirà una popup informandovi che il gruppo richiesto sarà disponibile a breve e vi chiederà conferma per una eventuale notifica di apertura. Al momento funzionano solo quelli relativi agli istituti americani...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 11 aprile 2012

Facebook Timeline cos'è?

Forse a non tutti è piaciuto il debutto forzoso della Timeline di Facebook.com e molti si chiedono ancora cos'è questa benedetta Timeline, chiamata Diario in Italia. In questo post spieghiamo come funziona ed, in fondo, aggiungiamo una gallery di immagini e foto per arricchire la copertina superiore (la cosiddetta "cover") e dare un colpo di colore al vostro profilo personale. La Timeline di Facebook è stata presentata lo scorso anno in versione beta alla conferenza F8. Dopo lunghi test per verificarne sia la stabilità (la paura di far collassare l'intero network Facebook per aver cambiato l'interfaccia del profilo degli utenti non deve essere stata poca) che soprattutto il gradimento ha fatto si che chiunque potesse, da alcuni mesi a questa parte, richiedere di passare dal vecchio profilo al nuovo Diario/Timeline, che presenta l'intera vita sociale degli utenti raccogliendo ogni evento lungo una linea centrale che percorre a ritroso il tempo. Il problema, casomai, è che questa interfaccia utente riporta a galla contenuti, note, messaggi di stato e foto che potremmo aver dimenticato (o avremmo preferito nascondere dal nostro profilo pubblico). Così si è data la possibilità a tutti gli utenti di Facebook, per ogni storia ancorata alla Timeline, di renderla nascosta o cancellarla del tutto tramite un pulsante posto in alto sulla destra. Per il resto sono evidenti i benefici che l'ordine temporale imposto dallo scorrere del tempo "regala" alle pagine degli utenti. Le ultime ad aver ereditato da poche settimane il nuovo Diario sono proprio le pagine fan: inutile nasconderlo, le immagini di copertina così grandi catturano meglio l'attenzione dell'utente medio e spesso le aziende fanno a gara, così come gli utenti, per sfruttare le foto-cover più strane o divertenti per meglio attirare l'attenzione. Qui in basso alcune immagini per la Timeline trovate su Google Immagini ed utilizzabili da chiunque in pochi click.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Valentino Rossi video parodia dopo il Qatar (Hitler)

Su Facebook.com circola una geniale video parodia virale di Hitler quando scopre il disastroso risultato delle qualifiche MotoGP di Valentino Rossi nel primo gran premio della stagione tenutosi a Losail, Qatar: infuriato a dir poco, nonostante il lusinghiero risultato di Hayden e Barberà (che però non vendono una cippa, parole sue), perchè hanno concesso tutto al pilota di Tavullia, inclusa quella porcheria di giallo sul rosso Ducati. Volete sapere la soluzione per cercare di recuperare minimamente la situazione? Non vi resta che guardare il video riproposto qui sotto, gentilmente offerto da YouTube e riproposto su centinaia di bacheche del social network in blu...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 10 aprile 2012

Ducati - Rossi polemiche su Facebook e Twitter

Il campionato del mondo prototipi MotoGP non fa in tempo ad iniziare che già i fans di Valentino Rossi e della Ducati si scatenano: l'uno contro l'altro, visti i deludenti risultati del GP del Qatar, dove il pilota di Tavullia è riuscito a tenere la sua Desmosedici GP12 davanti solo alle nuove CRT, le moto con telaio da prototipo e motore di serie opportunamente elaborato. A scatenare le due fazioni, i pro ed i contro Rossi, sia l'anonima gara condotta dal #46 che le sue dichiarazioni ai microfoni di Mediaset nel dopogara: così su Facebook il commento che sembra andare per la maggiore è un semplice quanto diretto "Licenziate Valentino Rossi e riprendete Casey Stoner", anche se molti si schierano dalla parte del 9 volte campione del mondo e chiedono alla casa bolognese di mettergli a disposizione una moto competitiva e soprattutto comunicativa. Intanto sulla pagina ufficiale Ducati su Facebook tutto tace, a parte la nuova grafica Timeline che pone proprio la rossa #46 come foto del diario, così come su Twitter, dove l'account ufficiale Ducati Motor ha l'ultimo tweet risalente a pochi minuti prima della gara (good luck): un silenzio assordante, rotto dal malumore serpeggiante nei siti e blog di moto che non fanno altro che gettare benzina sul fuoco ed aizzare gli animi. Se volete lasciare un commento su Facebook (attenzione che la pagina viene continuamente censurata moderata), l'indirizzo da digitare dopo il solito login al network in blu è facebook.com/Ducati e vede ben 916.184 Mi Piace, mentre su Twitter potete seguire @DucatiMotor, al momento a quota 59.346 followers... Oppure scrivete in fondo a questo post cosa ne pensate del matrimonio motoristico del secolo Rossi-Ducati.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 8 aprile 2012

Buona Pasqua 2012


Buona Pasqua a tutti i lettori del blog, ci aggiorniamo dopo il ponte con altre news sul mondo dei social network e di Facebook in particolare! Se siete alla ricerca di Immagini a tema pasquale per la Timeline, date uno sguardo a questo post, mentre per gli sfondi di Pasqua per Pc desktop o notebook, date uno sguardo alla gallery completa in questo post.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 6 aprile 2012

Antonella Elia pagina Facebook

Una vittoria meritata quella di Antonella Elia all'Isola dei Famosi 2012: dopo una lunga ed estenuante diretta fatta di prove fisiche, televoti ed eliminazioni a senso unico, che ha visto fronteggiarsi la Elia, Manuel Casella, Max Bertolani, Aida Yespica ed Andrea Lehotska, si era capito già da inizio trasmissione quale sarebbe stato l'epilogo finale. Antonella Elia vince così senza troppe sorprese il reality di RaiDue, relegando Casella al secondo gradino del podio e la Lehotska al terzo (nonostante sia risultata, in fin dei conti, la più antipatica del gruppo dei finalisti). Su Facebook, la pagina ufficiale facebook.com/antonellaeliapaginaufficiale conta circa 1000 likers mentre la facebook.com/pages/Antonella-Elia/243511593304 arriva a superare quota 5.100 Mi Piace. Entrambe si complimentano per l'esito dei televoti di ieri e fanno gli auguri per come si è evoluta la permanenza di Antonella Elia sull'Isola 2012, anche se non mancano forti critiche e toni talmente accesi da non essere riportabili su questo blog. Tutti però sembrano andare d'accordo su un tema: la televisione pubblica non può ammorbare chi paga il canone Rai con trasmissioni di questo genere, è un'indecenza. Voi che ne pensate?
Per la cronaca, il sondaggio pubblicato in questi giorni ha dato i seguenti risultati: Antonella Elia è stata preferita dal 44% dei votanti, seguita da Aida Yespica al 42%, Manuel Casella al 13%, Max Bertolani (rispetto per tutti, paura di nessuno già tormentone anche su Facebook.com) all'11% e Andrea Lehotska con il 4% dei suffragi.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 4 aprile 2012

Facebook anni 90 video virale

Come sarebbe stato Facebook nel lontano 1990? Ce lo mostra questo video virale che circola da qualche ora su YouTube riscuotendo indubbi successi: bellissima l'interfaccia spigolosa di Windows 3.11 For Workgroups con lo sfondo "leaves.bmp" o l'ormai dimenticato Netscape 4.0 che, però, apriva le pagine prive di script e fogli di stile fantasiosi in pochi istanti. Facebook nel 90 sarebbe stato molto più semplice dal punto di vista dell'interfaccia, presentando solo una barra della ricerca stile Google, la possibilità di lasciare un messaggio di stato in bacheca tramite un pulsantone "Post", l'uso dei soli caratteri Bold e Italic (altro che Font personalizzati!) e l'immancabile foto in bianco e nero retinatissima come si usava allora. Ottima la riproposizione del social network degli anni che furono: se ancora non l'aveste apprezzato sulle bacheche dei vostri amici, ecco qui sotto il video di FB anni '90:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 3 aprile 2012

Men in Black 3 ufficiale su Facebook

E' il seguito di uno dei blockbuster più attesi degli ultimi tempi e vede ancora Will Smith e Tommy Lee Jones negli elegantissimi abiti neri dei MiB: stiamo parlando di Men in Black 3, atteso nelle sale il prossimo 25 Maggio 2012 sotto l'etichetta Warner Bros / Columbia Pictures che vedrà "J" Will Smith viaggiare nel tempo fino al lontano 1969 per salvare "K", già vecchio anche se solo 29enne. Su Facebook la pagina ufficiale dedicata a Men In Black 3 (MiB3) è raggiungibile dopo il consueto login al network digitando l'indirizzo facebook.com/meninblack nella barra del proprio browser. Al momento il contatore dei Mi Piace si ferma a quota 540.000 unità ma, data l'uscita dei nuovi trailer sia in inglese che doppiati in italiano, scommettiamo che raddoppieranno prima dell'uscita di MiB3 nelle sale cinematografiche. Se volete saperne di più, il sito ufficiale è semplicemente meninblack.com. Qui sotto il trailer, tratto ovviamente da YouTube:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

FB lento? C'è Fast Facebook!

Mentre dal social network in blu rilasciano versioni via via sempre più pesanti per i nostri "poveri" iPhone/iP*d ed Android aggiungendo feature come se piovesse, c'è chi si prodiga di rendere Facebook più leggero, veloce e reattivo: stiamo parlando di Fast Facebook, una applicazione Android sviluppata dal Team2Soft e disponibile sul Google Play Store (Android Market) ancora in versione beta ma perfettamente funzionante. Ovviamente non si tratta dell'App ufficiale Facebook, giunta ormai alla sua reincarnazione numero 4.1.1, ma permette lo stesso di aggiornare lo stato, fare commenti, esprimere le preferenze tramite i pulsanti di Like, gestire gli amici su FB e vederne i profili, gestire le foto, i video e leggere i messaggi privati nonchè effettuare ricerche sulla barra di Facebook e sfruttare la localizzazione GPS su Android. Per poter effettuare il download di Fast Facebook, basta digitare sulla barra degli indirizzi play.google.com/store/apps/details?id=app.fastfacebook.com. Mancano alcune feature, tra le quali una gestione della chat come sui Pc e Mac, ma per il resto non ha nulla da invidiare alla ufficiale di Zio Zuck.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 2 aprile 2012

Facebook include un simil-Google nell'interfaccia

Facebook.com sta sviluppando un proprio motore di ricerca interno per cercare di riordinare le troppe informazioni dei suoi 800 milioni di utenti: così, dopo anni di utilizzo di Microsoft Bing per le ricerche sul social network in blu, sembrerebbe aver creato un team di sviluppo interno, nel quale lavora l'ex dipendente Google Lars Rasmussen, per estrarre news, video, note ed aggiornamenti di stato nonchè link a siti esterni ordinati non col consueto PageRank ma grazie ai Like degli utenti che hanno, da qualche tempo, letteralmente invaso l'intero web. Una versione alpha, ossia in fase di sviluppo, dell'interfaccia di Facebook includente il motore di ricerca online è stata riconosciuta proprio sul Mac personale di Mark Zuckerberg (facebook.com/zuck), anche se dalla foto l'unica cosa che balza all'occhio è il motto "Stay Focused & Keep Shipping" impresso in stampatello rosso sopra la scrivania. In pratica il percorso inverso che si sta compiendo in quel di Mountain View, dove si è passati dalle ricerche online all'inclusione nel servizio delle feature sociali in pieno stile Facebook. I due giganti, inutile negarlo, si copiano le idee a vicenda spartendosi in parti uguali il traffico sul web: all'appello mancano le mappe, poco remunerative, e soprattutto la pubblicità contestuale, campo nel quale Google AdSense attualmente non teme confronti in quanto a tecnologia e risorse impiegate!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'