mercoledì 29 febbraio 2012

Facebook guai con Yahoo! ed Sms

Se pensate che la vita di "Zio Zuck", dopo la creazione del social network dei record, sia priva di preoccupazioni siete davvero fuori strada: in questi giorni una serie di problemi finanziario-legali sta seriamente mettendo i bastoni tra le ruote allo sbarco ed alla quotazione di Facebook in borsa. Da una parte Yahoo! avrebbe intenzione di denunciare i vertici del social network per tutta una serie di violazione di proprietà intellettuali e brevetti registrati, primi tra tutti gli algoritmi di advertising, la pubblicità contestuale che appare tra le news di Facebook e cerca di confondersi con le altre notizie che appaiono agli utenti, per passare poi alla tecnologia alla base del social network stesso, per finire allo scambio di messaggi tra gli utenti. Yahoo! da parte sua richiede il pagamento di laute licenze per lo sfruttamento di circa una ventina di brevetti sfruttati in modo abusivo dal network, così le due aziende potrebbero giungere ad un accordo che rimpinguerebbe le casse della società di Santa Clara ai danni di quella di Palo Alto. Tutto qui? Macchè. Pare infatti che siano venute fuori delle pratiche palesemente contro il rispetto della privacy degli utenti: il Sunday Times, il celebre giornale di proprietà del magnate Rupert Murdoch, accusa Faceboo di leggere gli SMS degli utenti che utilizzano l'applicazione ufficiale FB sui propri smartphone ed iPhone/iP*d. La smentita ufficiale di Palo Alto non si è fatta attendere, definendo le accuse "inesatte e fuorvianti", visto che la versione incriminata dell'app è ancora in fase di beta testing e quindi le "letture" sarebbero state effettuate solo ai fini di consolidamento dell'applicazione stessa che non sarebbe ancora disponibile al pubblico e, qualora venisse distribuita, sarebbe accompagnata da un nuovo contratto di licenza per permettere a Facebook l'uso dei dati personali degli utenti. Si, proprio quella serie infinita di clausole burocratiche che tutti accettano senza leggerne nemmeno il primo paragrafo :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 28 febbraio 2012

Meme e Troll Face sulla chat di Facebook

Le faccine Meme, o Troll Face, stanno avendo un successo clamoroso in tantissime pagine fan e gruppi di Facebook. Così, a richiesta, abbiamo raccolto l'elenco delle Meme che possono essere inserite nelle nostre chat Facebook con gli amici digitando un semplice codice numerico tra parentesi quadre: in pratica, invece di richiamare le nuove faccine Png/Jpeg del social network in blu, viene creata una immagine ed assegnato un ID univoco, quindi tramite le API di Facebook possono essere richiamate nella chat. Così è possibile anche creare faccine personalizzate e sfruttarle per rendere più colorata la nostra messaggistica su Facebook, un pò come accade con Msn Messenger. Questo l'elenco semi-completo delle faccine meme e troll face da inserire nella chat: per evitare di ricordarsi tutti i numeri, è preferibile aggiungere la pagina tra i preferiti o fare copia-incolla nel blocco note di Windows e tenere il file dei Meme & Troll sul desktop...

Se volete creare vignette meme, il sito segnalatoci da un lettore di questo blog è ragemaker.net e permette di scegliere tra centinaia di faccine suddivise in base alla loro espressione (neutrale, felice, scherzose, di vittoria, a sorpresa, tristi, troll, ffuuuuuu, ragazze, madagascar e molte altre), riposizionare e ruotarle per creare le classiche immagini che tanto piacciono sul social di Zio Zuck.

Ecco invece la lista di meme da utilizzare in chat:

  • Lol – [[168456309878025]]
  • Lol 2 – [[189637151067601]]
  • Feel Like a Sir – [[168040846586189]]
  • Fuuuus – [[145768898802324]]
  • You Fucking Kidding Me? – [[160723207280093]]
  • You No – [[106043532814443]]
  • Ok – [[100002752520227]]
  • Derp – [[224812970902314]]
  • Derpina – [[192644604154319]]
  • Forever Alone – [[ForeverAloneComics]]
  • Fuck Yeah – [[105387672833401]]
  • Omino dei cereali – [[170815706323196]]
  • Me Gusta – [[164413893600463]]
  • Mother of God – [[142670085793927]]
  • Nothing to do here – [[214457085240151]]
  • Poker Faces – [[129627277060203]]
  • YaoMing – [[149333368464171]]


Per gli innamorati, ecco come inserire una rosa rossa nella chat di Facebook:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 27 febbraio 2012

Milan Juventus sfottò sui social network

Lo scontro Milan - Juventus che doveva dare una svolta al campionato in ottica scudetto 2012 è terminato col risultato di 1 a 1, portando con se uno strascico polemico e tante recriminazioni soprattutto lato milanista. L'arbitro Tagliavento, mal consigliato dall'assistente Romagnoli, non convalida la rete del 2-0 del Milan, così la tensione a fine partita esplode e le successive interviste rilasciate dai protagonisti del big match non fanno che aizzare le tifoserie. In particolare su Twitter e Facebook i commenti contro il ritorno della "Vecchia Signora" ai fasti dell'epoca Moggi con i dovuti favoritismi arbitrali sono tra gli argomenti più gettonati, così come la condivisione della divertente foto del gol fantasma che ritrae la linea, non troppo regolamentare, della porta difesa da Buffon durante il match Milan - Juve e riproposta nel riquadro qui a destra. Per chi volesse dare uno sguardo alle pagine ufficiali su Facebook di Juve e Milan, basta effettuare la login al social network in blu e digitare rispettivamente facebook.com/ACMilan e facebook.com/Juventus, mentre sul social del cinguettio le pagine ufficiali sono twitter.com/JuventusFC e twitter.com/acmilan. Se poi volete diventare fans di Alex Del Piero (facebook.com/pages/Alessandro-Del-Piero/326971266226) o Giorgio Chiellini (facebook.com/GiorgioChielliniOfficial e twitter.com/chiellini), quelli tra parentesi sono i link aggiornati.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 24 febbraio 2012

Pulsante "Do Not Track" sui browser, Obama accelera

Barack Obama da il via ad un piano per la protezione dei dati degli utenti del web, spingendo i colossi del settore (Google, Microsoft e Yahoo in particolare) a rispettare la "Bill Of Rights", lo statuto dei diritti dei cittadini americani, uno dei punti fondamentali della costituzione statunitense. In particolare, c'è la ferma volontà di inserire in tutti i browser un pulsante "Do Not Track" che consenta di non tracciare in alcun modo l'utente garantendogli anonimato e privacy ed evitando di raccogliere qualunque suo dato per le campagne di pubblicità mirata, i cosiddetti "ads". Come lo stesso Obama ha dichiarato, l'America non può più attendere per avere delle regole certe che assicurino il controllo dei dati personali di chi utilizza internet. La protezione della privacy degli utenti fa parte della campagna "We can't wait", che però, agli occhi di molti, può sembrare una semplice propaganda politica, anche se nasce con l'intento dichiarato di fare del web un vero e proprio traino per la crescita economica. Google, Microsoft e Yahoo hanno raccolto l'invito, così inizieremo a vedere il tanto atteso pulsante "Do Not Track" sulle prossime release dei browser: l'idea, suggerita da Mozilla, sembra essere stata bene accolta, anche se in modo decisamente tardivo... E Facebook che aspetta a darsi una svegliata in materia di privacy e protezione dei dati degli utenti?!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 23 febbraio 2012

Laura Maggi barista su Facebook

Sul web, inclusi i social network Facebook e Twitter, sembra non si parli d'altro: Laura Maggi, la barista di Le Cafè a Bagnolo Mella di Brescia, ha scatenato un vero e proprio polverone mediatico con l'idea di servire nel suo locale indossando abiti tutt'altro che castigati. Così le mogli dei numerosi clienti, tutti o quasi rigorosamente maschietti, le dichiarano guerra mentre i maritini fanno la fila per un cappuccino, un cornetto o un calendario fatto in casa... Perfino su Facebook, dove la bella barista può vantare un numero di Like superiore alle 2.350 unità. Peccato che anche la polizia locale abbia notato l'attività anomala dell'esercizio che causa traffico sostenuto, macchine in doppia fila e blocchi della circolazione nelle ore di punta, proprio in prossimità de Le Cafè, tanto da chiedere esplicitamente una gestione più oculata dell'attività per evitare tutto quel caos. Se volete lasciare un Mi Piace, o siete (stati) clienti di Laura Maggi, effettuate la consueta login al network in blu quindi digitate facebook.com/pages/Le-cafe-laura-maggi/163838820331243 nella barra degli indirizzi del vostro browser, oppure digitate facebook.com/groups/179447381729/ per il gruppo "Gli Amici di Maggi Laura", che nel frattempo ha raggiunto quota 5.000 iscrizioni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 22 febbraio 2012

Izaskun Fernandez su Facebook e Twitter

Oggi campeggia in prima pagina sul portale Libero.it la foto di Izaskun Fernandez, modella e futura commentatrice sportiva nota soprattutto in Spagna. Fotomodella ed appassionata di Basket, è una specie di mascotte per la Bizkaia Bilbao Basket, la squadra della sua città natale. Per quanto riguarda Facebook, Izaskun Fernandez non possiede nè un profilo ufficiale, nè pagine nè tantomeno gruppi a lei dedicati, ma si rifà ampliamente sull'altra sponda dei social network, Twitter in particolare. Il suo profilo cinguettante è aggiornato spesso con commenti ed analisi puntuali delle partite appena giocate, ed è raggiungibile dopo il solito login all'indirizzo twitter.com/IzaskunFdz (@izaskunfdz) può contare su 2387 followers.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 21 febbraio 2012

#TornateSuFacebook spopola su Twitter

Una specie di guerra psicologica tra gli utenti dei due social network più in voga del momento ha causato, qui in Italia, l'anomalo caso degli hash-tag #TornateSuFacebook in cima alle tendenze: su Twitter gli utenti commentano in modo negativo la poca socialità del network del cinguettio, che limita a soli 140 caratteri ed al post di foto e link le possibilità date agli iscritti, nulla se confrontato alle potenzialità offerte dallo stesso Facebook. Ed in particolare vengono criticate le assenze delle applicazioni e giochi tipo FarmVille, Mafia Wars o del recente Angry Birds uscito il giorno di San Valentino per il network in blu o tutte le funzioni extra che tanto rubano tempo ed attenzione mentre si naviga sul libro delle facce. Ma c'è anche chi, stanco di insegnare Twitter a chi si è appena iscritto, vorrebbe convincerlo a tornarsene su un social network a lui più familiare ed evitare di pregare per un retweet. Eppure, a ben vedere, in Italia la preferenza è per la rete di Mark Zuckerberg, mentre Twitter viene superato anche da Badoo, il sito di incontri per antonomasia. A livello europeo, invece, Facebook può contare sulla bellezza del 62% delle utenze ed un tempo medio di navigazione di poco inferiore ai 40 minuti, seguito da Twitter, inchiodato al 16% ed a 20 minuti... Valori eccezionali, se confrontati, ad esempio, col social network dei professionisti LinkedIn, 11% di utenze pari a circa 38 milioni di europei. Sembra quindi del tutto inutile questa battaglia iniziata dagli utenti di FB intenti a convincere i Twitter-maniaci con l'hash #TornateSuFacebook di tornare sui loro passi...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook violato, hacker condannato

La comunità online (e la stessa difesa del giovane hacker) avevano sostenuto a gran voce che Glenn Mangham aveva agito per il bene della sicurezza di tutti gli utenti di Facebook, ma il giudice non gli ha creduto condannandolo ad 8 mesi di reclusione. Glenn, studente 26enne inglese, era infatti riuscito a bucare 3 dei server del colosso Facebook nello scorso aprile 2011 sfruttando le credenziali, rubate, di un dipendente dello stesso social network in blu ed ottenendo dati riservati per accedere ai database del network. La prodezza dell'hacker è costata ai vertici dell'azienda qualcosa come 200.000 dollari per porre rimedio alle falle sulla sicurezza di Facebook trovate e sfruttate da Mangham, il quale ha ben pensato di copiare sul proprio hard disk tutto quanto era riuscito ad estrarre dai server. Lo Sherlock Holmes del nuovo millennio, appassionato di tecnologia, computer ed internet, ha così ricevuto una dura lezione per aver osato dimostrare l'inadeguatezza dei sistemi di sicurezza adottati dal social network dei record, rubando in modo intenzionale delle proprietà intellettuali appartenenti a Facebook: per lui una punizione esemplare, nonostante si definisca hacker-etico, ossia agisca a fin di bene!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 20 febbraio 2012

Tutti contro il Canone RAI

Il Canone Rai deve essere pagato, oltre che da chi possiede un apparecchio televisivo, anche da chi usa Pc, iPhone, BlackBerry, smartphone, sistemi di videosorveglianza (!) e qualunque altro device adattabile a ricevere il segnale televisivo. La legge, un Regio Decreto risalente al 1938, parla chiaro, così mamma-Rai si appresta a chiedere anche alle aziende e studi professionali che fanno uso di computer il pagamento della tassa che porterebbe nelle sue casse una cifra prossima al miliardo di euro. Pronta la risposta dell'ADUC, l'Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori: "In assenza di una determinazione in materia del Ministero dello Sviluppo Economico, tale richiesta della RAI è illegittima". Chi non paga è soggetto a sanzioni anche rilevanti e controlli da parte degli organi di vigilanza, anche se far pagare il Canone a professionisti che di certo non utilizzano il computer per guardare i programmi televisivi, e Rai in particolare, non sembra un'idea brillante, anche considerando il fatto che il Governo Monti spinge forte sull'informatizzazione dell'intero sistema e per avvicinare le pubbliche amministrazioni ad imprese e privati cittadini, i quali continuano a ricevere vere e proprie lettere minatorie dalla Radiotelevisione Italiana. Su Facebook e Twitter l'argomento tira parecchio, così non si contano più i gruppi e le pagine aperte contro l'indegno balzello: se effettuate la login al network in blu, basta cercare Canone Rai per ottenere 54 pagine e ben 130 gruppi che si scagliano apertamente contro la tassa. Sulla sponda opposta dei social network, il cinguettante Twitter, col tag #raimerda, definisce il Canone come la tassa più evasa in assoluto dagli italiani per tutta una serie di motivi ad iniziare dal palinsesto, dai compensi stellari di artisti ed ospiti incluso il Festival 2012, fino alla mancanza di obiettività nell'informazione... Per non parlare delle polemiche ogni qual volta vengono riproposti i politici italiani intenti a giocare coi loro iPad nuovi fiammante!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 17 febbraio 2012

Google corre, Facebook Apple e Microsoft sonnecchiano

Apple, Facebook e Microsoft tremano: Larry Page, nuovo CEO di Google.com da un anno a questa parte al posto di Eric Schmidt, è riuscito nel suo intento di dare uno scossone a tutta l'azienda. Il co-fondatore storico della società ha raccolto la sfida di rendere Mountain View punto di riferimento in velocità d'evoluzione e creatività, rinnovando in tutto YouTube per farne una vera e propria smart-tv, acquisendo la Motorola Mobility per rompere le uova nel paniere ad Apple iPhone/iP*d col suo gioiello Android e, dulcis in fundo, spingendo forte su Google Plus, che dopo il clamore iniziale ed il successivo crollo di iscrizioni, è giunto ad un numero di utenze pari a 90 milioni... Pochi? Macchè, considerato che il risultato è stato ottenuto in 5 mesi, mentre il concorrente Facebook ha conquistato tale soglia dopo circa 4 anni dal suo debutto sul web. E che dire della ricerca sul web, vero core-business di Google? I nuovi algoritmi di indicizzazione e (trust)ranking hanno fatto storcere il naso a fior di professionisti che hanno nel tempo fatto dell'ottimizzazione per i Search Engine il loro lavoro, limitando di fatto i trucchi per comparire più in alto negli elenchi di Google a tutto vantaggio della qualità finale delle pagine presentate agli utenti che interrogano il motore di ricerca. Senza dimenticare che BigG ottiene, dal 65% delle ricerche sul web, una mole di dati sulle preferenze degli utenti da far rabbrividire qualunque concorrente, tanto da essere sempre sotto esame per non violare le leggi sulla privacy e sulla concorrenza tra aziende. Per quanto riguarda la sfida Apple iOS contro Android, sembra che il sorpasso degli sviluppatori per il sistema operativo di Mountain View sia imminente, mentre lato browser non si può non segnalare il boom di Google Chrome ai danni di Microsoft Internet Explorer (e dello stesso Firefox): in particolare, IE è crollato nell'utilizzo dal 60% al 37% degli utenti, mentre Chrome si è conquistato il secondo gradino del podio con il 29% di utilizzatori, inclusi quelli mobili del recente debutto su Android, lasciando alla volpe di fuoco solo un quarto delle preferenze totali. La chiave del successo di Larry Page? Probabilmente il non farsi scrupoli nel prendere decisioni forti e, soprattutto, nel saper rischiare: non si diventa CEO Of The Year per caso!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 16 febbraio 2012

Timeline per Pagine Fan

Il team interno di Facebook sta lavorando per far debuttare la nuova interfaccia Timeline anche sulle pagine dei fan. Lo startup dovrebbe avvenire tra due settimane, con tutta probabilità il 29 febbraio 2012, e come al solito si estenderà a macchia di leopardo su tutte le versioni localizzate di Facebook. Con la nuova interfaccia grafica Timeline, cambierà in modo sostanziale il layout e la presentazione delle Fan Pages con l'obiettivo, mica tanto nascosto, di attirare nuovi investimenti sul social network in blu in occasione del debutto a Wall Street. Con lo scandire del tempo si potrà quindi dare risalto agli eventi ed avvenimenti ritenuti più importanti e che hanno caratterizzato l'evoluzione delle aziende dalla nascita fino ai nostri giorni. Probabile anche l'introduzione di pulsanti custom invece del solito Like: potremmo quindi leggere, oltre al classico Mi Piace, verbi stravaganti per esplicitare l'apprezzamento verso un personaggio famoso, un marchio o un'idea.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Festival 2012, lo spacco di Belen salva la baracca

Probabilmente passerà alla storia come il Festival di Sanremo più noioso e polemico in assoluto, Belen a parte: se nella serata di esordio sono stati i problemi di blackout per il sistema delle votazioni, per la "predica" di Adriano Celentano fuori luogo contro la Chiesa Cattolica, le testate Famiglia Cristiana e L'Avvenire e la relativa presentazione tutta morte, bombe e violenza, nonchè per l'assenza della modella Ivana Mrazova, colpita da un improvviso attacco di cervicale, quella di ieri è stata senza dubbio la più noiosa e scialba mai vista sugli schermi televisivi nazionali.

La notizia del giorno è però lo spacco vertiginoso sul vestito di Belen Rodriguez, che è riuscita a turbare i sonni degli italiani colti dall'amletico dubbio sulla presenza o meno di un indumento sottostante: belli persino i tatuaggi "in zona", sui quali la regia della Rai si è astutamente soffermata, magari per risollevare il morale della platea finito a terra per la scelta delle canzoni, per un Gianni Morandi che deve ancora entrare nella parte del conduttore (promosso inaspettatamente, al contrario, Rocco Papaleo) o per aver ripescato le due vallette dello scorso anno... Insomma, da più parti si critica questo Festival 2012 tanto che a leggere Twitter o lo stesso Facebook, sembra che l'unico argomento degno di nota sia proprio Belen Rodriguez, promossa almeno per aver saputo catturare l'attenzione dei media nonostante tutto.

Se volete far parte della numerosa schiera di fans della bella argentina, effettuate la consueta login al network in blu e visitate la pagina facebook.com/officialbelenrodriguez che al momento conta ben 1.681.000 consensi, a fronte dei poco meno di 35mila di Gianni Morandi (facebook.com/giannimorandiofficial) o dei 24.000 Like per Elisabetta Canalis (facebook.com/pages/Elisabetta-Canalis/108206349201688).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 15 febbraio 2012

Angry Birds finalmente su Facebook gratis

Finalmente gli uccelli arrabbiati approdano sul social network Facebook: con una mossa largamente preannunciata, ieri 14 febbraio 2012 in occasione di San Valentino la Rovio, società creatrice del videogame cult Angry Birds, ha fatto debuttare su Facebook il proprio gioiello con l'obiettivo, mica tanto nascosto, di farlo diventare il gioco più diffuso del pianeta. Per avere un'idea della portata e del successo dell'operazione, basta ricordare che Angry Birds ha collezionato la bellezza di 700 milioni di download/scaricamenti da iTunes per iPhone, iPod, iPad nelle loro varie declinazioni generazionali, per non parlare del recente debutto di Angry Birds anche sui Nokia, su Google+ e Playstation 3 (!!!). Con Facebook, si punta alto a raddoppiare le utenze visto il potenziale bacino di 900 milioni di utenti e di altrettanti login al social network in blu, così da rendere il videogame degli uccellini catapultati il più giocato in assoluto di sempre. Per la cronaca, la pagina ufficiale della Rovio sul network è visitabile dopo l'accesso all'indirizzo facebook.com/angrybirds e sulla sinistra riporta anche il link per l'applicazione ufficiale (apps.facebook.com/angrybirds), le foto, i commenti e l'incredibile contatore di Like a quota 15.500.000 fans.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

San Faustino festa dei single anche su Facebook

Il 15 di febbraio, esattamente dopo la festa degli innamorati, si celebra San Faustino, patrono di Brescia nonchè festa dei single: chi non ha accanto la propria anima gemella per scelta propria o a causa di forza maggiore, può nella giornata di oggi bearsi del suo status (vale al limite anche la "relazione complicata di Facebook") e festeggiare S. Faustino che, ricordiamo, venne decapitato proprio a Brescia il 15 febbraio del 120 dopo diverse torture, incluso un tentativo di rogo andato male. Su Facebook le pagine dedicate al Santo dei single sono principalmente tre, e nello specifico:

  • facebook.com/pages/San-Faustino/68294457393 che in bacheca ai 1774 iscritti si presenta con quanto segue: "Milioni di cuori innamorati vivono il 14 febbraio l'antichissima festa di San Valentino e rose, gioielli e cioccolatini diventano il simbolo commerciale di quel sentimento che battere i cuori fa. Ma ai cuori infranti o a chi per scelta (magari altrui) vive felicemente senza legami definiti o definitivi chi ci pensa? Ecco che in soccorso delle anime solitarie arriva San Faustino. In omaggio alla tradizione secondo la quale il santo regalava alle ragazze in età da marito e, persino alle attempate zitelle, l'opportunità di un incontro e la speranza di trovar moroso, è stata istituita e prevista, proprio nel giorno in cui sul calendario viene ricordato Faustino, la festa dei singles."
  • facebook.com/pages/San-Faustino-il-Santo-dei-Singles/54070795828 arriva a soli 489 Like, ovviamente incrementati con cadenza annuale in occasione del 15 febbraio. Tra le informazioni della pagina, si può leggere: "Tutti conoscono San Valentino la festa degli innamorati che si festeggia il 14 febbraio, ma non tutti sanno che per par condicio è stata istituita anche la festa dei Singles!!! E' San Faustino e si festeggia il giorno 15 dello stesso mese!"
  • facebook.com/pages/San-Faustino-festa-dei-single/484045325211 invece si ferma a 308 iscritti, e recita: "ANTI SAN VALENTINO PER I SINGLE! SAN FAUSTINO festeggiamo insieme?? tutti i single del mondo presenti diventate fun! invitate tutti i vostri amici single e condividete il gruppo!"
Se poi non volete rimanere soli soletti in occasione delle future festività dedicate agli innamorati, potete cercare l'anima gemella online su Facebook stesso o su uno dei tanti social network che imperversano tra le autostrade del web 2.0: consigliamo fortemente Lovepedia.net, che offre un servizio 100% gratuito, o Badoo.com, parzialmente gratis ed estremamente diffuso in Italia, tanto da eclissare il successo del social cinguettante...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 13 febbraio 2012

Foto San Valentino per Timeline

A grande richiesta, una terza gallery di foto per San Valentino da utilizzare come immagine di copertina per la vostra nuovissima Facebook Timeline... Visto che domani cade la festa degli innamorati, potrebbe essere l'occasione per passare al nuovo Diario FB e dare un colpo di colore in tema con la festività. La redazione del blog coglie l'occasione per fare gli auguri a tutti gli innamorati con una pioggia di cuoricini che porti tanta fortuna a chi passa di qui!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Creare mosaici foto di Facebook con Loupe e Frintr

Se siete digiuni di Photoshop e volete stupire il vostro amato/amata con un mosaico di foto per San Valentino, magari prese dal vostro account Facebook o Twitter, allora Loupe è l'applicazione che fa per voi. Basta digitare l'indirizzo getloupe.com e fare un click sul pulsante per la creazione di un nuovo mosaico, scegliere la forma adatta e la sorgente delle foto. Molto interessante l'inclusione sia degli account Facebook, Twitter, Instagram e Tumblr, per i quali è indispensabile concedere le autorizzazioni tramite il solito login in pagina, che della sorgente Bing, ossia l'equivalente di Google Immagini. In pratica possiamo decidere di cercare un termine (perfetto per un collage per la festa degli innamorati di domani), scegliere una forma adeguata, che sia un cuore, la scritta "I love You", un animale tra i tanti disponibili o un simbolo preso tra i tanti disponibili nella barra superiore di Loupe, quindi aspettare che in automatico l'applicazione crei il mosaico distribuendo le foto lungo i contorni prestabiliti et voilà... In pochi secondi la foto-mosaico personalizzata è pronta per essere pubblicata sul nostro profilo Facebook o linkata per farla vedere a parenti ed amici.
Come alternativa a Loupe per creare mosaici con le foto di Twitter search o Facebook c'è anche Frintr, il quale colora le foto-tessere per restituire un disegno finito più simile al template originale. Ad esempio, andando su frintr.com e scegliendo la ricerca sul network del cinguettio di tutti gli utenti che hanno tweet-ato Facebook, otterremo una foto a mosaico come nell'immagine riproposta qui a destra. Ovviamente è possibile ottenere il link alla stessa e/o pubblicarla sul proprio profilo sul social network in blu.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 10 febbraio 2012

Facebook, bolla o rischio calcolato?

Anche se si appresta a debuttare in borsa con una IPO milionaria, Facebook rappresenta un grosso punto di domanda sia per gli investitori che per gli utenti del web. Il numero di login è prossimo alla soglia del miliardo di persone, eppure investire nel colosso dei social network o semplicemente entrarne a far parte, come dipendente, comporta dei rischi altissimi: e questo per tutta una serie di potenziali problemi che andiamo ad elencare.

  • Primo tra tutti, la poca propensione degli utenti a seguire gli annunci pubblicitari presenti su Facebook: debutteranno a breve le storie sponsorizzate, che andranno ad inserirsi nella nostra amata Timeline in modo trasparente, e creando una certa confusione negli utenti. Ma, una volta capito "il trucco" e soprattutto la differenza tra un aggiornamento di stato di un nostro amico ed una pubblicità mirata dal network, chiunque se ne terrà bene alla larga, e di sicuro anche gli investitori.
  • Secondo, il numero di utenti che si stufa di navigare su Facebook e leggere gli aggiornamenti dei profili altrui è in netto aumento: non è da escludersi un crollo, entro pochi mesi/anni, del numero degli iscritti ed il conseguente silenzio mediatico... MySpace docet!
  • Le login a Facebook da smartphone e iP*d (m.facebook.com) sono in netto aumento ma gli introiti pubblicitari derivanti dalla navigazione su dispositivi mobili dipende anche dallo sviluppo delle reti e dalle capacità stessi dei device, cosa che non dipende in alcun modo da Facebook stesso e sulla quale i pur validi ingegneri di Palo Alto non potrebbero agire in alcun modo.
  • Visti i venti di censura che soffiano un pò ovunque nel mondo, e che portano a creare dei social network fotocopia di Facebook (vedi il recente caso di Millat Facebook) nonchè a concedere i dati personali di chiunque previa richiesta anche informale, possono porre un serio freno alle mire espansionistiche di Mark Zuckerberg e soci.
  • E' molto rischioso modificare l'interfaccia o estendere le funzionalità del social network dato che potrebbe comportare un allontanamento di buona parte degli utenti o non attrarrne di nuovi in quantità accettabili.
  • Le regole sulla privacy possono essere un boomerang sia per Facebook, costretta troppo spesso a pagare multe salate un pò in ogni stato occidentale, che per gli utenti: quanti sarebbero disposti ad accettare che i propri dati personali vengano sbandierati ai quattro angoli del web e/o utilizzati per fini commerciali?
  • Nel caso Facebook si espanda anche nei paesi dell'est, incluse ovviamente Cina e India, quali sarebbero i costi per mantenere una struttura di server capace di gestire il triplo dei dati attualmente in carico? E quanto personale tecnico specializzato occorrerebbe per manutenere un così vasto parco macchine, per raffreddare i datacenter (eh già!) e soprattutto difendere la piattaforma dai continui attacchi hacker?

Se a tutto ciò aggiungiamo la presenza di un colosso come Google che di sicuro non starà alla finestra a guardare Zio Zuck fare manbassa del traffico sul web 2.0, ci possiamo rendere conto come investire su Facebook a lunga scadenza sia tuttaltro che consigliabile: immaginate per un attimo cosa potrebbe accadere se i milioni di utenti che passano tramite google.com per effettuare la login a Facebook vengano per qualche giorno dirottati su siti o blog come il nostro che nulla hanno a che fare con il social network in blu? Una catastrofe!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 9 febbraio 2012

Facebook link pagine e blog ufficiali

Viste le numerose richieste arrivate in redazione riguardanti l'indirizzo della pagina e del blog ufficiale di Facebook sul network in blu, pubblichiamo una volta per tutte i link per raggiungerli:

  • facebook.com/facebook è la pagina ufficiale che può contare su 61.114.582, un numero spaventoso se paragonato alle poche centinaia di migliaia delle analoghe dedicate a marchi famosi o personaggi "vip". Da notare l'ultima pubblicazione riguardante l'ottavo compleanno del network lo scorso 4 febbraio nel quale la società ringrazia tutti per questi incredibili anni e promette continuerà ad assicurare un servizio che renda facili le connessioni tra le persone di tutto il mondo, con un occhio di riguardo alle esigenze delle stesse.

  • blog.facebook.com è l'indirizzo del blog nel quale vengono spiegate di volta in volta le nuove funzionalità introdotte sulla piattaforma: in particolare destano interesse la Timeline, ormai sbarcata su tutte le versioni localizzate del social network in blu, e le versioni mobili della stessa, più adatte all'utilizzo su smartphone ed iP*d.

  • Segnaliamo facebook.com/help/, la pagina principale contenente tutte le risposte ai problemi più frequenti con gli account, inclusi i problemi di login, password dimenticata, impossibilità di accedere e sicurezza/bug sul network.

  • Esiste inoltre la pagina dei trucchi e suggerimenti per un migliore utilizzo di Facebook, raggiungibile dopo la login all'indirizzo facebook.com/security e che piace, al momento, ad oltre 5 milioni di internauti.

  • Per gli sviluppatori che volessero integrare o sviluppare le feature più interessanti di FB basandosi sulle sue API, è stato aperto un blog apposito raggiungibile all'indirizzo developers.facebook.com/blog/.

  • Infine segnaliamo la guida per le soluzioni ed il business sul network (Facebook Marketing Solutions) all'indirizzo facebook.com/marketing che condivide news rilevanti per aiutare a collegare le aziende ai potenziali clienti sul social network.

Per altri link utili per contattare FB e risolvere problemi di vario genere, potete leggere questo post (click!).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 8 febbraio 2012

Facebook nuove foto, cambia interfaccia...

Come preannunciato da un upgrade a macchia di leopardo nei giorni scorsi, Facebook ha fatto debuttare la nuova interfaccia per le foto degli utenti. In pratica, cambia in modo sostanziale il visualizzatore delle immagini che mette maggiormente in risalto la foto, ora più grande (fino a 960 pixel) rispetto al passato e posta a centro pagina allineata sulla sinistra, relegando al contempo le informazioni, i commenti ed i vari link ad essa associati in una lunga colonna sulla destra dell'immagine stessa. La novità, ispirata nel layout allo stile minimalista di Google+ e di altri social network concorrenti, sembra però un mezzo passo indietro almeno dal punto grafico, che poco ha a che fare con la nuova interfaccia Timeline, piuttosto "barocca" di informazioni, commenti e soprattutto pubblicità. Per inciso, è stato ricavato nel visualizzatore delle foto di Facebook lo spazio per gli annunci mirati agli utenti del network, così come una scroll-bar sulla destra che permette di mantenere l'immagine in primo piano e scorrere i commenti della nuova colonna. Per quanto riguarda la velocità, ci sono dei miglioramenti rispetto al vecchio layout: almeno da questo punto di vista, va dato merito agli ingegneri di Palo Alto per la reattività migliorata ai click degli utenti che non dispongono di una linea Adsl adeguata alle cresciute esigenze del nuovo web.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Sara Tommasi New Look su Facebook e Twitter

New Look le dedica la foto di copertina, e le vendite vanno alle stelle: è Sara Tommasi, la prezzemolina italiana a conquistare le prime pagine dei giornali e blog gossip, ovviamente acchittata come da tempo ci ha abituati, ossia con lo stretto indispensabile. L'effetto mediatico è assicurato, su Facebook le iscrizioni alla pagina semi-ufficiale dedicata alla trentenne ternana (scusate per lo scioglilingua) raggiungibile, dopo la login al network di Zio Zuck, all'indirizzo facebook.com/pages/Sara-Tommasi/35193659002, oltrepassano la soglia delle 50.000 unità... Senza contare i cloni e le nuove pagine e gruppi aperti. Tra tutte, spicca la divertente iniziativa per togliere a Sara Tommasi la laurea conseguita all'Università Bocconi (facebook.com/pages/Ritirate-la-laurea-Bocconi-a-Sara-Tommasi/175616969150100) o il fan club che gioisce delle nuove foto di New Look facebook.com/pages/Sara-Tommasi-Fan-Club/154990321223531. E che dire dell'account su Twitter gestito dalla soubrette in persona, che naviga a quota 5.000 followers sul social network del cinguettio nonostante NON sia affatto aggiornato: è raggiungibile, per tutti gli iscritti dopo la login, all'indirizzo twitter.com/saratommasi (e tweet-abile aggiungendo al proprio status con la chiocciolina @saratommasi come di consueto).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 7 febbraio 2012

San Valentino immagini Facebook Timeline

La settimana prossima sarà San Valentino: quale migliore occasione per aggiornare la propria Timeline di Facebook con una cover a tema? Basterà, una volta effettuato il login al social network, attivare il nuovo Diario/Timeline tramite il solito link facebook.com/about/timeline quindi scegliere una delle vostre immagini già caricate sui server di Palo Alto o, in alternativa, scaricare sul vostro Pc una di queste foto di San Valentino ed usarla su FB. Qui sotto una gallery dedicata alla festa degli innamorati del prossimo 14 febbraio... Altrimenti potete dare uno sguardo ai post precedenti con gli sfondi a tema "amore" pubblicati in questo post (sfondi e immagini per desktop) o in quest'altro (immagini di S. Valentino per blog).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Ipo Facebook, Zuckerberg chiede privacy

Come certamente saprete, Facebook.com si appresta a sbarcare in borsa con una IPO (Offerta Pubblica Iniziale) che oscillerebbe tra i 5 ed i 10 miliardi di dollari. Ma, finchè si parla di privacy sul social network, la posizione ufficiale di Zio Zuck è che il problema è "secondario" e gli utenti iscritti dovrebbero, in linea di principio, rendere pubblica qualunque informazione li riguardi. Al contrario, è lo stesso Zuckerberg a tirare le orecchie alle banche Morgan Stanley, Goldman Sach e JPMorgan Chase per invitarle a non rilasciare dichiarazioni ai media riguardanti dettagli e particolari aziendali della stessa Ipo. Così, con la velata minaccia di essere eliminate dall'offerta iniziale, è calato il gelo silenzio mediatico sullo sbarco di Facebook in borsa, visto che la posta in ballo è davvero alta e, a Wall Street, sono i dollari che dettano legge.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 6 febbraio 2012

Foto su Facebook? Finchè Zuckerberg non vi separi...

Sono passati anni dalla scoperta di un bug che impediva la reale cancellazione delle foto degli utenti dai server di Facebook, ed in particolare dal suo CDN (Content Delivery & Distribution Network), l'insieme di computer interconnessi ed adibiti al salvataggio dei dati utente: con la migrazione al nuovo sistema di gestione dei contenuti entro aprile 2012, anche se si conoscerà l'url di pubblicazione, dopo la cancellazione le foto non dovrebbero apparire più. Questa la promessa dei vertici dell'azienda, che però sembra non impiegare abbastanza tempo (e denaro) nella difesa della privacy dei suoi circa 900 milioni di iscritti, dato che il problema era noto già nel 2009 ed ampliamente segnalato. Così, se credete che una foto da voi caricata su Facebook ed eliminata successivamente sia davvero sparita dalla circolazione, dovete ricredervi: l'immagine resta in un limbo di dati accessibili a tempo indeterminato, basta in molti casi conoscere l'indirizzo di pubblicazione esatto per vederla a prescindere che compaia o meno nei vostri album di fotografie sul social network in blu. Da notare come, a differenza di Facebook.com, sia Google (Picasa e Plus) che Twitter eliminano praticamente in modo immediato le foto: a proposito, ci arrivano segnalazioni che una nuova interfaccia di visualizzazione delle foto su FB sia attiva a macchia di leopardo. Più semplificata rispetto alla precedente versione, sembra presa pari pari dal concorrente Google+, con la foto a dimensione massima ed una piccola colonna sul lato destro con commenti, tag ed i classici pulsanti per i Mi Piace.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 3 febbraio 2012

Facebook non funziona: foto e chat bloccati

Problemi nella serata di ieri 2 febbraio 2012 per il social network dei record: ci sono giunte numerose segnalazioni di errori in fase di caricamento foto su Facebook.com e video che si bloccano in continuazione. In pratica, una volta effettuato il login, fase nella quale tutto sembra filare liscio, Facebook non funziona come dovrebbe bloccandosi in continuo e con vari script che sembrano fallire inesorabilmente, inclusa l'utilizzatissima nuova chat con gli amici. Anche su Twitter si può leggere dei malfunzionamenti ed errori di Facebook, anche se non è il solito errore di DNS: si sospetta un attacco ai server da parte del gruppo hacker degli Anonymous, anche se non arrivano nè conferme nè smentite in merito. Resta il fatto che, nei giorni della presentazione dei documenti per il prossimo sbarco in borsa, Facebook si blocchi in continuazione...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'