venerdì 30 settembre 2011

Scarlett Johansson su Facebook: fan alle stelle

Se non vivete sulla Luna ed ogni tanto vi capita di navigare sul web, di sicuro non vi sarete persi la storia dell'hacker che, intrufolandosi nello smartphone della bellissima Johansson, ha poi provveduto a pubblicare alcuni suoi scatti rubati sul web creando non pochi disagi alla bionda attrice. Tant'è che la stessa FBI, l'agenzia investigativa federale americana, sta indagando per risalire al colpevole, proprio mentre il web si crogiola ammirando in tutta la sua interezza la bella Scarlett in quei tre autoscatti sexy. C'è però qualcuno che avanza più di qualche dubbio sulla storia dell'hacker: a guardare dall'impennata di consensi sui social network della Johansson dopo il fattaccio, ed in particolare del moltiplicarsi delle pagine su Facebook a lei dedicate, sembrerebbe un'abile strategia di marketing alla pari di quanto accaduto tempo fa col caso della finta Wendy, la bionda che avrebbe perso la macchina fotografica (rivelatasi poi una pubblicità virale mooolto azzeccata). Per chi volesse contribuire ad incrementare su Facebook il contatore dei Like, la pagina più clickata in assoluto è visitabile dopo il solito login al network in blu digitando l'indirizzo facebook.com/pages/-Scarlett-Johansson-/19777360534 e vede, al momento, quasi 200.000 preferenze, mentre facebook.com/pages/Scarlett-Johansson/120665844647962 ne può vantare quasi 12.000. Per gli amanti del cinguettante Twitter, potete invece visitare e seguire @The_Scarlett_Jo. La bionda Scarlett ha suo malgrado dato vita ad un vero e proprio fenomeno sul web, chiamato per l'appunto scarlett-johanssoning, che consiste nel fare l'upload di foto in tutto e per tutto simili a quanto trafugato dal cellulare della bionda attrice cambiando, però, il soggetto. A destra in alto un tipico autoscatto che vede un orsacchiotto farsi un autoscatto allo specchio... mentre più in basso la gallery di quanto sottratto alla Johansson inclusa la recentissima terza foto in attesa di ulteriori scatti.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 29 settembre 2011

Ti svegli in un ospedale psichiatrico, status virale su FB

Ecco un giochino divertente su FB al quale tutti possono partecipare: si apre il proprio profilo Facebook.com dopo, ovviamente, avere effettuato la login, e ci si segna i primi 6 amici della lista che appare a sinistra sotto il link al feed degli aggiornamenti. Quindi si crea uno status fatto in questo modo (sia benedetto l'inventore del copia-incolla):

TI SVEGLI IN UN OSPEDALE PSICHIATRICO...
Le prime 6 persone a sinistra nella pagina del tuo profilo sono le persone adatte!

1. Quello che ti ha reso folle: [PROFILO #1]
2. Quello che ti ha portato là: [PROFILO #2]
3. Il tuo dottore: [PROFILO #3]
4. Il matto nel corridoio: [PROFILO #4]
5. Il tuo compagno di stanza: [PROFILO #5]
6. Quello che ti aiuta a scappare: [PROFILO #6]


Tutto qua: l'effetto sorpresa sui contatti, che vengono nominati e taggati in modo automatico, è davvero esilarante e sfido chiunque a non provare con la propria lista di amici su Facebook magari aggiungendo accanto ad ognuno un commento ad-hoc ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 28 settembre 2011

Apple Multi-Touch non viene registrato come marchio

Il brutto vizio di registrare qualunque termine tecnico legato al proprio brand sta invadendo le grosse società dell'Information Technology: l'ultima a provarci è stata la casa di Cupertino, la Apple, che ha tentato di rendere marchio registrato il "Multi-Touch". Grazie al cielo l'ufficio brevetti statunitensi ha bocciato la richiesta in quanto il termine ha un significato troppo generico, ma Apple non demorde e rilancia in appello. L'idea di una società nella quale ogni citazione nell'ambito informatico debba essere costellata di copyright e relative royalties sembra cozzare decisamente con l'idea di libertà insita nel web: ricordate il clamore suscitato dal network in blu per le registrazioni di Facebook, nonchè di parole affini, ivi incluse Face, Book, Like, Fan e qualunque altro termine vi venga in mente parlando di social network? Sembra che le aziende dell'IT, invece che investire in prodotti di qualità e spingendo molto nella ricerca, abbiano bisogno di lucrare sui nomi commerciali che descrivono i loro prodotti, come se dietro ad un pezzo di hardware o a qualche linea di codice si nasconda chissà quale magia unica ed irripetibile.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 27 settembre 2011

Buon compleanno Google!

Stavolta il consueto logo-doodle celebrativo è dedicato a Google stessa che compie 13 anni: sembra passata un'eternità nel mondo del web da quando i due ragazzotti Larry Page e Sergey Brin scrissero un software per indicizzare, catalogare e cercare tutti i documenti online. Inizialmente chiamato BackRub, poi rinominato Google (un nome che richiama il gogol, numero enorme uguale ad 1 per 10 elevato alla 100esima potenza), ricevette finanziamenti per circa 100.000 dollari da Bechtolsheim, cofondatore dell'ormai Oracleiana Sun Microsystem. Il successo del software della Stanford University e del suo particolare algoritmo del Pagerank per ordinare i risultati in base alla rilevanza dei termini in base alle citazioni nelle altre pagine, è stato tanto incredibile quanto geniale, tant'è che oggi Google è sinonimo di motore di ricerca ed è, nonostante i molti tentativi di Zio Zuck, la pagina di apertura homepage dei browser di buona parte degli internauti nonchè il sito più visitato del web ed il secondo per quantità di traffico generato. Tanti auguri!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 26 settembre 2011

Luana Kisner, Facebook e Twitter e... Adriano!

Luana Pires Kisner, più conosciuta come Luana, è una modella ed istruttrice di educazione fisica 23enne che ha fatto la gavetta in tantissime emittenti televisive sudamericane: impossibile non notarne le curve, disegnate col compasso, ed ancora di più ora che sembra essere entrata nell'orbita di Adriano, "l'Imperatore" che ora gioca col Corinthians. Eh si, da un pò di tempo i due si frequentano e la bella Kisner sembra essere richiestissima nei media e cliccatissima sul web: la pagina ufficiale su Facebook, raggiungibile dopo il solito login al network di Zio Zuck fresco di modifiche all'interfaccia, all'indirizzo facebook.com/pages/Luana-Kisner/120398198032537, contiene, tra l'altro, una ventina di fotografie della prof-modella. Dall'altra sponda dell'oceano del web, il profilo sul social network del cinguettio è invece follow-abile all'indirizzo twitter.com/Lukisner o tramite tag con la chiocciola al consueto @Lukisner... Complimenti a Luana ed auguri per una pronta guarigione all'Imperatore Adriano, vittima di uno stop forzato di qualche mese per una brutta lesione al tendine d'Achille ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 23 settembre 2011

Caduta satellite UARS frammenti in Italia

I frammenti del satellite Nasa UARS possono impattare in Italia, e precisamente in una striscia ben definita che include il Piemonte, la Lombardia, Trentino e parte del Veneto. E' il capo stesso della protezione civile Franco Gabrielli a mettere tutti in guardia: anche se continuamente monitorato, i rischi, seppur minimi, esistono! Il satellite UARS (Upper Atmosphere Research Satellite), grande pressappoco come un autobus e pesante circa 5 tonnellate, potrebbe infatti non disintegrarsi del tutto prima di raggiungere il suolo, lasciando intatti alcuni detriti i quali, vista la velocità e la grandezza, potrebbero rivelarsi devastanti in caso di impatto con strutture costruite dall'uomo. L'ora dell'impatto sarà compresa presumibilmente tra venerdì pomeriggio e sabato mattina, e "sulla base degli ultimi dati forniti dall'ASI (Agenzia Spaziale Italiana) - aggiunge Gabrielli - la previsione di rientro sulla Terra è prevista alle 19:15 di venerdì 23 settembre 2011, con una finestra di incertezza che si apre alle ore 13:00 di domani e si chiude alle ore 05:00 di sabato 24 settembre". Intanto su Facebook, oltre ai gruppi catastrofisti che ultimamente vanno tanto di moda, a quelli che la prendono sul ridere e pubblicano in bacheca foto in stile Wile Coyote con tanto di ombrellino ed ai soliti burloni anti-Berlusconiani che vorrebbero il punto di impatto sulla Villa di Arcore, si è diffuso un certo grado di paura proprio a causa dell'imprevedibilità che può avere un evento del genere. Dalla Nasa assicurano che nelle prossime ore saranno diramate previsioni più precise riguardo il satellite UARS e le possibili zone di impatto dei suoi frammenti. Ecco un'altra mappa da fonte anonima trovata sul network Facebook.com che indica la possibile zona di impatto del satellite:


---

Aggiornamento del 28 settembre 2011: il satellite UARS è caduto senza fare troppi danni... a parte questa automobile semidistrutta. Ecco il video semi-ufficiale che fa vedere senza ombra di dubbio un satellite Nasa caduto su una auto ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 21 settembre 2011

Spot parodia George Clooney, video!

Una campagna mediatica che nasce per chiedere al gruppo industriale pubblicizzato da George Clooney un trattamento equo ai propri lavoratori e coltivatori. La Solidar va così all'attacco direttamente sui social network, Facebook e YouTube in particolare, con la parodia del celebre spot Nespresso che vede il bel George come testimonial: stavolta l'ex fidanzato della Canalis schiva il pianoforte che precipita, ma nulla può contro l'insegna del negozio che lo colpisce proprio li. Così una voce fuori campo: "Scusa George, ma i coltivatori delle piantagioni soffrono allo stesso modo". Clickatissimo su Facebook, dove rimbalza di bacheca in bacheca grazie ai numerosi Like, nonchè su YouTube.com, ve lo riproponiamo qui in basso... Buon divertimento!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Checco Zalone su Facebook

Dopo Vasco Rossi ed i suoi clip dedicati ai fans, che tanti polveroni alzano nei mass media per le posizioni del rocker Zocca spesso discutibili, anche Checco Zalone ha ben pensato di sfruttare il popolare social network in blu per invitare tutti a seguire il suo spettacolo. Dopo il consueto login, se digitate nella barra degli indirizzi facebook.com/CheccoZaloneOriginal, approdate nella pagina ufficiale di Checco Zalone - Luca Medici su FB il quale presenta il suo Resto Umile World Tour con tanto di video. Per chi se lo fosse perso, eccolo qui sotto riproposto.



Il comico ci scherza sù con i tantissimi fan, confessando di essere tesissimo, di odiare le prime visto che lui, Checco, parte dalla terza. Poi ci fa fare due risate riferendosi a Vasco Rossi e a Facebook: "In confronto a me lui è un regista", per poi invitare tutti al suo spettacolo, inclusi quelli che non verranno... Tanto è già pieno!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 20 settembre 2011

Miss Italia 2011 è Stefania Bivone, foto!

Finalmente è stata eletta: Miss Italia 2011 ha visto trionfare Stefania Bivone, già Miss Calabria. La bella 18enne nata a Reggio Calabria il 15-5-93 è stata incoronata in questa edizione del concorso di bellezza, tenutosi a Montecatini Terme, da Ines Sastre. Alta poco meno di 1.80m, occhi scuri, capelli castani, studia al liceo scientifico e vorrebbe laurearsi in Giurisprudenza anche se non nasconde la voglia di esordire nel mondo dello spettacolo come modella o come cantante. Stefania Bivone, come ogni Miss che si rispetti, ha preso parte al concorso quasi per gioco: poi, una volta sbaragliata la concorrenza ed ottenuta la fascia di Miss Calabria ed, in seguito, quella di Miss Wella, ha iniziato a crederci con più convinzione... Tant'è che ce la ritroviamo con una bella coroncina sulla testa, il titolo più blasonato stampato sulla fascia, una Peugeot ed un gioiello della Miluna (sponsor di Miss Italia) nonchè un premio in denaro di ben 100.000 euro. Peccato per Sarah Baderna e Mayra Pietrocola, medaglie di bronzo e d'argento al concorso di bellezza, mentre la romana Sara Izzo, la miss somigliante a Manuela Arcuri e che tanto ha riscosso successo qui in redazione al blog, vince il titolo di Miss Sorriso e Miss Fair Play.



Infine, ecco a grande richiesta il video dei momenti finali di Miss Italia 2011 con l'elezione senza lacrime di Stefania:



Ecco qui riassunte tutte le fasce assegnate durante la finale:

  • Miss Benessere Specchiasol a Valentina Vidal
  • Miss Cinema 2011 a Mara Dall'Armellina
  • Miss Curve d'Italia Elena Mirò a Valentina Cammarota
  • Miss Deborah a Dalila Pasquariello
  • Miss Eleganza Sielei a Maria Ludovica Perissinotto
  • Miss Italia Sport Diadora a Susanna Cicali
  • Miss Miluna a Alessia Cervelli
  • Miss Peugeot a Sophia Sergio
  • Miss Ragazza in Gambissime Luciano Barachini a Michela Albiani
  • Miss Rocchetta Bellezza a Ilaria Rocchetti
  • Miss Simpatia Esselunga a Eleonora Pierella
  • Miss Sorriso Castello di Monte Vibiano Vecchio a Sara Izzo
  • Miss Tecnologia Fidelity Point a Irene Cioni
  • Miss Tv Sorrisi e Canzoni ad Alessia Tedeschi
  • Miss Wella Professionals a Stefania Bivone.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 19 settembre 2011

Gmail numero di telefono obbligatorio: bufala!

Sembrava la fine dell'anonimato in rete (e del mondo): dalle pagine web del corriere e di molti blog si era diffusa la notizia (infondata) che per aprire un account Google su GMail dovesse essere obbligatorio fornire il proprio numero di telefono fisso o cellulare. Già con Facebook tantissimi utenti si erano "scomodati" nell'inventare dati falsi per evitare di fornire al gestore del network ed ai servizi terzi ad esso collegati tutti i propri dati personali. Se ora ci si mette anche Google a verificare la nostra identità tramite numero di telefono, è proprio la fine della privacy online! Macchè, la richiesta, per bocca della stessa società che ha sede a Mountain View, viene inoltrata nel caso si stia aprendo un indirizzo email sospetto o ad alto rischio spam, ed uno dei passaggi obbligatori richiede la verifica tramite sms o chiamata automatica della veridicità del numero fornito a Google. Quindi gli utenti possono dormire sonni tranquilli: per aprire un semplice nomecognome@gmail.com (ricordiamo che i "." sono ignorati in fase di login, quindi sarà possibile effettuarlo anche fornendo nome.cognome@gmail.com o n.o.m.e.c.o.g.n.o.m.e@googlemail.com) non è richiesta alcuna verifica tramite cellulare, anche se non si esclude, in futuro, di adottare la stessa strategia di Facebook, ossia del limitare le funzionalità o disturbare in continuazione quegli utenti i quali account non siano stati preventivamente verificati.
C'è da dire, purtroppo, che al momento l'algoritmo che classifica un account come "ad alto rischio spam" è leggermente prevenuto nei confronti dei mail server italiani: accade un pò troppo spesso, nonostante le rassicurazioni di Google, che richieda la verifica tramite sms o chiamata.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 16 settembre 2011

Henry Fonzie Winkler baronetto della regina

Rispetto e onore a Fonzie di Happy Days: Henry Winkler è diventato baronetto. L'attore della sitcom più celebre degli anni '70 e che negli ultimi anni si è dedicato anima e cuore ai bambini dislessici, ha ricevuto l'ambito Order of British Empire in una cerimonia all'ambasciata britannica di Washington tenutasi lo scorso mercoledì. Lo stesso Winkler è uscito allo scoperto sulla sua dislessia nel libro "Hank Zipzer: The Mostly True Confession of the World's Best Underachiever" nel quale narra, sotto forma di una fiaba, la sua sofferenza per la malattia. Lo stesso "Fonzie" ha dichiarato di averlo scritto per aiutare i genitori di bambini affetti da dislessia a studiare eventuali carenze dei propri figli descrivendo i suoi stati d'animo e le sue difficoltà oggettive nell'apprendimento e nella lettura. Se volete approfondire l'argomento, su Wikipedia c'è una pagina che spiega in modo semplice e preciso il disturbo che colpisce, tra gli altri, anche grandi stelle del cinema quali Tom Cruise, Ben Affleck, Liv Tyler, Whoopi Goldberg, Sylvester Stallone e lo stesso Henry Winkler. Lanciate quindi una ricerca su Google o digitate direttamente nella barra degli indirizzi del vostro browser it.wikipedia.org/wiki/Dislessia.
Se avete sotto mano Facebook, potete visitare la pagina facebook.com/pages/Henry-Winkler/111434050314 o l'italianissima facebook.com/pages/Henry-Winkler-è-Arthur-Fonzie-Fonzarelli/24593309418, che sfiora le 4.500 unità di Like. Infine il profilo personale di Henry Winkler facebook.com/henry.winkler1 sul quale non mettiamo la mano sul fuoco dell'effettiva autenticità.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 15 settembre 2011

Melissa Satta su Facebook

A Melissa Satta piace interagire con i suoi ammiratori su Facebook: lo dimostra tutta una serie di dichiarazioni a caldo rilasciate sulla pagina del fan club ufficiale sul network in blu nonchè un Daily Blog aggiornato di continuo con tante risposte ai navigatori del web. Una delle ultime riportava: "Che pizza tutto questo gossip! Nn mi lasciano in pace.... :( . Vogliono attribuirmi un fidanzato a tutti i costi...ma dopo una storia di 5 anni è giusto che passo un po di tempo da sola a divertirmi...Alla fine ho 25 anni...è giusto fare le mie esperienze...no?! Che ne pensate?! - Melissa -".

Insomma, stufa delle troppe attenzioni che la stampa gossip le rivolge, vorrebbe divertirsi un pò dopo il naufragio della sua storia durata ben 5 anni con Bobone Vieri, ma i giornali non le danno proprio tregua, attribuendole avventure con l'ex Marco Borriello, Matteo Ferrari, Leo Di Caprio, Iniesta e chi più ne ha più ne metta. Va bene "fare le sue esperienze", ma così rischia di passare per una poco di buono... O no? Se volete, potete lasciare un commento qui oppure sulla pagina ufficiale su Facebook, raggiungibile dopo avere effettuato l'ormai solita login al network, all'indirizzo facebook.com/MelissaSattaOfficial o, in alternativa, sul suo sito web melissasatta.com dal quale abbiamo prelevato anche questo video.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 13 settembre 2011

Oktoberfest 2011, date e pagine Facebook

Mancano solo 4 giorni all'inizio della festa della birra a Monaco di Baviera: l'Oktoberfest 2011 si terrà infatti dal 17 settembre, a partire dalle 12:00 con l'inaugurazione da parte del sindaco al quale è riservato l'onore di spillare il primo barile di birra, fino al 3 ottobre alle 23:30, mentre gli stand saranno aperti dalle 10 tutti i giorni, un'ora prima nei fine settimana. Attenzione però: chi pensasse di "dissetarsi" fine a tarda notte, avrà una mezza delusione visto che la birra viene servita solo fino alle 10 e mezza di sera. I martedi sono dedicati alla famiglia, con prezzi ridotti fino alle 18:00, mentre gli altri giorni è probabile il divieto per passeggini, carrozzine e simili nelle zone ad alta concentrazione (non alcolica) di persone.
L'appuntamento per l'Oktoberfest 2011 quindi è sabato 17 settembre 2011 alle 12:00, mentre l'edizione 2012 si svolgerà dal 22/09 al 7/10 sempre a Monaco di Baviera.
Per quanti fossero interessati alla parte online-sociale della festa della birra, c'è da dire che non esiste una vera e propria pagina ufficiale su Facebook. Potete comunque mettere un Like in una delle seguenti pagine presenti sul network in blu:

  • facebook.com/Oktoberfest.Muenchen che conta 89.000 fans
  • facebook.com/pages/OKTOBERFEST/46220938641 che può vantare 140.300 "Mi Piace"
  • facebook.com/wiesn che invece conta 177.000 amanti della birra tedesca ed ha associato il sito web oktoberfest-live.de nonchè un miniconcorso per scegliere la più bella ragazza dell'Oktoberfest online clickando su una delle foto delle partecipanti: che abbiano bevuto anche loro la mitica birra bohza che fa crescere il seno?!?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 12 settembre 2011

Francia esplosione centrale nucleare: panico anche su Facebook!

Un'esplosione nel sud della Francia che riguarda un forno di trattamento del materiale radiattivo presso il sito nucleare di Marcoule posto a 240 Km da Ventimiglia e 250 Km da Torino: le paure di buona parte degli italiani, che nel recente referendum hanno votato contro il nucleare, si sono materializzate tutte d'un colpo. Costruita nel 1956, la centrale di Marcoule è stata la prima centrale nucleare francese ed ha ormai alle spalle 55 anni di servizio nel distretto industriale gestito dal CEA e dalla AREVA, lo stesso nel quale furono costruiti reattori per uso militare/bellico. Su Facebook la notizia ha avuto un effetto virale simile a quanto accaduto nel dopo-tsunami giapponese: migliaia di bacheche con messaggi di preoccupazione, l'allarme probabilmente sarà smontato dalle autorità francesi ma, nell'attesa di chiarimenti che al momento giungono solo dai vigili del fuoco, i quali assicurano non ci siano stati rilasci di sostanze radiattive al di fuori del sito, nelle zone limitrofe (e soprattutto qui in Italia) si sta diffondendo il panico. Per il momento il bilancio è un morto, un ferito grave ed altri tre in migliori condizioni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Giochi su Facebook? The Sims Social vince!

Incredibile a dirsi, il caro buon vecchio FarmVille della pluripremiata ditta Zynga, autrice, tra l'altro, di tutta una serie di simulatori pseudo-social che tanto hanno avuto successo su Facebook, ha abdicato a favore di The Sims Social, l'ultima creazione targata Electronic Arts. Ideata undici anni fa da quel genio di Will Wright, The Sims è sbarcato su Pc Windows, Nintendo e Sony Playstation in varie declinazioni, raggiungendo in breve tempo il record come gioco più venduto della storia dei videogame. Poi venne Facebook... e tutto è cambiato? Macchè, non appena alla EA hanno potuto svilupparne una versione nativa per il social network in blu e l'hanno messa online, non ce n'è stata più per nessuno: allo stato attuale i giocatori che interagiscono con i loro alter-ego computerizzati sono 9 milioni e 300 mila, contro gli 8 milioni del pluripremiato FarmVille, che però detiene ancora il primato per il gioco più clickato di Facebook (CityVille sfiora i 14 milioni di players totali). Effettuate la login al network di Zio Zuck e fateci sapere se questa ennesima incarnazione di The Sims è di vostro gradimento ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 9 settembre 2011

Twitter boom, 100 milioni di utenti attivi mensili!

L'annuncio è giunto poche ore fa dallo stesso Dick Costolo, CEO del social network del cinguettio nonchè fondatore dell'ormai googleiana Feedburner: Twitter ha raggiunto la soglia dei 100 milioni di utenti attivi mensili e la sua crescita sembra non conoscere crisi. Il microblog, con la sua immediatezza e semplicità, si sta affermando anche fuori dagli Stati Uniti come la sola vera alternativa al blasonato Facebook, suo alter ego pieno di tutte quelle stranezze e complicazioni tipiche del web 2.0, a cominciare dal modello di privacy sino al regolamento lungo quanto una costituzione. Twitter invece punta tutto su velocità e facilità d'uso, e con i suoi 140 caratteri ha conquistato il web e, soprattutto, i vip: forse è questo il vero motivo del suo successo, il poter parlare, anzi, interagire con le stelle di Hollywood così come gli sportivi, i campioni del calcio e, perchè no, i nostri amati politici. La crescita delle iscrizioni in questi primi 8 mesi del 2011 è stata pari all'82%, un record che solo Google+ potrebbe far passare in secondo piano. Se volete dare uno sguardo a cosa tweettano vip del mondo dello spettacolo, calciatori e piloti di formula1, registratevi su www.twitter.com quindi potete digitare nella barra delle ricerche nome e cognome della persona che vi interessa... Oppure cercate il nostro account @facebookitalia e scegliete tra i nostri following chi vi interessa di più ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 8 settembre 2011

Miss Italia 2011 su Facebook è polemica

Se pensavate che l'edizione 2011 del noto concorso di bellezza potesse essere immune dalle critiche del web, siete sulla strada sbagliata: Miss Italia 2011 è, su Facebook, uno degli argomenti più criticati in assoluto. A partire dall'esclusione delle ragazze che hanno posato con pochi veli per servizi fotografici negli anni passati, leggansi Raffaella Modugno (Miss Curve d'Italia Elena Mirò), Tiziana Piergianni (Miss Liguria) ed Alice Bellotto (Miss Wella Veneto), per passare dall'eccessiva magrezza di alcune partecipanti, nello specifico Sara Teodoro, la 18enne Miss Puglia: e meno male che quest'anno volevano le taglie 44! Sul social network i commenti alla pagina ufficiale, raggiungibile all'indirizzo facebook.com/missitalia, di sicuro non ci vanno leggeri. Ma la patron-Mirigliani difende a spada tratta la severità del regolamento, dopotutto si sta eleggendo una Miss tra le 60 finaliste che deve presentare dei requisiti non comuni: vengono banditi perciò trucchi, siliconi, extension e ritocchini vari, ma soprattutto trascorsi fotografici in pose poco convenienti. Il 18 e 19 settembre su Rai Uno le finali in diretta dalle Terme di Montecatini, che hanno preso il posto della storica sede di Salsomaggiore per problemi di bilancio.
Per vedere tutte le foto delle finaliste a Miss Italia 2011, nonchè per le loro misure e curriculum vitae, segnaliamo il sito web ufficiale all'indirizzo missitalia.it con tanto di raccomandazioni per essere una vera Miss.
Per chi fosse interessato, su Wikipedia è presente una pagina ricca di informazioni molto puntuali riguardo il concorso di bellezza: l'indirizzo è it.wikipedia.org/wiki/Miss_Italia... E che vinca la più bella!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La Nasa pubblica nuove foto, complottisti ko? Macchè!

A 42 anni dalla passeggiata lunare di Armstrong e Aldrin, la Nasa pubblica sul proprio sito numerose immagini e spettacolari riprese dalla sonda LRO - Lunar Reconnaissance Orbiter, che è in orbita attorno al nostro satellite naturale da 2 anni circa. Il motivo è presto detto: si vogliono smontare, tra l'altro, le tesi dell'allunaggio-bluff del 1969, ossia il sospetto che sia stato tutta una montatura e, per giunta, ripresa in qualche studio cinematografico statunitense. Oggi perciò ci vengono mostrati i segni inequivocabili della missione Apollo-11, con tanto di foto dei moduli di atterraggio, dei sentieri percorsi dagli astronauti, dai rover LRV usati per spostarsi sul suolo lunare e dai LEM. Eppure, c'è chi continua imperterrito a sostenere l'impossibilità dello sbarco sulla Luna, sia per i costi che per la tecnologia disponibile 40 anni fà. Di tutta altra idea invece il ricercatore (ed ex dipendente e consulente della Nasa) Richard Hoagland: pare infatti che l'agenzia spaziale statunitense stia nascondendo al mondo la scoperta di vere e proprie rovine extraterrestri sul nostro satellite. Esisterebbero foto e video di antiche strutture non riconducibili ad attività umana sulla Luna e che sarebbero spiegabili solo con una civiltà ultratecnologica preesistente rispetto alla nostra e che si sarebbe estinta probabilmente per la fine dell'acqua, in realtà ancora presente in minime tracce. Al riguardo pubblica un libro, dal titolo "Dark Mission - La storia segreta della NASA", nel quale espone le proprie idee ed accusando l'ente spaziale ed i vertici militari Usa di nascondere da anni le clamorose scoperte per la salvaguardia del "quieto vivere", dato che l'umanità non sarebbe affatto pronta a fare i conti con una rivelazione tanto sconvolgente.
Per chi volesse dare uno sguardo su Facebook alla pagina della National Aeronautics and Space Administration - NASA, effettuate il login quindi digitate nella barra delle ricerche "Nasa" o direttamente l'indirizzo internet facebook.com/NASA. Ecco qui sotto alcune delle foto scattate dalla sonda LRO in un video, tratto da YouTube, che ha fatto in pochi giorni il giro del web tra complottisti, sospetti ed appassionati di astronomia.




Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 7 settembre 2011

Niente Facebook, siamo All Blacks

Twitter abolito, Facebook censurato: non si tratta dell'ultima manovra del nostro amato governo ma del regolamento imposto dalla federazione e dal CT agli All Blacks, la mitica squadra della Nuova Zelanda, in occasione dei mondiali di rugby. Il motivo è presto detto: sia Facebook che il social network cinguettante sono fonti di distrazione, così è meglio per tutti tenere spento il computer per mantenere alta la concentrazione e cercare, almeno al quinto tentativo, di portarsi a casa la Webb Ellis Cup. Solo 4 anni fà furono infatti sconfitti ai quarti di finale dai galletti francesi, peraltro padroni di casa, mentre nel 2003 i cugini australiani li fecero fuori in semifinale. L'unico successo per gli All Blacks risale al lontano 1987, quando i kiwi giocarono in casa nell'edizione inaugurale del mondiale di rugby, e l'ennesima sconfitta è uno spauracchio troppo grande per potersi permettere il lusso di qualche tweet o commento su Facebook. C'è da dire che, oltre alla tecnologia, anche il sesso "sarebbe" vietato, tant'è che un certo numero di fans della squadra neozelandese, per solidarietà ai giocatori, ha lanciato una campagna per l'astinenza sessuale durante la Webb Ellis Cup, attualmente in mano ai sudafricani, ma tale campagna non ha avuto un riscontro adeguato... ed immaginiamo il motivo eheheh ;)
Per tutti gli iscritti a Facebook, la pagina ufficiale della squadra neozelandese di rugby è raggiungibile all'indirizzo facebook.com/AllBlacks e conta, al momento, poco più di un milione di fans.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 6 settembre 2011

Gioco per donne su Facebook: lo status in 2 misure?!

Di tanto in tanto nelle bacheche femminili del network più pazzo del mondo appaiono messaggi di stato che lasciano perplessi i maschietti: stavolta campeggiavano 2 numeri, una misura in centimetri e l'altra in minuti. Lungi dall'essere un seppur indiretto richiamo a chissà quali misure sessuali, si è giocato invece a dichiarare la lunghezza dei propri piedi ed al numero di minuti che, mediamente, la donna in questione impiega per prepararsi la mattina. Il motivo stavolta era la sensibilizzazione alla lotta verso il cancro al seno, e si è cercato di invitare a partecipare ogni ragazza o donna iscritta al social network Facebook tramite email, passaparola, tam-tam e piccioni viaggiatori. L'iniziativa ha avuto un discreto successo, forse inferiore a quella più piccante dello scorso anno che riguardava il colore del reggiseno indossato e, soprattutto, dove si lascia la borsetta non appena si rientra a casa... Ricordate tutti quei "posti strani" che sembravano presi pari pari da un manuale di sesso selvaggio? Davvero un'iniziativa carina, anche se non ha raggiunto il grado di partecipazione del gioco dei peccati e delle multe.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 5 settembre 2011

E' nata Mia, Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti lo annunciano su Facebook

Fiocco rosa in casa Marcuzzi-Facchinetti: ieri sera poco prima delle 21.oo i genitori hanno annunciato su Facebook la nascita di Mia dalla pagina di Francesco Facchinetti. Immediatamente un fiume di complimenti e felicitazioni hanno riempito la bacheca, assieme ai "non sò" di papà Francesco: "Non so quanto è alta, non so quanto pesa, so solo che al momento niente è così grande. Amore, sei tutta Mia. Ps Alessia e' stata la mamma più brava del mondo. Pps In sala parto stavo collassando. Poi grazie a Dio, ho preso in braccio mia figlia e sono rinato. Sono papa', papa' Francesco!". Lasciate un messaggino anche voi: effettuate la login al social network quindi digitate nella barra degli indirizzi facebook.com/pages/Francesco-Facchinetti/37489974609.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 2 settembre 2011

Generatore automatico manovre finanziare, virale su Facebook

Una trovata divertente per provare a sdrammatizzare l'attuale involuzione politica italiana: su Facebook serpeggia in modo virale il link verso Metilparaben, un blog inconsueto che ha pubblicato da qualche ora il suo personalissimo Generatore automatico di Manovre Finanziarie ed è già successo! Che ne pensate di un prelievo straordinario sulla sudorazione ascellare, l'abolizione delle rotelle di liquirizia o il carcere per i pasticceri agnostici? Tutto questo, e molto di più, viene creato sul momento da un Javascript che combina in modo casuale un certo numero di termini preimpostati per un risultato davvero esilarante: basta poi un riaggiornamento della pagina tramite la solita combinazione F5, valida su tutti i browser, per creare una nuova manovra finanziaria! Su Facebook la trovata ha riscosso un indubbio successo, così in molte bacheche compaiono le varie manovre straordinarie che fanno il verso alle ipotesi strampalate del nostro governo. Ecco qui sotto qualche altro esempio generato dallo script di Metilparaben, fateci un salto (il blog è su piattaforma blogspot.com) e buon divertimento!



Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 1 settembre 2011

Kim Kardashian fan page foto e video

L'ereditiera più clickata del web è senza dubbio lei: non stiamo parlando della bionda eccentrica di casa Hilton ma di Kim Kardashian, un concentrato di curve al silico-botox che da alcuni giorni ha fatto registrare picchi di popolarità sul social network Facebook.Tant'è che alla pagina ufficiale della ragazza, raggiungibile e clickabile ad libitum dopo il consueto login a FB digitando l'indirizzo facebook.com/KimKardashian, il contatore è arrivato a quota 6 milioni e 250 mila fans, tutti (o almeno buona parte) alla ricerca di foto e video a pochi giorni dal matrimonio della modella, cantante, stilista, imprenditrice, prezzemolina tuttofare e tuttoapparire dello star system americano. Circola da tempo sul web un video mooolto privato che ritrae Kim Kardashian con l'ex fidanzato, il rapper Ray J, in atteggiamenti che nulla lasciano all'immaginazione. Proprio in questi giorni è giunta una maxi offerta per far sparire letteralmente dalla circolazione la pietra dello scandalo e si mormora che sia un regalo di matrimonio di Kris Humphries, il giocatore NBA sposato in California due settimane fa e che ha visto circa 450 invitati alla cerimonia, ivi incluse Eva Longoria, Avril Lavigne, Lindsay Lohan, le sorelle del tennis Venus e Serena Williams, Demi Lovato nonchè Mel B.

Per chi fosse interessato ad approfondire il fenomeno-Kim Kardashian, ecco la pagina sull'enciclopedia libera del web it.wikipedia.org/wiki/Kim_Kardashian. Sul social del cinguettio Twitter invece i followers sfiorano la soglia delle 10 milioni di unità, incredibile. Per contribuire anche voi o solamente per leggere cosa passa per la testa alla bella Kim, ecco l'indirizzo da digitare nel vostro fido browser: twitter.com/KimKardashian. A grande richiesta, pubblichiamo qui sotto due foto di come appariva Kim in abito da sposa.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Come lavorare per Facebook

Lavorare per una grande azienda dell'IT è un sogno che molti potrebbero realizzare, grazie ai nuovi sistemi di reclutamento che società come Google, Facebook o la stessa Mozilla hanno adottato. Pare infatti che finiscano nel loro libro paga molti hacker e pirati informatici che riescano a violarne i rispettivi software segnalando però i bug sfruttati in modo che possano essere corretti. Così accade che Facebook negli ultimi giorni abbia elargito una somma prossima ai 40.000 dollari ad un gruppo di hacker che è riuscita a scovare una serie di falle, anche critiche, nel social network più utilizzato della storia del web. Da Palo Alto stanno così cercando informatici di talento per arricchire la già folta schiera di ingegneri e specialisti di sicurezza: "Ci rendiamo conto che ci sono molti esperti con buone intenzioni nel mondo che non lavorano per Facebook e desideriamo premiare queste persone per il loro lavoro e incoraggiare altri a collaborare per trovare bachi nella sicurezza del nostro sistema". A dirla tutta, le tariffe elargite dal buon Mark Zuckerberg sono leggermente inferiori a quanto riconosciuto dalle parti di Mountain View, ma la complessità dello stesso Facebook rende più facile trovare buchi nel sistema rispetto alle "fortezze" create da Google, che, tra l'altro, raccoglie centinaia di segnalazioni ogni giorno anche tramite la voce "segnala un bug" in alto sulla destra nel menu con la nuova icona con la rotellina.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'