venerdì 31 dicembre 2010

Auguri di Buon Anno 2011


Il 2010 è ormai agli sgoccioli, noi della redazione di FB Italia cogliamo l'occasione, prima del brindisi con gli amici, di augurarvi per il Nuovo Anno tanta felicità, un mare d'amore e di bene, meno problemi e più soldi in tasca... Buon 2011 a tutti voi!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 27 dicembre 2010

Le meraviglie tecnologiche che ci hanno cambiato la vita

Fine anno, tempo di classifiche: dagli uomini più importanti (a proposito, tra Steve Jobs che ha riportato la Apple ai fasti degli anni '80 e Mark Zuckerberg che sta monopolizzando il web con la sua Facebook-mania, quale preferite?) ora si passa agli oggetti tecnologici che hanno cambiato il mondo negli ultimi 10 anni.
La IEEE Spectrum Magazine, un giornale specializzato dell'Istituto di Ingegneria Elettrico-Elettronica, ha stilato la classifica delle meraviglie tecnologiche suddette: clamoroso il primo posto, che vede gli smartphone dominare su tutti. Quanti di noi ne hanno uno in tasca? Sembravano nati per telefonare, ora fanno tutto tranne che telefonare... Un must per i patiti di elettronica e non solo.
Al secondo posto i social network, lungi dall'essere solo una moda momentanea, coinvolgono ragazzi e ragazze anche non più giovanissimi: Facebook, Twitter, Badoo e gli altri hanno catalizzato il nostro traffico web in modo inaspettato, non c'è che dire!
Skype, che è collassato il 22 dicembre, ed il VoIP hanno cambiato il modo di veicolare le nostre telefonate, non più tramite il classico doppino telefonico ma attraverso la rete internet: un cambiamento epocale. Poi vengono i LED, i diodi ad emissione di luce che di luce ne fanno tanta (in relazione all'assorbimento elettrico) e durano anni e anni senza il benchè minimo problema, vengono inseriti in ogni tipo elettrodomestico, televisore, computer, cellulare e chi più ne ha più ne metta! Le Cpu multicore, unità di elaborazione che hanno spostato la battaglia ai MegaHertz su tutto un altro piano: oggi è comune avere computer con 4 cpu in grado di macinare dati a velocità impensabili fino a pochi anni fa.
I droni, ossia gli aerei senza pilota umano, vengono regolarmente usati nelle missioni militari ma anche meteorologiche e spaziali. Prossimamente saranno utilizzati anche nel trasporto civile... Wow! Infine la fotografia digitale, con apparecchi in grado di cogliere miliardi di colori a definizioni ben oltre i 10 milioni di pixel: un passo in avanti incredibile rispetto alle vetuste 35 millimetri. Stessa sorte per i sistemi audio di classe D, ossia digitali: via il rumore nell'amplificazione, col risultato di un segnale pulito e di qualità infinitamente migliore di prima.
Chissà tra dieci anni cosa sarà scritto nelle classifiche, ho l'acquolina in bocca al solo pensiero di quali diavolerie tecnologiche ci aspettino!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 24 dicembre 2010

Foto di Natale divertenti (parte 4)...

Quest'anno ci stiamo facendo prendere un pò troppo dal clima natalizio perfino in redazione: lungi dall'andarcene tutti in vacanza magari a sciare sulla neve delle bellissime Alpi o in qualche posticino caldo al mare, c'è ancora qualcuno che pensa al blog FB Italia e soprattutto ai lettori in cerca di foto e cartoline per auguri divertenti di Natale. Ecco una quarta gallery di immagini pazze a tema natalizio (le altre le trovate scorrendo i post con i link più in basso nella pagina), buona visione e Buon Natale 2010 a tutti i Facebook-maniaci, ci vediamo dopo le feste!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 23 dicembre 2010

Auguri di Google con doodle animato

Anche da Mountain View arrivano gli auguri natalizi per gli utenti del web: da poche ore il consueto logo di Google con le lettere colorate è infatti stato sostituito da un nuovo doodle colorato costituito da tanti piccoli quadri animati che, clickati, ci mostrano nell'ordine, la cattedrale di S. Basilio a Mosca, l'Acropoli di Atene, un dolcissimo tronchetto di Natale, il monte Fuji, simbolo del Giappone, la Muraglia Cinese, il pierogi-piroghi, altro piatto tipico polacco, una danzatrice indiana, il grande deserto del Sahara, l'ud, lo strumento dalle tipiche sonorità arabe, un piccantissimo peperoncino, il Porto di Sydney, le gondole di Venezia, una vista del Nepal, un vigneto cileno, il Kanga (il tipico velo africano), una lampada hennè e infine il Babbo Natale sul tetto ci "canta" Up On The Housetop, una canzone tipica natalizia... Molto carino, a voi è piaciuto???

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Skype non funziona (o forse si)

Strana giornata quella di oggi per tutti gli utilizzatori del software di chat e videochiamate Skype: a momenti sembra funzionare, altri momenti non funziona e disconnette l'utente. Dal quartier generale della società dicono che gli ingegneri stanno lavorando per tirare su quanti più super-nodi possibile in modo da stabilizzare la situazione, eppure l'altalena tra collegamenti e disconnessioni non sembra vedere la fine. Alcuni utenti ci hanno segnalato che a loro funziona senza alcun problema, altri su Facebook affermano che è da ieri che tentano invano di collegarsi a Skype ma il login viene negato oppure il logo-seme resta grigio. A Milano e a Roma la situazione è variabile, perlopiù Skype non funziona affatto o la connessione dura pochi minuti... Le alternative, oltre alle chat di Facebook, Badoo e degli altri social network, resta il caro buon vecchio Msn Messenger, nell'attesa che davvero i tecnici ripristinino il funzionamento del servizio.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Skype non si connette e non funziona proprio!

Sembrava il servizio perfetto quello offerto dal gigante Skype: interfaccia client "leggera" e compatibile con i più diffusi sistemi operativi, software di videochiamata e chat gratis con ben più di un occhio di riguardo alla privacy degli utenti (è il mezzo di comunicazione preferito dei criminali in quanto difficile da decryptare ed intercettare). Ieri però è andato K.O., negando l'accesso a milioni di utenti. Le cause sono ancora da appurare, a quanto sembra c'è stato un semplice sovraccarico dei server centrali, dei super-nodi che permettono le chiamate vocali tra computer e che veicolano buona parte del traffico Skype mondiale. Dei 16 milioni di utenti, solo pochi fortunati hanno, a 14 ore dal collasso del funzionamento di Skype, un servizio a singhiozzo, mentre ad altri non si connette proprio. E c'è chi vocifera che gli accordi con Mark Zuckerberg per l'integrazione delle due piattaforme abbiano a che fare col tracollo del servizio... Quasi che i login a Facebook negati siano stati contagiosi ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 22 dicembre 2010

Twitter, il topo da laboratorio che cinguetta

Non ha nulla a che vedere con il social network Twitter a parte il nome ed una caratteristica che, se paragonata agli altri della sua specie, ne fà un pezzo unico o quasi... Twitter è un topolino da laboratorio, una cavia per intenderci, che è stato ottenuto incrociando cavie modificate geneticamente: la sua peculiarità è quella di cantare e cinguettare invece di squittire, quasi fosse un uccellino. Ecco il perchè del nome, scelto dagli stessi ricercatori dell'Università di Osaka (in Giappone) nell'ambito del progetto Evolved Mouse. La scoperta avvenuta per caso è stata fatta osservando cosa accadeva incrociando tra loro generazioni di topi geneticamente modificati. La cosa singolare, è che la caratteristica di Twitter è trasmissibile ai discendenti, cosicchè allo stato attuale esistono circa 100 roditori che cinguettano come uccellini: il sogno è quello di riuscire a far parlare agli animali un linguaggio del tutto simile a quello umano, una specie di Dottor Dolittle al contrario!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 21 dicembre 2010

Griddix, il social network casuale "quasi" gratis

Un social network diverso da Facebook nel quale gli iscritti sono messi in contatto tra loro in modo randomico tramite una griglia quadrata che ogni 2 mesi rimischia ogni casella-utente: ecco l'idea di Griddix - The Web Democracy (griddix.com), un aggregatore sociale totalmente casuale che vi inserisce al centro di una griglia di 9 caselle, della quale voi siete al centro, e potete contattare le 8 caselle circostanti (4 uomini e 4 donne). L'opportunità è quella di creare relazioni a livello mondiale, e per entrarne a far parte basta scegliere un nickname e poche altre informazioni (nazione, età, una descrizione di te stesso e dei tuoi interessi, nonchè email e password). Se poi caricate una foto, la possibilità di attaccar bottone con uno dei "vicini" cresce, ma se non vi stanno proprio bene, potete chiedere ad uno di loro di fare a cambio di cella per navigare in questo universo quadrato. Vista la casualità delle posizioni, è richiesta una età minima di 18 anni ma lo scambio di cella è (purtroppo) a pagamento: a parere nostro, rendere il tutto gratuito incentiverebbe e non di poco la diffusione del gioco che ha un'idea di fondo semplice ma innovativa. Visto che Facebook è gratis e tale rimarrà per sempre, ci si sarebbe aspettati un atteggiamento simile da parte dei gestori di Griddix... Peccato! :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La zampa di Facebook su Baidu...

Mister Facebook, al secolo Mark Zuckerberg, già eletto uomo dell'anno 2010 per il settimanale statunitense Time, è a spasso in Cina... Ufficialmente in vacanza con Priscilla Chan, sua storica ragazza (di origini orientali), in pratica unisce l'utile al dilettevole visitando il quartier generale di Baidu.com, il concorrente cinese di Google. Non si sà di cosa abbiano discusso i due CEO, ma a quanto pare l'idea che è balzata in testa a quella vecchia volpe di Zuckerberg è di un accordo commerciale con Baidu per portare Facebook in Cina e mettere le mani sui dati personali di oltre un miliardo e mezzo di persone: davvero niente male, anche se dovesse costargli una cifra spropositata, di sicuro ne sarebbe valsa la pena dato che arrivare per primi in Cina decreterebbe una crescita smisurata del social network in blu in tempi pressocchè istantanei, considerando che oggi il numero totale di account si aggira attorno ai 600 milioni di utenti... Fate le vostre dovute considerazioni!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 20 dicembre 2010

Crea la tua pazza giornata di Babbo Natale

In redazione è scoppiato già da un bel pò il Natale, ecco quindi l'ennesimo regalo per voi: una bella applicazioncina da Facebook Italia creata da Sony che vi permette di fare degli auguri pazzissimi collegandovi al network in blu ed inserendo le vostre foto per creare una cartolina di sicuro effetto. Con la videocamera Sony Bloggie, il Babbo Natale lo scegliete voi! Basta collegarsi a FB effettuando il login e digitando nella barra delle applicazioni l'indirizzo facebook.com/sonyitalia?v=app_10442206389, dare il consenso per l'accesso dell'applicazione ai vostri dati ed inventare tutte le combinazioni che volete, scegliendo il filmato che più vi aggrada e condividendo il risultato finale con i vostri amici sul network in blu. Fateci un giro, magari postandoci anche i vostri auguri più divertenti tra i commenti... Saranno di certo dei biglietti natalizi mooolto originali!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook, è Mark Zuckerberg uomo dell'anno per Time

Il Time, il settimanale americano pubblicato da quasi un secolo, l'ha eletto l'uomo dell'anno 2010 non senza sorprese: da giorni si vociferava di un possibile exploit del creatore di WikiLeaks, ma tra i due l'ha spuntata proprio Mark Zuckerberg anche chiamato Mister Facebook, il padrone-ideatore del social network che ha rivoluzionato il tempo passato online da milioni di internauti di tutto il mondo. Le stime parlano di oltre 600 milioni di login da ogni angolo della Terra e di un valore stimato prossimo ai 50 miliardi di dollari per un sito nato solo 6 anni fa ad Harvard. La iniziale semplicità di uso, unita alla novità per il tempo di iscriversi con nome e cognome e poter ricercare ex compagni di classe e vecchi amici in tutto il globo (a patto che fossero iscritti, sia ben inteso) ha decretato un successo senza uguali che, negli Stati Uniti, è riuscito ad eclissare persino Google, il principale artefice del web come lo conosciamo oggi. Eppure Facebook ha cambiato il modo di comunicare tra le persone: addio vecchie email, addio formalismi, era tempo di dare una velocizzata al tutto (Php e server sovraccarichi a parte). Ecco dove ha fatto centro il caro, si fa per dire visto che a tantissimi risulta antipatico, Mark Zuckerberg. Tanto da meritarsi il titolo di Uomo dell'Anno secondo il Time, e facendo passare in secondo piano tutti gli atteggiamenti poco corretti che il tipo in questione ha avuto pur di rendere la sua piattaforma la preferita del web 2.0, in barba alla privacy più blanda che si sia mai vista ed alle numerose cause intentate contro di lui da mezzo mondo... Machiavellico per certi versi, geniale per altri: l'importante, nel bene o nel male, è che se ne parli!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Foto e sfondi di Natale (parte 3) ragazze sexy!

Le prime due gallery di foto e immagini jpeg a tema natalizio, visibili qui (la 1° parte) e qui (la 2° parte), hanno avuto un discreto successo in visualizzazioni sia sul social network Facebook che su questo blog. Dulcis in fundo, vi proponiamo la terza galleria di sfondi per il Natale 2010, stavolta sexy (!!!), che rallegrerà senza ombra di dubbio il vostro triste desktop di Windows o del Mac, entrambi oramai stanchi delle solite colline erbose o variazioni sul tema astratto: sperando che anche questa raccolta sia di vostro gradimento come le precedenti, vi rinnoviamo gli auguri per un Felice Natale 2010!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 19 dicembre 2010

Google Body Browser

Da Mountain View non finiscono di stupirci: il nuovo progetto targato BigG, una vera chicca per gli amanti del web a scopo scientifico, si chiama Google Body Browser e permette di navigare il corpo umano esplorandone ogni dettaglio esterno e soprattutto interno. Un giro tra le vene del sistema circolatorio, oppure le ossa, come funziona ogni organo e molto altro ancora in una applicazione web (non c'è nulla da installare sul proprio computer, basta una connessione ad internet ed il supporto WebGL) per potercene andare a spasso manco si trattasse di Google Maps. Se avete figli o fratelli alle prese con le consuete ricerche di scienze, sapete dove andare a guardare: l'indirizzo per accedere al Body Browser è http://bodybrowser.googlelabs.com/ ma al momento supporta solamente Google Chrome beta e Firefox 4, in beta anche lui. Per i curiosi di tecnologia 3D applicata al web, segnaliamo un ottimo articolo su Wikipedia riguardante il layer WebGL per la visualizzazione di immagini tridimensionali sui browser a questo indirizzo: it.wikipedia.org/wiki/WebGL.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tag facciale per Facebook

Dopo l'introduzione da parte di Google di algoritmi per il riconoscimento facciale nel suo pluritecnologico motore Images (images.google.com), anche Facebook si adegua ed, una volta messo a posto qualche problema di gioventù, è finalmente disponibile il riconoscimento facciale per tutti gli utenti che effettuano il login al network dominatore incontrastato delle classifiche di traffico e gradimento del web 2.0. In particolare, la piattaforma ha ora la capacità di riconoscere i volti dei soggetti nelle foto e suggerire nome e cognome degli utenti ritratti per i tag in modo automatico. Il pericolo, ovviamente e manco a farlo apposta, è ancora una volta per la privacy degli utenti iscritti a Facebook: ma, visto che Mark Zuckerberg è lungimirante (e non potrebbe essere altrimenti vista la barca di dollari che porta a casa per ogni istante di vita del suo social network) ha ben pensato di poter disattivare la funzionalità... Almeno questo!
Buon weekend e, soprattutto, buon freddo a tutti voi ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 18 dicembre 2010

Diventare Babbo Natale e fare gli auguri in modo divertente

Ok, gli elfi di Natale vi sono piaciuti e neanche poco, ma alla redazione di Facebook Italia sono arrivate ben 2 email di altrettanti "ragazzini incontentabili" che chiedono come diventare Babbo Natale per fare gli auguri in modo divertente. Fortunatamente, c'è un sito che fa al caso nostro esterno a Facebook che ci permette di fare l'upload di una foto in formato JPG per trasformarne il protagonista in un Babbo Natale zompettante sulla neve con tanto di campanella natalizia, renna, Jingle Bells in background, nonchè di bigliettino di auguri personalizzabile. Se volete darci uno sguardo per farvi due risate, il sito si chiama Dancing Santa Card e qui potete trovare il nostro amato premier Berlusconi vestito di tutto punto www. dancingsantacard.com/?santa=144303.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 17 dicembre 2010

Facebook non funziona per anteprima prototipi!

Nella nottata un nuovo malfunzionamento di Facebook (server down per diversi minuti) è stato causato da una messa online di alcune funzionalità definite dagli stessi gestori del network come "prototipi" di future funzionalità. Nello specifico, chi avesse avuto la possibilità di effettuare il login a Facebook poche ore fa ha trovato un bel tasto per il Cambio account/Login sulle pagine, un layout diverso del profilo con tutte le schede organizzate come una liste di semplici link testuali appena sotto la foto dell'utente. Inoltre c'era un filtro per visualizzare o meno, al volo, gli aggiornamenti provenienti dai propri contatti ed, infine, un ordinatore istantaneo (Memories) delle proprie foto personali e dei propri messaggi di stato in base alla data di pubblicazione. Insomma, un'anteprima di ciò che sarà Facebook tra poche settimane, anche se l'errore è stato subito bloccato con una brutta scritta in nero su sfondo bianco: "For a brief period of time, some internal prototypes were made public to a number of people externally. As a result, we took the site down for a few minutes. It’s back up, and we apologise for the inconvenience". Visto che c'erano, potevano benissimo lasciarle... A quanti di voi hanno avuto la fortuna di provarle, che ne dite? Vi sono piaciute? Lasciateci un feedback grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Babbo Natale è su Facebook!

Cosa vorrebbero trovare sotto l'albero i 600 milioni di utenti di Facebook? Regali tecnologici? Telefonini? Melafonini? Oppure andiamo sul classico? Babbo Natale ha la sua bella gatta da pelare, meno male che su Facebook ne esistono a centinaia, sia di utenti che si spacciano per il panciuto omone dalla barba bianca, che pagine di fan in suo onore. Si va da facebook.com/pages/Babbo-Natale/43709872528, con ben 93.000 fans, a facebook.com/my.babbonatale che arriva a quasi 21.000, passando per facebook.com/pages/Babbo-Natale/221727114337 fermo a quota 4000, e anche facebook.com/pages/Babbo-Natale/38220820821 a 18.000 likers, per non parlare di facebook.com/pages/BABBO-NATALE/38369212116, facebook.com/pages/Babbo-Natale/144552152251 o facebook.com/pages/Babbo-Natale/161647032749 solo per citare le pagine dedicate a Babbo Natale in Italia... Se poi diventiamo internazionali, i Santa Claus sono più numerosi delle lentiggini di Vanessa Incontrada eheheh. C'è poi anche chi odia i babbi natale appesi ai balconi (facebook.com/pages/Odio-i-Babbo-Natale-appesi-a-i-balconi-durante-il-periodo-natalizio/36908668790) e quelli che amano il piccolo aiutante di Belzebù Babbo Natale, celebre cagnolino della serie televisiva i Simpsons all'indirizzo facebook.com/pages/Piccolo-Aiutante-Di-Babbo-Natale/101783735082. Insomma, ce n'è per tutti i gusti: e voi cosa vorreste trovare sotto l'albero? Lasciate un commento, un'idea o quello che vi salta per la testa oppure, meglio, completate la domanda: "Sotto l'albero di Natale vorrei..."

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 16 dicembre 2010

Facebook, abitudini curiose e successo assicurato!

Che lo si ami o lo si odi, Facebook oramai ha preso il sopravvento sulla nostra vita digitale ma non solo: il successo del film The Social Network è solo la punta dell'iceberg che dimostra come sia riuscito a venir fuori dal web e prendere possesso delle nostre sane abitudini. Sul sito GoodWebNews (raggiungibile all'indirizzo goodwebnews. wordpress.com) è presente un post che analizza in modo scherzoso e divertente ciò che facciamo dopo il login a Facebook proiettandolo nella vita quotidiana: ciò che accade online è strano, ma diventa addirittura imbarazzante se fatto lontano dal social network.
Eccone 6 esempi chiarificatori riportati sul sito in questione:

  1. Dichiarare il proprio stato a tutti: "Ehm... la mia è una relazione... diciamo... complicata, sto con una tipa... cioè un'amica ma sono anche in cerca di una nuova amica... cioè hai capito no?!"
  2. Inserirsi in conversazioni altrui: quando un gruppo di persone si scrive reciprocamente in bacheca qualche commento, magari ne conosciamo solo 1 o 2 e noi a mettere giù delle vere perle di saggezza che dimostrano quanto siamo ferrati su un argomento: solo su Facebook è concesso farlo!
  3. "Mi Piace" come unico punto di contatto con i tuoi amici: alcuni non sai neppure dove vivono o cosa fanno, ma inspiegabilmente ogni tanto ti ritrovi un like sul tuo aggiornamento di stato... Il vostro rapporto è tutto limitato al click di un pulsante!
  4. Gli inviti alle pagine e gruppi più strani: ormai è diventata consuetudine aprire gruppi dal titolo strampalato ed invitare chiunque... Ma se fossimo nella vita reale, probabilmente la nostra risposta sarebbe affidata ad una 44 Magnum!
  5. Taggare qualcuno per una foto: alle 2 di notte ubriaco fradicio con tanto di camicia strappata ed intinta nel vino rosso esponendolo al pubblico ludibrio... non ha prezzo apprezzo!
  6. L'utilità del Poke: inimmaginabile nella vita reale un amico che senza aprir bocca vi dia un poke e subito dopo se ne va... Ma quello che voleva? E soprattutto: chi era?!?

Se il post vi è piaciuto come ci auguriamo, fate un giro su GoodWebNews! A proposito, visto che siamo in tema, ecco altrettante 6 regole per avere successo sul vostro amato network in blu:

  1. Raggiungete un numero di amici compresi tra 100 e 300, non di meno nè di più (sarebbero decisamente troppi): ciò vi consentirà di mantenere un certo livello di attrattività rispetto a nuove conoscenze su Facebook!
  2. Assicuratevi che i vostri amici siano tutti bonazzi/bonazze o che, almeno, abbiano la foto del profilo carina: funzionerà come una specie di calamita per conoscere bei ragazzi/ragazze su FB.
  3. Vietate al vostro partner di usare Facebook: è stato dimostrato come la presenza di entrambi sul network è la causa primaria di inopportune gelosie e motivo di litigi per questioni legate alle vostre relazioni virtuali.
  4. Prima di pubblicare qualunque cosa, contate fino a 10: ciò permetterà ai vostri neuroni di pensare a Mr.Zuckerberg lucrare sui vostri dati personali, che rimarranno suoi anche nel caso di una vostra cancellazione dal network, nonchè di pensare a tutti gli hacker che, facilitati dalla vostra superficialità, potrebbero rubare la vostra identità in un batter di ciglia!
  5. Siate voi stessi e non idealizzatevi troppo: anche se questa regola può minare il punto precedente, di solito la prevalica nella quasi totalità degli utenti del network. I profili su FB tutto sommato riflettono l'essenza dei rispettivi proprietari.
  6. Infine, usate Facebook per trovare un lavoro: visto che siete degli inguaribili spreconi di tempo online, almeno pensate a sfruttare l'opportunità che vi viene data contattando aziende e proponendovi a loro.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 15 dicembre 2010

La mappa delle amicizie di Facebook

Nella giornata di lunedi dal quartier generale di Facebook è stato resa pubblica la mappa delle amicizie del network, ossia uno schema visuale con evidenziati i collegamenti tra gli utenti che effettuano il login a Facebook suddivisi per area geografica. Il risultato, una specie di mappamondo con zone tanto più illuminate quanti più account connessi vi sono. A voler essere matematici, possiamo vedere il grafo delle amicizie essere costituito da oltre 500 milioni di nodi, che corrispondono proprio agli utenti, ed i cui archi rappresentano la relazione di amicizia. L'effetto di illuminazione non è "piatto" ma si ottiene definendo un peso per ogni coppia di città come una funzione euclidea in rapporto alla distanza tra le due città stesse e dal numero di amici. Il colore varia dal nero al blu al bianco ed è dipendente dal peso della relazione. Il risultato è visibile qui a destra in alta risoluzione ed evidenzia come nemmeno nelle località più isolate si possa parlare di cerchia di amicizie chiusa verso l'esterno anzi: la tendenza sarà sempre ad "imbiancare" sempre di più il mappamondo dato che i collegamenti (nonchè gli utenti) sembrano essere in aumento costante per il successo che sta riscuotendo FB in ogni angolo del mondo. A proposito, per tutti gli utenti di Android è stata rilasciata l'applicazione Facebook versione 1.5 che fornisce oltre alle tanto attese notifiche push, finalmente la chat funzionante ed altri bug minori corretti. Se utilizzate uno smartphone o l'iPad/iPod, potete leggere le ultime notizie riguardanti FB Italia blog su fbi.mobify.me.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'