mercoledì 25 agosto 2010

Apple iPhone 4 e 3 Italia, problemi e delusione dei clienti

Accolto mooolto calorosamente dal mercato italiano come tutti i prodotti della mela, l'Apple iPhone 4, nonostante i problemi intrinseci derivanti da una progettazione che ha poco tenuto conto del suo utilizzo come telefonino (!!!), è sbarcato qui da noi venduto in tutte le salse con gli operatori Tim, Vodafone e H3G. Ed è proprio con 3 Italia che sono sorti i problemi peggiori, tant'è che la pagina Facebook di H3G è stata presa letteralmente d'assalto dalle lamentele dei consumatori. Tra le cause principali, la disponibilità degli iPhone limitatissima, i comportamenti scorretti dei rivenditori ed i rifiuti della finanziaria Compass: insomma, chi ha provato ad acquistare il gioiellino con la mela dietro si è sentito dire, spesso e volentieri, che l'iPhone 4 non poteva essere venduto con la tariffa Top400 ma solo con le Top 800 e 1600, cosa assolutamente non vera. A Napoli, per esempio, tutti o quasi i rivenditori non hanno dato il melafonino senza abbonamento. Dulcis in fundo, la finanziaria Compass: pare che diversi utenti si siano lamentati perchè si sono visti rifiutare il finanziamento senza alcuna motivazione seria, ed alcuni rumors delle ultime ore affermano come tali rifiuti siano dovuti ad una diminuzione del rating del CRIF, il database che contiene tutte le informazioni dei clienti per poter concedere i finanziamenti. Insomma, pochi gli utenti soddisfatti per l'ultimo melafonino e tanti musi lunghi: fate un login a Facebook e date uno sguardo alla pagina H3G per avere un'idea di quello che sta accadendo... Noi della redazione consigliamo vivamente tutti di aspettare qualche mese prima di acquistare il bianco oggetto del desiderio ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 20 agosto 2010

Google Wave chiuso a fine anno

Google abbandona Wave a solo 1 anno dal suo lancio: l'alternativa a Facebook, che avrebbe dovuto migliorarne in modo sostanziale la chat, la condivisione di file e informazioni nonchè la capacità di collaborare online e l'ottimo correttore ortografico contestuale, ha avuto un riscontro inadeguato rispetto agli sforzi sostenuti per svilupparlo. Un mezzo flop annunciato attraverso il blog ufficiale di Mountain View che mette la data di scadenza a Google Wave fissandola a dicembre 2010: dopo tale data il progetto sarà chiuso e le tecnologie da esso utilizzate confluiranno in altri progetti del gruppo di BigG. Altro che Facebook-killer, chi è riuscito a vendere gli inviti di Wave su ebay (valutati fino a qualche migliaia di dollari) ha fatto un affarone!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 15 agosto 2010

Chiuso per ferie!

Il blog resterà chiuso per qualche giorno,
la redazione di FB Italia augura a tutti
Buone Vacanze!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 10 agosto 2010

Tumblr, 6 milioni di utenti e sfida a Facebook e Twitter

Facebook ha lanciato la sfida già da tempo, e l'unico a raccoglierla, finora, è stato il social network del cinguettio, Twitter, così amato negli Stati Uniti ma accolto tiepidamente (per usare un eufemismo) qui da noi in Italia. Eppure tra i due litiganti, anzi, contendenti, sembra che ci sia un terzo incomodo: secondo il New York Times sarà Tumblr, un social network del tutto simile a Twitter ma con qualche extra in più che tanto fà piacere agli utenti che vi effettuano il login. Su Tumblr infatti è possibile aggiungere foto, video, citazioni, link e molto ancora. Dopo qualche giro sul network, sembra di stare su un enorme blocco note che raccoglie pensieri, immagini ed appunti di oltre 6 milioni e 800 mila utilizzatori dal mondo... quasi un enorme puzzle di informazioni, amabilmente caotico per alcuni, decisamente inutile per altri. Se siete stanchi di Facebook dateci uno sguardo digitando tumblr.com nella barra degli indirizzi del vostro browser: ovviamente, la registrazione è a titolo gratuito e richiede i consueti nome, password ed indirizzo email.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 7 agosto 2010

Referendum contro il nucleare

SI al referendum contro il nucleare in Sardegna: è stato presentato ufficialmente nella giornata di ieri il comitato che su internet è rappresentato dalla pagina su Facebook dedicata alla mobilitazione contro il nucleare (raggiungibile dopo il consueto login all'indirizzo facebook.com/pages/UNITA-POPOLARE-CONTRO-IL-NUCLEARE-IN-SARDEGNA/198148734558) e dal sito ufficiale www.sicontroilnucleare.tk. Il tutto proprio in occasione del 65esimo anniversario delle bombe atomiche lanciate su Hiroshima. Oltre 21.000 iscritti sul network in blu che vede uno schieramento politico che spazia dal PdL ai verdi fino al PD. L'idea è quella di sensibilizzare i cittadini per arrivare ad una vittoria del SI contro il nucleare.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 5 agosto 2010

Social network per bambini? Eccolo!

Un social network per bambini? A giudicare dalle richieste, non è un'idea tanto strampalata, anzi. Il social network Facebook infatti risulta inadatto per i ragazzi più piccoli, oltre a porre un limite minimo d'età per potersi iscrivere (bisogna avere almeno 13 anni). E chi ne ha meno di 13? Nessun problema, ecco il social network adatto: si chiama KidSwirl ed ha tutte le funzionalità di Facebook, ossia creazione di un profilo, upload di informazioni personali a volontà, creazione di gruppi e pagine di fan per celebrità o altro. Insomma, un Facebook per gli under-13 con tanto di grafica "vagamente ispirata" al network in blu... In realtà è tale e quale, o meglio, lo era prima della rimozione di alcune grafiche palesemente copiate dal social network di Zuckerberg! Per registrarsi ed effettuare il primo login a KidSwirl, basta digitare nella barra degli indirizzi del nostro amato browser www.kidswirld.com

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 4 agosto 2010

Ornella Pellegrino, il video nel bagno che spopola su YouTube

Si chiama Ornella Pellegrino la nuova protagonista di YouTube: suo infatti il video che la ritrae in bagno tra water, bidet (!!!) e specchio mentre si trucca e canta. L'idea è davvero piaciuta, e sui social network Facebook e YouTube non si parla e non si clicka altro: qualcuno forse si ricorderà di Ornella Pellegrino, sono passati ben 7 anni dall'edizione di Amici di Maria De Filippi del 2003 nella quale cantava (eh già, era anche bravina). Oggi la ritroviamo sul bidet o mentre si trucca in un video cover di "Take a Walk on the Wild Side", e sinceramente è piaciuta un pò a tutti tant'è che sta diventando un nuovo fenomeno virale, alla stregua delle due romane coatte intervistate ad Ostia. Per la brava Ornella ci aspettiamo qualche partecipazione televisiva e, perchè no, anche al prossimo Festival di Sanremo... Nell'attesa, gustatevi il video di cui tutti parlano:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 2 agosto 2010

Account violati, Facebook minimizza l'accaduto

Circa 100 milioni di account violati: il pacchetto contenente le informazioni personali degli utenti di Facebook (nomi, cognomi ed indirizzo web, ma non numeri di telefono, password di login ed email), delle dimensioni di 2.8GB, circola ancora tra le reti peer-to-peer (torrent, eMule) nonchè sui siti di file sharing più comuni. Da parte del social network in blu arrivano secchiate d'acqua sul fuoco: stando a quanto dichiarato, si tratterebbe di dati già pubblici ed indicizzati dal motore di ricerca Google, tant'è che sarebbero visibili nelle pagine cache dello stesso. In realtà ben pochi sono i dati resi volontariamente pubblici dagli utenti, gli hacker hanno raccolto solo dati personali sbadatamente lasciati di default dagli utenti. Il consiglio, lo ripetiamo, è quello di minimizzare le informazioni che esponiamo al web e di settare il livello della privacy su Facebook al livello massimo in modo da limitare tali fenomeni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'