lunedì 31 maggio 2010

Lancio di Berlusconi, il nuovo gioco virale della One

Si chiama Hurl Berl il gioco virale tirato fuori nientemeno che dalla One International (l'associazione guidata dal cantante Bono degli U2) che vede come protagonista, suo malgrado, il Cavaliere: sul sito della one.org è stato infatti pubblicato il giochino in flash che chiede di lanciare Berlusconi fuori dal G8 a causa del ritiro degli aiuti promessi all'Africa nel 2005. L'associazione si batte da anni per la cancellazione del debito pubblico dei paesi più poveri, ed il taglio operato dal governo italiano ai fondi in favore dell'Africa è costato delle vite umane. Nell'animazione swf è anche presente un modulo per chiedere agli altri paesi del G8 di cacciare il primo ministro italiano dal club dei grandi. Se invece volete semplicemente farvi una partitina, ecco il gioco nel riquadro qui sotto: basta prendere Berlusconi per i piedi, farlo roteare decidendo angolo e velocità, quindi premere il tasto per rilasciarlo stando attenti alla rete di protezione ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Classifica Google dei siti più visitati del web: Facebook trionfa!

Google ha pubblicato la classifica dei siti più visitati del World Web, la "top 1000 websites" reperibile all'indirizzo google.com/adplanner/static/top1000/. Eccone le prime 20 posizioni, con Facebook ampliamente al comando seguito da Yahoo!, Msn Live e Wikipaedia. Nella classifica mancano invece sia Google che YouTube, nonchè tutti i siti con contenuti adult.

Pos     Sito            Categoria          Visitatori Unici
1 facebook.com Social Network 540 milioni
2 yahoo.com Portali Web 490 milioni
3 live.com Motori di Ricerca 370 milioni
4 wikipedia.org Dizionari 310 milioni
5 msn.com Portali Web 280 milioni
6 microsoft.com Software 230 milioni
7 blogspot.com Blog 230 milioni
8 baidu.com Portali Web 230 milioni
9 qq.com Email e Messaging 170 milioni
10 mozilla.com Browser Web 140 milioni
11 sina.com.cn Portali Web 130 milioni
12 wordpress.com Blog 120 milioni
13 bing.com Motori di Ricerca 110 milioni
14 adobe.com Programmazione 110 milioni
15 163.com Portali Web 98 milioni
16 taobao.com Shopping 98 milioni
17 soso.com Divertimento 97 milioni
18 twitter.com Email e Messaging 96 milioni
19 youku.com Videoclip e Film 89 milioni
20 ask.com Motori di Ricerca 80 milioni

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Simona Halep dalla 4' alla 2' di seno: ma non basta!

Tempo fa avevamo parlato di Simona Halep, una tennista dalle forme esuberanti che aveva deciso, nonostante gli appelli su Facebook, di ridurre le misure del suo seno, passando da una quarta abbondante ad una "misera" seconda. La decisione, irrevocabile, era stata presa in quanto la Halep affermava di non riuscire a giocare come voleva a causa del peso eccessivo delle sue forme: l'abbiamo vista giocare nei giorni scorsi al Rolan Garros, si faceva addirittura fatica a riconoscerla senza quella carica boombastica, ma il suo gioco non è migliorato affatto, anzi, se possibile, è anche peggiorato! Ecco che in soli 2 set è stata buttata fuori dall'australiana Stosur (7-5 e 6-1)... Noi di Facebook Italia la preferivamo decisamente come era prima, date uno sguardo alle foto di come è oggi (a destra) e di come era solo pochi mesi fa :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 28 maggio 2010

Facebook e i tifosi dei Mondiali 2010

Facebook a tutti Mondiali 2010: con la nuova applicazione Goal Leaderboard sapremo il coinvolgimento dei tifosi delle nazionali che partecipano al Campionato del Mondo in SudAfrica che inizierà l'11 Giugno 2010 e riusciremo a stilare la classifica della passionalità dei propri supporters (basata sui "Like" ricevuti dalla squadra nazionale). Oltre alla classifica generale su Facebook, è presente una classifica di intensità, classifiche per zona geografica e per girone dei mondiali.
Attualmente al primo posto vediamo il Cile, poi Honduras, poi Slovenia, e solo all'ottavo posto l'Italia di Marcello Lippi con più di 370 mila "Like"... Nell'attesa del fischio di inizio, godiamoci le bellissime tifose come quella della foto accanto ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 27 maggio 2010

Facebook login, crescita nonostante tutto

La società di statistiche comScore ha reso pubbliche le statistiche relative al numero di iscritti al social network in blu: Facebook è passato dai 411 milioni di login di settembre 2009 fino ai 520 milioni di aprile 2010 e la crescita non sembra arrestarsi. Nonostante i fiumi di polemiche degli ultimi mesi, nonostante l'abbandono di massa di Facebook previsto il prossimo 31 maggio, nonostante le clausole contro ogni etica e totalmente a favore delle casse di Mark Zuckerberg e soci, Facebook cresce a ritmi vertiginosi ed insidia per volumi di traffico il gigante di Mountain View Google. A conti fatti, nel bene o nel male, l'importante è che se ne parli!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 26 maggio 2010

Firenze in tilt per tubo acqua rotto

A Firenze, tra Viale Rosselli e Viale Belfiore, stamattina verso le 6.30 è scoppiato un tubo dell'acqua del diametro di 30cm causando in poco tempo l'allagamento della zona. Traffico bloccato dalla Fortezza a Ponte alla Vittoria, vigili a deviare le macchine, ZTL disattivate per limitare i danni: insomma, stamattina il caos ha preso in ostaggio Firenze. Ci vorrà almeno tutta la mattina per riparare la falla e dubitiamo che entro poco la situazione ridiventi normale. Il sindaco Renzi su Facebook Italia ha confermato l'esplosione della tubatura dell'acqua, probabilmente troppo vecchia, ed ha annunciato che i varchi di accesso al centro hanno semaforo verde.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 25 maggio 2010

Segnalare buche a Roma con Facebook

Il maltempo degli ultimi giorni non ha di sicuro dato una mano alle già malconce strade di Roma: andandosene in giro su due ruote per la capitale si rischia la pelle, ma anche su 4 ruote la situazione non migliora visto che i cerchi in lega leggera soffrono particolarmente le asperità del manto stradale. Su Facebook i gruppi contro i "crateri di Roma" si sprecano, ma non tutti sono contro la giunta Alemanno, anzi... L'intento è quello di segnalare le strade dissestate per facilitare il lavoro a chi dovrebbe occuparsi della gestione della manutenzione stradale. Ecco un elenco (non esaustivo) dei gruppi di Facebook sulle buche di Roma:

  1. Segnalaci la buca! Alemanno tappaci le buche di Roma! (facebook.com/group.php?gid=67519977824)
  2. Alemanno, libera Roma dalle "buche" (facebook.com/group.php?gid=56979598505)
  3. Adotta una buca a Roma (facebook.com/pages/Adotta-una-buca-a-Roma/253913968151)
  4. Roma e le sue buche .....Alemanno dove sei? (facebook.com/group.php?gid=45289037074)
  5. ALEMANNO DEVI TAPPARE LE BUCHE DELLE STRADE DI ROMA!!!! (facebook.com/group.php?gid=125855060433)
  6. Alemanno ce sarta er CD! (facebook.com/group.php?gid=106117177735)
  7. ..Alemanno...che vogliamo fa' co 'ste strade a Roma? (facebook.com/group.php?gid=48489316780)
  8. BUCHE DI ROMA (facebook.com/group.php?gid=39851118061)
  9. BUCHE A ROMA (facebook.com/group.php?gid=32789166121)
  10. Roma: capitale mondiale delle buche (facebook.com/group.php?gid=56121885355)

Se il Facebook login vi è indigesto, basterà una email all'Ufficio per la Sicurezza Stradale e dei Trasporti (USST) usst@comune.roma.it con la vostra segnalazione che sarà girata all'URP del municipio di appartenenza e sistemata nel più breve tempo possibile (24-48 ore). Oppure esiste il numero di telefono 06/6710-5918 SOS Ambiente che raccoglie le segnalazioni dei cittadini sul degrado della città.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 24 maggio 2010

Mark Zuckerberg, mea culpa e nuova privacy

Novità in casa Facebook: sono in arrivo tutta una serie di modifiche che dovrebbero garantire una privacy migliore dell'attuale (poco ci vuole) ed un controllo sulla visibilità dei dati degli utenti verso l'esterno del social network. E' lo stesso Mark Zuckerberg a fare un "mea culpa" su tutta una serie di errori nella gestione della privacy degli utenti: una contromossa astuta per ribattere alla pioggia di critiche arrivate da più parti che hanno messo in dubbio persino l'etica dei gestori di Facebook ed hanno spinto tantissimi utenti ad aderire alla cancellazione massiva dei propri account del Facebook Let's Day il prossimo 31 Maggio. A breve i dettagli sulle novità introdotte e come difendere la privacy dei propri dati sul social network in blu... Stay tuned!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Marco Carta, ultimo cd su Facebook

Marco Carta a tutto Facebook: il lancio del suo ultimo cd "Il Cuore Muove", contenente 11 brani che parlano d'amore, avverrà in concomitanza sul social network in blu, sul quale all'indirizzo facebook.com/pages/MARCO-CARTA/181717252567 sarà possibile ascoltare, dopo il consueto login, i primi 30 secondi del nuovo album che conterrà:

  1. Il cuore muove
  2. Quello che dai
  3. Come pioggia d’estate
  4. Non è cosi
  5. Dare per Amare
  6. Niente più di me
  7. Il cuore non dimentica
  8. Il Paradiso è qui
  9. Un libro senza pagine
  10. Sempre
  11. Un motivo per restare

Per gli amanti della mela, è da giorni possibile acquistare l'album "Il Cuore Muove" anche su Apple iTunes.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 21 maggio 2010

Giocare a PacMan con Google

Da qualche ora dalla pagina principale di Google è possibile giocare a PacMan: basterà fare click sul pulsante "Insert Coin", che sostituisce l'ormai morente "Mi sento fortunato", per avviare la partita anche in modalità multiplayer. Niente plugin flash o swf, è un bell'esempio di programmazione in javascript. Proprio in questi giorni ricorre il 30ennale dell'uscita del primo PacMan (PuckMan per il Giappone) della società Namco e pubblicato dalla MidWay nel lontano 1980, che per lungo tempo l'ha utilizzato come logo, e si è diffuso per ogni computer conosciuto, dai primi Apple, ai Commodore, agli IBM XT, per non parlare delle console Nintendo, Atari... Oggi come oggi è possibile videogiocarci gratis online sui principali social network, incluso Facebook, nonchè in versione Adobe Flash. Se volete farvi una partita, basterà andare su www.google.it ed utilizzare le freccette: grandi!!!
Nota: in multiplayer, per muovere Ms PacMan, invece delle freccette, bisogna usare le lettere WASD.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook Zero gratis... Non in Italia!

Nessun operatore italiano offrirà la versione gratis di Facebook: la sua versione light "Mobile" ottimizzata per il funzionamento da cellulari e smartphone è raggiungibile all'indirizzo m.facebook.com, è stata seguita dalla versione "Zero" (0.facebook.com) ulteriormente ripulita e costituita solo da testo. Niente immagini, velocità da record e costo zero: Facebook infatti ha lanciato questa iniziativa in collaborazione con molti operatori di telefonia mobile, i quali, in previsione di un vero e proprio boom di consensi, non faranno pagare il traffico legato a Zero. La nota dolente è che, tra i 47 paesi interessati dagli accordi col social network in blu Facebook, l'Italia proprio non c'è e quindi l'italiano medio, dotato di un paio di smartphone ultimo grido ed altrettanti profili su FB, MySpace e Badoo, dovrà pagare per aggiornare il proprio stato da cellulare. La cosa dà un pò fastidio visto che in Francia, Grecia, Gran Bretagna, Danimarca ed Austria sarà tutto gratis :(

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 20 maggio 2010

Il Pakistan blocca Facebook e YouTube: blasfemi!

Dopo Facebook è oggi toccato a YouTube: il popolare network di condivisione streaming dei video degli utenti è stato reso inaccessibile in quanto il governo del Pakistan ritiene "blasfemo" e contrario all'Islam il materiale in esso contenuto. Anche Facebook era stato bloccato dall'Autorità Pakistana delle Telecomunicazioni (APT) per gli stessi motivi, in particolare aveva suscitato scalpore un concorso di caricature sul profeta Maometto. La data di sblocco di entrambi non è stata ovviamente comunicata: un caso precedente però risale al 2007 quando il blocco perdurò per circa 1 anno.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 19 maggio 2010

Semplificata la privacy su MySpace

Facebook, prendi esempio: con una lettera inviata dal copresidente Jones ai suoi iscritti, il social network MySpace rende estremamente semplice modificare le impostazioni relative alla privacy. In particolare, l'utente medio, a digiuno di problemi relativi alla sicurezza ed alla diffusione dei propri dati personali presenti sul social di Rupert Murdoch, potrà con un singolo click settare la visibilità del profilo verso gli amici, aperto a tutti oppure solo ai maggiorenni. Una netta differenza rispetto al re incontrastato dei social network, il quale prevede centinaia di impostazioni ed una policy più lunga della stessa costituzione americana... Prendi esempio Mark Zuckerberg!

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 18 maggio 2010

Facebook a pagamento

Ormai sul social network in blu sono tantissimi i gruppi contro Facebook a pagamento: il denominatore comune è chiedere a gran voce, pena la cancellazione di massa degli account per protesta, un Facebook gratuito come adesso e senza abbonamenti o tasse da pagare per effettuare il login al network. Si vociferava insistentemente che da maggio 2010 ogni utente (su oltre 400 milioni totali sparpagliati per il mondo) avesse dovuto "pagare dazio" per continuare a chattare online, ma... E' tutta una grossa bufala! La verità è che Mark Zuckerberg e soci non si sognano nemmeno lontanamente un accesso a Facebook a pagamento, vedrebbero crollare in pochi giorni un impero economico costruito in anni di duro (si fa per dire) lavoro! Ecco che i gruppi che sbandierano ai 4 venti la loro rabbia per un social network in blu in affitto sono solamente fuffa:

  • No FACE-BOOK a pagamento nel 2010! ISCRIVITI (Petizione Online Ufficiale), conta oltre 33 mila boccaloni
  • No a facebook a pagamento nel 2010, servono 10.000.000 iscritti! a sua volta ha acchiappato circa 6500 incauti utenti
  • I "NO a Facebook a pagamento" sono più numerosi dei cloni di Silvio Berlusconi e contano alcune decine o centinaia di iscritti, a seconda del logo prescelto più o meno carino
E' invece interessante il gruppo di "Quelli che chiuderanno il proprio account se Facebook sarà a pagamento": con oltre 221 mila membri, merita attenzione da parte dei gestori del network, visto che conferma senza ombra di dubbio una fuga di massa in caso di richieste di denaro o simili. Se volete iscrivervi, digitate dopo il consueto login a Facebook l'indirizzo facebook.com/group.php?gid=148256055150

---

Aggiornamento del 20 Maggio 2010:
Ecco i risultati del sondaggio condotto su Facebook Italia relativo ad un eventuale passaggio a pagamento per il re dei social network. Alla domanda: "Quanto saresti disposto a pagare per Facebook?" i lettori di questo blog hanno così risposto
  1. Se Facebook diventasse a pagamento mi cancellerei subito - 100 voti (94%)
  2. Al max 1 euro al mese - 5 voti (4%)
  3. Al max 1 euro per ogni login effettuat - 1 voti (1%)
  4. Al max 1 euro al giorno - 0 voti (0%)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 17 maggio 2010

Facebook Let's Day 31 maggio 2010

Se iniziate a scrivere su Google: "come faccio a" il motore suggerirà tra le prime opzioni "cancellarmi da facebook". E la cosa non deve stupirvi più di tanto, visto che uno dei principali problemi del social network ideato da Mark Zuckerberg è quello di rendere difficoltoso l'abbandono del network da parte degli utenti. Il prossimo 31 maggio sarà il Facebook Let's Day, la giornata dell'uscita da Facebook di tutti coloro che lamentano la mancanza di rispetto dei propri dati personali sul social network in blu. Sul sito quitfacebookday.com sarà possibile registrarsi ed impegnarsi insieme agli altri iscritti ad abbandonare definitivamente Facebook il 31 maggio. Li è spiegato come cancellarsi da Facebook con pochi click e, una volta iscritti, verranno inviati dei promemoria per dare via ad un massiccio abbandono del network. L'iniziativa è volta a far sentire a Zuckerberg e soci lo scontento degli utenti per l'utilizzo, per fini meramente commerciali, di tutti i dati e le informazioni personali raccolte su Facebook: l'abbandono combinato di migliaia di account dovrebbe dare a tutti una bella svegliata e rimettere un po di sale in zucca ai gestori del social in blu!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 15 maggio 2010

Scudetto Inter-Roma, il sondaggio su Facebook Italia

Iniziato più di un mese fa, il sondaggio sull'esito del Campionato di Calcio Italiano ha visto primeggiare, per tanti giorni, la squadra della Capitale, ma negli ultimi giorni è avvenuto il sorpasso: ecco i risultati del sondaggio proposto su Facebook Italia.

Alla domanda: "Serie A, chi vincerà lo scudetto?"
I 1767 lettori di questo blog hanno così risposto:

  1. INTER - 848 voti, pari al 47%
  2. ROMA - 763 voti, pari al 43%
  3. MILAN - 156 voti, pari all'8%

Vedremo domenica se l'Inter confermerà o meno le previsioni che la danno favorita per un soffio sulla Roma, o se la squadra della Capitale riuscirà a strapparle lo scudetto all'ultimo minuto...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 14 maggio 2010

Tania Riccò foto sexy su Facebook

L'Italia dei Valori ha silurato Tania Riccò per la poltrona di vicesindaco di Reggio Emilia: la donna, mamma di famiglia con 2 bambini, laureata in giurisprudenza nonchè specializzata in diritto tributario, è apparsa su Facebook mentre ballava in discoteca. La foto è stata giudicata troppo sexy, visto l'abito aderente che metteva in mostra il seno prorompente della bella Tania. Al suo posto verrà presa la collega di partito Di Sciscio, la quale, non volendo ripetere lo stesso errore della Riccò, si è sbrigata a cancellare qualunque foto dal suo profilo su Facebook: grande! ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 13 maggio 2010

Microsoft Office 2010 a tutto web

Arriva Microsoft Office 2010: zio Bill stavolta ha fatto le cose in grande e promette di aumentare la produttività degli utilizzatori del pacchetto sia da Pc Windows (anche non potenti) che da web tramite browser. Il lancio ha coinvolto 40 paesi (Italia inclusa) e nei piani della Microsoft il nuovo Office System 2010 è più semplice da utilizzare e permette di creare, condividere documenti e collaborare ovunque ci si trovi. Il pacchetto di installazione in realtà permette di scegliere un mix tra funzionalità installate in locale ed il cloud computing tipo Google Apps, uno dei nuovi concorrenti che dovrà tenere a bada (oltre ovviamente la suite gratuita OpenOffice con la quale, a grande richiesta, è possibile esportare i documenti in modalità 100% compatibile). Nel pacchetto sarà integrato Office Live ed il tutto dovrebbe funzionare egregiamente anche su macchine poco potenti e senza Windows7. Outlook da parte sua integra un modulo che permette l'interazione con Facebook, MySpace e gli altri social network incluso Windows Live Messenger. Una piccola delusione è data dall'interfaccia, che continua ad utilizzare la banda in alto "ribbon" (capace di far sentire un utente che proviene dalle versioni precedenti di Office e soprattutto Word un perfetto idiota) anche se stavolta sarà personalizzabile a piacimento. Infine PowerPoint includerà il supporto audio/video e potrà quindi editare con molta facilità i contenuti multimediali.
Per avere un'idea del prodotto potete fare il download di Microsoft Office 2010: basta recarsi sul sito ufficiale della Microsoft microsoft.com/office/2010/en/default.aspx e scegliere la versione trial oppure la beta senza limiti.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 12 maggio 2010

Stefano Gugliotta su Facebook

In carcere da 5 giorni senza sapere il perchè: a parlare dal carcere romano di Regina Coeli è Stefano Gugliotta, un ragazzo 25enne incensurato che lo scorso 5 maggio (serata della finale Roma-Inter di Coppa Italia) è stato picchiato ed arrestato dalle forze dell'ordine nei pressi dello Stadio Olimpico. Il video del pestaggio ha fatto il giro di web e televisioni, costringendo di fatto la Procura di Roma ad identificare ed interrogare gli agenti di polizia che compaiono nelle immagini. Il questore Giuseppe Caruso assicura che verranno accertate le responsabilità dell'accaduto, accertamenti che vengono svolti nell'ambito del fascicolo processuale avviato per gli incidenti avvenuti al termine della finale di Coppa Italia. Il fermo di Gugliotta è al momento dovuto a resistenza a pubblico ufficiale. Intanto lo sdegno per quanto accaduto serpeggia su Facebook, e la pagina "Stefano Gugliotta libero subito" sta facendo il pieno di consensi. Se volete protestare anche voi, effettuate il login al social network quindi digitate nella barra degli indirizzi del browser facebook.com/pages/Stefano-Gugliotta-LIBERO-SUBITO/101806726531818: al momento siamo a quota 2302 iscrizioni.
Ecco il video preso da YouTube dell'aggressione di Stefano Gugliotta andato in onda su Rai3:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 11 maggio 2010

Zynga e Facebook, divorzio in vista...

Il social network Facebook e Zynga, la società che ha fatto la fortuna con i social games FarmVille, PetVille e MafiaWars, starebbero ad un passo dalla fine della loro lunga e proficua relazione. Secondo indiscrezioni provenienti da più fonti, il colosso di Mark Zuckerberg avrebbe richiesto una tassa del 30% sui ricavi da tutti i publisher ed, ovviamente, Zynga non ci sta. Non solo, ma Facebook col passare del tempo avrebbe messo i bastoni tra le ruote alla società di giochi disabilitando le notifiche per FarmVille (e per gli altri social games) e vorrebbe fargli firmare una esclusiva che le impedirebbe di produrre giochi per altre piattaforme. Le contromosse non si sono fatte attendere, con l'apertura di FarmVille.com (standalone) ed il probabile lancio di Zynga Live entro pochi giorni, una specie di social network tutto dedicato ai videogame online.
Da parte sua Facebook ha affermato che le modifiche alla piattaforma e gli accordi con i publisher hanno il solo obiettivo di assicurare una migliore esperienza qualitativa per gli utenti di Facebook. Mahhh...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 10 maggio 2010

Facebook bloccato, problema comune

Pubblichiamo anche questa email giunta in redazione contro la policy adottata da Facebook, il quale preferisce bannare dal network i profili segnalati o sospetti senza ulteriori verifiche.

Spett.le Fb Italia,

la presente per segnalare un caso simile a quello descritto nel blog [http://facebook-italia.blogspot.com/2010/05/problemi-di-login-facebook-per-account.html]. Anche io sono vittima di qualche "spiritoso" o qualche ex incavolata che con un semplice click ha potuto oscurare il mio profilo senza alcun controllo da parte del network americano!
Io mi chiedo come Facebook possa permettere di bannare così semplicemente un "partecipante al gioco" di FB senza un minimo di indagine aperta nei confronti di chi si permette di denunciare un qualsiasi giocatore di questo social network!

Se è il bannare un iscritto a Facebook viene fatto per la salvaguardia della community, non può essere tuttavia fatto a discapito di chi gioca su FB in maniera corretta e viene bannato da una persona poco onesta solo per antipatia o per fatti irrisori o personali ma al di fuori del network stesso. Praticamente se stai sulle scatole ad uno qualsiasi utente questo ti può levare a suo piacimento il diritto di giocare a Facebook.

Un pò come nel calcio, quando viene dato il rigole a chi simula in area. Anche qui dovrebbe esserci una verifica da parte di un organo di competenza di facebook che qualora vi sia un uso improprio della segnalazione, punisca il fasullo segnalatore con l'eventuale ammenda di essere a sua volta bannato.

Ringraziandovi per aver letto quest'email, chiedo in chiusura un aiuto per riavere il mio profilo su FB, altrimenti ne farò a meno!

Porgo cordiali saluti
Lettera Firmata

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Fare sega a scuola con Facebook

In America Latina (Argentina, Paraguay ed Uruguay) gli studenti si sono organizzati una vera e propria fuga da scuola: una maxi sega collettiva su Facebook organizzata dal gruppo "Gran rateada Menduca" seguito a ruota dal "26/05/10 Rateada Nacional!" (il quale ha raggiunto quota 115mila iscrizioni, facebook.com/pages/260510-Rateada-Nacional-/122404337775943). Insomma, visto che Facebook è diffuso in modo capillare tra gli allievi degli istituti scolastici perchè non utilizzarlo per marinare la scuola tutti insieme? Visto l'ottimo successo in Sud America tra gli studenti, meno tra i prof nonchè tra i genitori degli stessi, si attendono organizzazioni di eventi simili e gruppi anche in altri paesi ed, ovviamente, qui in Italia.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 7 maggio 2010

Addio al cinghiale Piero, star di Facebook

Il cinghiale Piero su Facebook era diventato una vera e propria star sfiorando quota 8000 fans: L'Associazione Amici Animali Abbandonati lo aveva adottato e sistemato con la collaborazione della polizia del luogo in un recinto di un maneggio a Mignanego per tenerlo il più possibile lontano dai guai (leggasi "fucili da caccia"). Qualcuno ha però deciso di lasciare libero il cinghiale Piero così ha aperto il recinto rendendo possibile la sua fuga. Sono ormai mesi che non viene più avvistato, anche se i cacciatori delle zone limitrofe affermano di non averlo visto nè tantomeno ucciso. Il coordinatore dell'A.A.A.A. Elvio Fichera ha ormai perso ogni speranza, tanto da pensare ad un necrologio vista l'assenza anche di tracce. Se volete iscrivervi, il gruppo "Salviamo Piero" è raggiungibile dopo il Facebook login all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=58738449764

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 6 maggio 2010

Terremoto ad Albano, INGV e Giuliani smentiscono allarme

Il tam tam mediatico nato su Facebook sta creando qualche disagio ad Albano Laziale, una piccola cittadina dei Castelli Romani: sul social network in blu si è sparsa la voce che un sisma dovrebbe colpire la zona tra oggi ed il 15 maggio. Il Comune di Albano ha dovuto ribadire la non prevedibilità dei terremoti, così come la comunità scientifica. Si tratta di voci infondate nate e cresciute su Facebook che hanno portato ad un ingiustificato allarmismo tra la popolazione di Albano e dintorni, tanto da far apparire alcuni cartelli di "Chiuso per Terremoto". Anche dall'INGV si cerca di gettare acqua sul fuoco, mentre Giuliani dichiara di non avere sistemi di monitoraggio del radon nella zona dei Castelli Romani. Oltretutto il suo modello permetterebbe, il condizionale è d'obbligo, di lanciare un allarme dalle 6 alle 24 ore prima del sisma. Se volete, controllate alcuni dei sismografi online in tempo reale a questo indirizzo.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 5 maggio 2010

10 motivi per cancellarsi da Facebook

Il 26 aprile scorso su rocket.ly è apparso un post che ha riscosso un successo sorprendente ed inaspettato: i dieci motivi che hanno spinto l'autore a cancellarsi da Facebook. Per chi se lo fosse perso (difficile, ne sta parlando mezza internet) eccone qui un riassunto.

10. I termini del servizio di Facebook sono a senso unico (ovviamente per Facebook): infatti i dati degli iscritti al social network sono di proprietà del network il quale si riserva, in caso di mancati aggiornamenti (!!!), di cancellare l'account stesso. Questo perchè mantenere un account che non fornisce dati utili al targeting delle loro pubblicità è un costo e non apporta alcun beneficio.

9. Il CEO di Facebook ha una storia documentata di comportamenti poco etici: Zuckerberg non è uno stinco di santo, anzi... Password rubate, software copiato di sana pianta ed altre cose poco simpatiche sono ormai storia e fondamenta del social network re incontrastato del web 2.0. Altro che Google!!!

8. Facebook ha dichiarato guerra alla privacy degli utenti, che viene vista come una specie di palla al piede dalla quale svincolarsi il più presto possibile.

7. Facebook ha una doppia faccia: da una parte è dettagliatissimo nello spiegare agli sviluppatori di applicazioni tramite le sue API come sfruttare le informazioni personali degli utenti del social network, dall'altro è assolutamente vago nell'informare gli utenti di cosa ciò comporti e di quali dati le applicazioni possano vedere.

6. Facebook è un vero e proprio "bullo" del web, e chi osi rivelare quali siano le intenzioni reali del network (sviluppatori interni compresi) si ritrova con un plotone di avvocati pronti a chiedere milioni di dollari in danni: l'idea è quella di tenere i suoi utenti il più possibile all'oscuro di ciò che i gestori fanno con i dati personali.

5. I vostri dati personali (anche se settate il livello della privacy al massimo) sono sempre e comunque accessibili dalle migliaia di applicazioni di terze parti le quali, ovviamente, se ne infischiano della vostra privacy.

4. Facebook non ha la capacità tecnica di proteggere, anche volendo, i dati dei propri utenti da attacchi esterni (phishing, spam e hackers vari). Ossia chiunque abbia un minimo di capacità tecniche può violare il network e farsi gli affari altrui!

3. E' difficile e macchinoso cancellarsi (non disattivarsi) da Facebook, ma, paradossalmente, anche se riuscite a chiudere il vostro account i vostri dati personali non verranno cancellati dai server del network, sempre per ovvi motivi meramente pubblicitari.

2. Facebook non supporta realmente l'Open Web. Le stesse API Open Graph non hanno alcunchè di aperto, e lo standard (supportato) di OpenID viene messo in ombra dall'onnipresente "standard proprietario chiuso" Facebook Connect.

1. Facebook è lento, inaffidabile, pericoloso per i propri dati e tutto sommato inutile: ha ormai perso la funzione di aggregatore sociale per diventare un accumulo di giochini, banner pubblicitari, applicazioni inutili e codici captcha. A parte i continui cambiamenti di interfaccia e la telenovela sulla privacy, tutto il resto è noia!

Siete d'accordo con l'autore? Lasciate un commento, grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Problemi di login a Facebook per account disattivato

Pubblichiamo una email arrivata alla redazione di Facebook Italia relativa ai soliti problemi di disattivazione / blocco ingiustificato degli account utente e login a Facebook.

Salve,

non so se sto scrivendo alla persona giusta, oppure no, ma non trovando altri indirizzi mail italiani di Facebook, provo con questo.

Desidero mettermi in contatto non con il solito operatore di FB che non fa altro che ripetere all'infinito le stesse cose, magro e triste lavoro, bensì con qualcuno che abbia disponibilità di dialogo e soprattutto non voglia che la mia questione finisca sui giornali ne tanto meno in televisione.

Spiego sintetizzando il mio problema.

Qualche giorno fa, precisamente giovedì 29 aprile, mi è stato disattivato il mio personale account di Facebook con il quale da due anni intrattenevo rapporti di amicizia, di lavoro e in generale di vita quotidiana.

Non ne conosco assolutamente i motivi, se di motivi ce ne possono essere, in quanto sono una persona di quasi 40 anni che si ritiene matura abbastanza per vivere in una società civile.
Ho scritto più volte, in inglese ovviamente, al team di Facebook, ottenendo sempre le stesse frasi di risposta...ha violato i termini e le condizioni, bla bla bla, il suo account è permanentemente disattivato, senza possibilità di riattivazione.

Ho chiesto spiegazioni di quale norma avrei infranto, e le risposte sono sempre uguali, "non possiamo dirglielo".

Ma dico io, che razza di Social Network è FB se, senza alcun motivo e senza nessuna avvertenza, decidono di disabilitare un account, una fetta di vita di qualcuno!?

Oggi ho deciso che non lascio morire la cosa qui ed ho deciso d'intraprendere una battaglia personale e legale contro il network.

Scriverò a giornali e televisioni, con le quali, per sfortuna di FB, ci lavoro!

E' assurdo, tutto è assurdo. Sappiamo benissimo che potrei attivare un altro account e riprendere tutto come prima, ma proprio non mi va giù, è diventata una questione di principio contro questi signori che pensano di trattare la vita altrui come fosse la loro!

Se ha consigli o mi può indirizzare verso qualcuno gliene sarei grato.

Sinceramente
Lettera Firmata


Il problema esposto è davvero diffuso: oltre al fatto che Facebook non rende semplicissimo contattarlo per problemi di login (esiste in realtà la casella email disabled@facebook.com, ma spesso e volentieri rispondono dopo molti giorni con un tristissimo copia-incolla di qualche pagina di regolamento), è altresì vero che nessuno si degna di giustificare esplicitamente eventuali blocchi parziali o disattivazioni degli account.
Se anche voi vi trovate nella condizione di cui sopra, provate a scrivere agli indirizzi segnalati in questo post (anche a tutti, nella speranza che almeno un operatore del gruppo di supporto di Facebook risponda o risolva il problema).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 4 maggio 2010

Google acquista BumpTop per il desktop 3D

Stanchi del solito e triste desktop di Windows e Mac in 2 dimensioni? Fino a venerdi potete scaricare in modo gratuito e provare il tool BumpTop 3D che renderà la vostra scrivania un vero mondo tridimensionale interattivo, nel quale i documenti, le immagini, i file, le cartelle e persino i post-it viaggiano sul tavolo e sui bordi scontrandosi e raggruppandosi in modo davvero carino. Le immagini sono modificabili "al volo" ed è previsto il supporto per l'upload automatico su Facebook. E' la stessa società BumpTop ad annunciare l'acquisto da parte di Google del suo desktop multitouch 3D, e gli analisti stimano un investimento di circa 20-25 milioni di euro da parte del colosso di Mountain View. L'idea è sicuramente quella di offrire funzionalità ed interattività avanzate ai propri dispositivi netbook e smartphone, quindi approfittatene perchè dall'8 maggio non sarà più possibile effettuare il download del tool all'indirizzo: bumptop.com

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 3 maggio 2010

Kindle contro iPad, integra Facebook e Twitter

Con la nuova release 2.5 del software per i modelli Kindle e Kindle DX, Amazon permetterà agli utenti la condivisione sui social network Facebook e Twitter, con la possibilità di vedere i commenti della comunità sull'ebook che sta attualmente visualizzando. E non saranno le uniche novità: sarà infatti migliorata la leggibilità di entrambi i dispositivi utilizzando degli algoritmi per rendere i caratteri più nitidi (e leggermente più grandi) nonchè nuove feature riguardanti la protezione con una password e le raccolte dei libri e documenti in cartelle separate. La concorrenza dell'Apple iPad è fortissima nonostante le tante critiche piovute da più parti (niente usb o altre connessioni, assenza supporto Adobe Flash, etc...), così Amazon ha deciso di migliorare i suoi lettori eBook rendendoli appetibili anche agli utilizzatori assidui dei social network. La mossa a noi sembra davvero azzeccata, e ciò non può che fare piacere visto l'incremento del numero dei dispositivi venduti nei primi 3 mesi del 2010, cresciuti di ben il 46%.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 1 maggio 2010

Angela Favolosa Cubista su Facebook

Chi l'avrebbe mai detto... Una nonnina dall'indole ballerina, che ipnotizza a suon di ancate maldestre l'enorme platea mediatica e televisiva, ha raggiunto quota 356.000 fan su Facebook ed il successo non sembra arrestarsi. La rete la acclama come un personaggio insolito ed innovativo, esplosa nella trasmissione "Italia's Got Talent" ma che ora può anche contare sugli innumerevoli video pubblicati su YouTube e Google Videos, sempre tra i più clickati negli ultimi giorni. Insomma, se anche voi apprezzate Angela Favolosa Cubista effettuate il consueto login a Facebook quindi digitate nella barra degli indirizzi del vostro browser: facebook.com/pages/Angela-favolosa-cubista/171148784445

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'