venerdì 30 aprile 2010

Offesa su Facebook, arrestati 2 giovani

Due giovani 19enni di Acireale, in provincia di Catania, sono stati arrestati dai Carabinieri con l'accusa di sequestro di persona e lesioni personali. I 2 hanno rapito e picchiato un minorenne di S. Venerina mentre aspettava l'autobus alla fermata, costringendolo a salire sulla loro automobile e li riempiendolo di botte e lasciandolo sul ciglio della strada poco lontano per vendicare una offesa ricevuta sul social network Facebook. Oltre ai due arrestati è anche ricercata una terza persona coinvolta nel sequestro del minorenne.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Benvenuto Ubuntu con supporto Facebook e Twitter

Oggi esce Ubuntu 10.04 "Lucid Lynx", la nuova versione del sistema operativo open source basato su Linux Debian e sviluppato da Canonical. Oltre ai ritocchi puramente estetici, che fanno sempre bene, ed alle ottimizzazioni dei tempi di avvio e spegnimento, vengono introdotte alcune novità soprattutto per quanto l'integrazione dei social network.
Ubuntu infatti integra il software Gwibber e quindi permette agli utenti di interfacciarsi a tutti i principali client di chat e messaggistica istantanea (Messenger in primis) nonchè ai principali social network, con un occhio di riguardo a Facebook e Twitter, senza dimenticare il supporto a Google Talk/Buzz, Flickr e altri. Se volete provarlo, il link per il download gratuito delle versioni desktop, server e netbook li trovate all'indirizzo: www.ubuntu-it.org. Per tutti quelli che non digeriscono Gnome, esiste la versione già preconfezionata col KDE4, più gratificante nell'estetica e simile a Windows, all'indirizzo www.kubuntu.org.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 29 aprile 2010

Gli USA contro Facebook e la privacy

I dati personali degli utenti che effettuano il login a Facebook potranno essere accessibili a terzi a meno che l'utente non impedisca esplicitamente ciò modificando le impostazioni predefinite della privacy. E' quanto annunciato dal gigante dei social network negli ultimi giorni, ma non a tutti è andata giù la notizia: 3 senatori democratici americani hanno formalmente chiesto a Facebook di cambiare tali regole, paragonando i social network al selvaggio West. Non è infatti sufficiente prevedere una impostazione per limitare tale circolazione di dati, visto che la stragrande maggioranza dei 400 milioni di iscritti lascerà tutto a default. Facebook d'altra parte si difende affermando che tali nuove regole sono state volute per creare quanta più interattività tra gli utenti e gli altri siti... Sarà, ma a noi della redazione non ha proprio convinto tale giustificazione!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 27 aprile 2010

Gruppo Facebook contro Berlusconi al Milan

Su Facebook è nato il gruppo "Berlusconi via dal Milan! Manifestazione in Via Turati" che sta organizzando una vera e propria manifestazione contro il cavaliere, reo di ridurre il Milan ad una squadretta tutta risparmio e parametri zero ultra trentenni. Con il risultato, secondo la tifoseria rossonera, di infortuni continui nonchè figuracce in Campionato e Champions League. Se volete iscrivervi e partecipare, effettuate il login a Facebook quindi digitate nella barra degli indirizzi del vostro browser preferito: facebook.com/group.php?gid=117375664946727. Attualmente sono più di 7000 i tifosi rossoneri iscritti al gruppo contro la presidenza Berlusconi, che da parte sua si difende: "Le società di calcio non si possono sottrarre alle regole della buona gestione come deve fare ogni società".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook saluto romano e dimissioni della giunta comunale!

Pubblica sul proprio profilo di Facebook una foto che lo ritrae mentre fa il "saluto romano": così il consigliere della Lega Nord a S. Giovanni Bianco, Iuri Milesi, riesce a scatenare un putiferio di critiche. Come se non bastasse, altre foto sul social network in blu lo ritraevano mentre rievocava il ventennio fascista. La giunta comunale aveva una maggioranza talmente risicata che le dimissioni del 21enne consigliere hanno costretto anche l'intera giunta a seguirlo. Lapidario il segretario provinciale della Lega Nord, Christian Invernizzi: "è giusto prendersi le proprie responsabilità nei confronti degli elettori!". Facebook è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso del comune bergamasco... Stare un pò più attenti a ciò che si pubblica è forse chiedere troppo?!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 26 aprile 2010

Cernobyl, 24esimo anniversario e ritorno al nucleare in Italia

Il 26 aprile di 24 anni fa a Cernobyl, una piccola cittadina dell'Ucraina a confine con la Bielorussia, è avvenuto il più grave incidente nucleare che la storia dell'uomo ricordi (l'unico di livello 7), quando il reattore 4 esplose a seguito di un irresponsabile "test di sicurezza". In quella occasione furono volutamente bypassate tutte le regole di sicurezza nonchè del buon senso e fu portato il nocciolo ad un aumento incontrollato della temperatura (e potenza generata) il che portò prima alla rottura delle tubazioni di raffreddamento, quindi ad una successiva esplosione che scoperchiò il reattore. La nube di materiali radioattivi fuoriuscita ricadde in ampie aree attorno alla centrale e costrinse 336.000 persone ad essere immediatamente evacuate e mezza Europa (anche l'Italia) subì le contaminazioni radioattive provenienti da Cernobyl. La conta dei morti per leucemie ed altri tumori è invece incerta in quanto spalmata in lunghi periodi di tempo, ma si calcola che in 70 anni potrebbe portare fino a 6 milioni di decessi (dichiarazioni GreenPeace, in contrasto con le ricerche a livello europeo che parlano di 30/60.000 unità).
In Italia il governo Berlusconi ha intenzione di tornare al nucleare con la costruzione di almeno 4 nuovi impianti a tecnologia EPR, quindi di nuova concezione (molto costosi) che limiterebbero al minimo i rischi di incidente nonchè la produzione di scorie: ma allora perchè non investire tutti quei soldi nelle fonti rinnovabili? Il popolo di Facebook cosa ne pensa? Sareste contenti di avere a pochi km da casa, come nella mappa, un bellissimo impianto nucleare di ultima generazione? Lasciate un commento, se volete potete inserire il banner contro il nucleare (lo trovate qui). Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 24 aprile 2010

Rubate 1,5 milioni di password di login a Facebook

Scoperto negli USA un hacker che è riuscito a rubare 1.5 milioni di password di login a Facebook: Kirllos, il nome di battaglia dell'uomo, rubava le password degli account sul social network in blu per rivendere ad un prezzo che si aggirava attorno ai 25 dollari per 1000 password, e da qualche tempo ne avrebbe vendute circa 700.000 al mercato scam/spam (ricavando l'equivalente di quasi 20.000 dollari). Rubare le password di Facebook è facile: il metodo più utilizzato non è quello riportato in questo articolo (http://facebook-italia.blogspot.com/2009/01/scoprire-la-password-di-facebook.html) ma consiste in semplici messaggi di posta elettronica contenenti link maliziosi o finte pagine di login a Facebook (fake) che redirezionano, dopo aver sottratto le credenziali dell'utente, al social network in blu in modo da non destare troppi sospetti nell'incauta vittima. Se a questo aggiungiamo sia i software che incautamente installiamo nei nostri Pc-Windows nonchè la semplicità disarmante delle password di Facebook Login, beh, sarebbe da stupidi per un hacker non approfittarne. A tale proposito, ricordiamo che inserire come password la vostra data di nascita non è una scelta sicura nè sensata!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 23 aprile 2010

Microsoft Docs e Facebook contro Google

La partnership tra Zio Bill e Mark Zuckerberg è forte, non solo per quanto riguarda il motore di ricerca Bing su Facebook: è notizia di poche ore fa il lancio di docs.com, lo spazio web che vuole dare battaglia a sua maestà Google Docs (docs.google.com dopo aver effettuato il login a Google) per quanto riguarda la condivisione online dei documenti Office. Attualmente in versione beta, come del resto i tre quarti del software circolante sul web 2.0, Microsoft Docs.com (docs.com dopo il login a Facebook) permetterà una facile condivisione e collaborazione tra gruppi di lavoro dei documenti, anche se l'obiettivo dichiarato dai FUSE Labs è al momento meno professionale e si parla solo di sharing con i propri amici e contatti di Facebook: come riportato sull'home page del sito,

... you can discover, create, and share Microsoft Office documents with your Facebook friends. Docs for Facebook lets you work from just about anywhere with the familiar Office experience...

L'idea di Docs sembra pratica ed efficiente, ma il mantenimento online di documenti anche riservati e dei quali non siamo completamente proprietari (!!!) fa sorgere più di qualche dubbio sia per la privacy che per eventuali falle di sicurezza: gli hacker di mezzo mondo non se ne staranno certo con le mani in mano...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 22 aprile 2010

Giornata della Terra, 40esimo anniversario anche su Facebook e Google

Il 22 Aprile di ogni anno, dal 1970, si festeggia nell'emisfero nord la Giornata Mondiale della Terra (Earth Day), una festività che coinvolge oltre 1 miliardo di persone in tutto il globo e che nasce negli Stati Uniti in difesa dell'ambiente. Tra le iniziative più importanti per il 40esimo anniversario, di sicuro la petizione al Congresso degli Stati Uniti per l'introduzione di una legge in favore del clima per dare l'impulso ad una vera rivoluzione energetica. Inoltre, per il prossimo 25 Aprile, è prevista una marcia ambientalista a Washington che sfocerà in un concerto in favore della terra al quale prenderanno parte, tra gli altri, anche Sting ed il regista di Avatar James Cameron.
Su Facebook il gruppo della "Giornata Mondiale della Terra - Internet Action" è raggiungibile all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=43010967198, iscrivetevi e partecipate numerosi alle iniziative proposte!
Per saperne di più, visitate la pagina su WikiPedia it.wikipedia.org/wiki/Giorno_della_Terra o la pagina ufficiale italiana all'indirizzo giornatamondialedellaterra.it.
Per l'occasione anche il logo di Google si rinnova, ecco una gallery con le immagini degli ultimi anni del motore di ricerca:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 21 aprile 2010

Facebook Lite, niente più login!

Facebook nella giornata di ieri ha detto addio alla sua versione Lite con un semplice ed efficace redirect all'homepage di Facebook. Con un comunicato ufficiale, il social network di Mark Zuckerberg dichiara definitivamente chiuso il sipario sulla versione Lite ed ogni tentativo di connessione verrà rediretto sulla classica home all'indirizzo facebook.com.
Insomma, sono bastati 8 mesi per decretare l'insuccesso del Facebook anti-banda larga: gli utenti, sempre più pigri ed abitudinari, hanno ormai fatto il callo al social network tappezzato di applicazioni tanto pesanti quanto inutili e script spremi bps... Per la gioia delle connessioni Adsl flat e delle compagnie telefoniche ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 20 aprile 2010

Facebook Italia saluta Sara e Francesca

All'indirizzo facebook.com/group.php? gid=118933728118221 è possibile iscriversi al gruppo nato a poche ore dalla scomparsa delle due ragazzine in gita scolastica a soli 14 anni, due angeli che volano in cielo per il crollo improvviso di una parete rocciosa sull'Isola di Ventotene. Facebook si stringe attorno alle famiglie di Sara Panuccio e Francesca Colonnello, studentesse della terza E, scuola media Anna Magnani a Morena (Roma), ed in poche ore già si sfiorano le 800 iscrizioni. I massi che hanno travolto la comitiva sono caduti da circa 6 metri, una delle ragazze è morta sul colpo, l'altra è stata rianimata sul posto ma è deceduta poco dopo: decine di persone si erano riversate sulla spiaggia scavando a mani nude per cercare di salvarle, ma per loro non c'è stato nulla da fare.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook il nuovo Grande Fratello

Gli aggiornamenti sulle impostazioni sulla privacy del mese scorso hanno lasciato l'amaro in bocca agli oltre 400 milioni di utenti che quotidianamente effettuano il Facebook login noncuranti (secondo la filosofia di Zuckerberg e soci) delle informazioni che vengono spifferate ai 4 venti. Come se non bastasse, i dati degli iscritti (foto incluse) verranno mantenuti dai server anche in caso di cancellazione dell'account e saranno automaticamente indirizzati verso applicazioni di "terze parti" a meno di non disattivare manualmente un check nascosto tra le impostazioni di privacy.
Se tutto ciò non vi sembrasse abbastanza, è in arrivo il nuovissimo pulsante "Like" che potrebbe vedere la luce già nelle prossime ore, grazie al quale i gestori del social network in blu non solo saprebbero vita morte e miracoli dell'utente DOPO che ha effettuato il login a Facebook e naviga nelle pagine del network, ma anche al di fuori dello stesso, potendo facilmente ricostruire la cronologia delle pagine web di suo gradimento per meglio indirizzare la pubblicità. La quale, ovviamente, andrà a rimpinguare le già floride casse di Mark Zuckerberg senza che lui abbia l'obbligo di rendere pubblici i suoi guadagni, essendo la sua società non quotata in borsa...
L'obiettivo del miliardo di Facebook login, ai ritmi attuali, è davvero dietro l'angolo e nemmeno un gigante come Google, tanto criticato per le sue policy tutt'altro che trasparenti in materia di privacy, sembra essere un angioletto nei confronti del social network in blu :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 19 aprile 2010

Su Facebook video di un bimbo che fuma, proteste e censura in arrivo?

Richiesta la censura per un video pubblicato su Facebook di un bambino di origini malesi ripreso mentre fuma una sigaretta. Il profilo di Aji Gumintang Akbar si è subito riempito di messaggi di protesta ed è stato chiesto da più parti la rimozione del video incriminato. Non è il primo caso registrato sul social network in blu, già a gennaio scorso le foto di un bimbo di appena 6 mesi con la sigaretta in bocca erano state oggetto di furiose polemiche che avevano portato ad una denuncia nei confronti della madre del piccolo.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 18 aprile 2010

Sarah Nile, ecco il numero di cellulare su Facebook

A Sarah Nile, ex concorrente del Grande Fratello 2009 nonchè amatissima coniglietta di PlayBoy, deve essere saltata qualche rotella: dopo aver manifestato la mancanza di Veronica Ciardi accanto a se, ha deciso per la gioia dei suoi quasi 29.000 fan su Facebook rendere pubblico il suo numero di telefono cellulare. Non si sa bene cosa abbia voluto dimostrare, fatto sta che la bella gieffina napoletana ha davvero lasciato il suo cellulare personale (3497586***) tanto che qualche fortunato è anche riuscito a parlarle. Più tardi scrive su Facebook: "caos totale ;)! raga nn sono impazzita ne vi prendo in giro(o forse si,un po sono impazzita)..cmq l ho fatto per voi perke mi regalate tante emozioni!e ve ne sono grata!cmq porcat...nn riesco a rispondereeeee". Per chi fosse interessato, il numero di cellulare è visibile dopo il consueto Facebook login sulla pagina ufficiale di Sarah Nile all'indirizzo facebook.com/pages/sarah-nile/90603981079.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 16 aprile 2010

Osama Bin Laden è su Facebook

Il leader di Al Qaeda è su Facebook: Osama Bin Laden lo utilizza regolarmente per mostrare i suoi video terroristici/propagandistici e parlare ai suoi militanti. Ad affermarlo è il quotidiano inglese The Sun, il quale ha anche aggiunto un particolare divertente: l'indirizzo della sua abitazione è "mountains of the world", probabilmente riferendosi alle zone montuose al confine tra Afghanistan e Pakistan. La pagina, se volete darci uno sguardo prima della prossima chiusura da parte dei gestori del network, è intitolata a "The leader of the Mujahideen Osama Bin Laden" e conta circa 1.000 sostenitori che scrivono tanto in arabo quanto in inglese.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La Pupa e il Secchione, il ritorno... del trash!

A volte ritornano: su Italia1 tutto è pronto per dare il via alla seconda edizione de "La Pupa e il Secchione - Il Ritorno", un reality che ben sintetizza quanto di più trash si possa guardare in televisione. Il conduttore storico della trasmissione, Enrico Papi, sarà affiancato questa volta da Paola Barale (nella scorsa edizione fu invece Federica Panicucci a tenere a battesimo il programma). Oggi la conferenza stampa che renderà noti i nomi dei concorrenti, ma già si sa che la modella Francesca Lukasik, già vista in MotoGP accanto a De Puniet nonchè fotografata da PlayBoy, sarà del cast. Se volete diventare fan su Facebook della trasmissione, effettuate il consueto login quindi digitate nella barra degli indirizzi:

  1. facebook.com/group.php?gid=111156022252650 - è il gruppo della Pupa e il Secchione - Il Ritorno
  2. facebook.com/pages/LA-PUPA-E-IL-SECCHIONE-IL-RITORNO/119078581439900 - è la fan page

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 15 aprile 2010

Addio Raimondo Vianello

E' morto Raimondo Vianello all'età di 87 anni, l'attore romano che ne avrebbe compiuti 88 il prossimo 7 maggio. La sua creatura più famosa e divertente, con la compagna Sandra Mondaini, resta senza dubbio la serie tv "Casa Vianello" che per oltre 20 anni ha portato l'amata coppia comica nelle case degli italiani. Che barba, che noia... Senza di te! Un abbraccio da parte di tutta Facebook Italia, ciao Raimondo!
Per diventare fan di Raimondo Vianello, eseguite il login quindi digitate nella barra del browser l'indirizzo è: facebook.com/pages/Raimondo-Vianello/40577463271. Se volete iscrivervi al gruppo "Addio Raimondo Vianello" invece digitate: facebook.com/group.php?gid=113501318672256.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 14 aprile 2010

Miliardari grazie al web, la classifica

Diventare ricchi con internet si può, e la dimostrazione più evidente è proprio nell'elenco dei miliardari nati e cresciuti a pane e web. Il profilo tipico? 40enne, brillante, pieno di iniziativa e di idee. Ecco la classifica stilata da Forbes sui miliardari grazie ad internet:

  1. 17,5 miliardi di dollari sia per Sergey Brin che per Larry Page, fondatori di Google nonchè dell'algoritmo del ranking delle pagine
  2. 12,3 miliardi per Jeff Bezos, il 46enne creatore di Amazon
  3. 6,3 miliardi di dollari per Eric Schmidt, anche lui proveniente da Google e Apple nonchè inventore di lex
  4. 5,9 miliardi per Masayoshi Son, 52enne presidente della SoftBank
  5. 5,2 miliardi di dollari per Pierre Omidyar, 42enne ideatore di eBay
  6. 4,8 miliardi per Hiroshi Mikitani (45 anni) ed il suo Internet Mall
  7. 4,7 miliardi per Charles Schwab (72 anni) fondatore della Schwab Corp. che ha fatto la sua fortuna con gli investimenti online
  8. 4,0 miliardi per il nostro caro vecchio Mark Zuckerberg, 25enne fondatore di Facebook

I fondatori di Yahoo non se la passano troppo bene, infatti con i loro 1,4 miliardi di dollari a testa a 40 anni suonati occupano la 19esima e 21esima posizione, ed ancora più in basso il 51enne Stephen Case di America OnLine con "soli" 1,1 miliardi di dollari... Poverino, organizzeremo a breve una colletta per lui ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Sfida sui Facebook-phone tra Microsoft e Nokia

Prendete un telefonino all'ultimo grido, togliete tutto il superfluo mantenendo l'accessibilità ai social network Facebook, Twitter e compagnia bella: ecco l'idea alla base dei nuovi smartphone di Nokia e Microsoft, rispettivamente C3, C5 ed E5 per il colosso europeo, Kin One e Kin Two per il brand di Zio Bill. I cinque social-phone escono praticamente in contemporanea e presentano caratteristiche simili (predisposizione per il web 2.0, accesso WiFi, fotocamera da 5 MegaPixel, quantitativi di memoria esuberanti, giochi, musica, sistemi di posizionamento aGps e tutte quelle chicche multitasking tanto amate dai teenagers) e prezzi a partire dai 100 euro per i modelli specificatamente indirizzati all'utenza non professionale, fino ai 220 euro circa se desiderate includere le funzionalità business/aziendali. Niente a che vedere con i BlackBerry o con l'Apple iPhone, ma la mossa congiunta di Microsoft e Nokia sembra decisamente azzeccata!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 13 aprile 2010

Gruppi contro il Papa a Malta, no alla statua a forma di pene!

La prevista visita di Benedetto XVI a Malta nel prossimo weekend porta con se qualche problema di troppo: dopo i manifesti che ritraevano il Papa con i baffi stile Adolf Hitler, su Facebook è stato aperto il gruppo "NO a Papa Benedetto XVI a Malta" che conta quasi 1000 iscrizioni (facebook.com/group.php?gid=97241719564). Rafforzate le misure di sicurezza sull'intera isola e controlli a tappeto negli aeroporti e negli scali marittimi, la polizia congiuntamente alla gendarmeria vaticana tiene sotto controllo l'intero territorio per evitare di far entrare gruppi di dimostranti contro Papa Ratzinger, anche alla luce degli ultimi scandali sui preti pedofili. La Chiesa maltese infatti è stata duramente colpita da una lunga serie di scandali perpetuati dagli anni '70 in poi. Ciliegina sulla torta, la richiesta di rimozione di una scultura dell'artista Paul Vella Critien, la cosiddetta "Colonna Mediterranea" (!!!), tutto simile ad un grosso pene eretto e collocata sulla strada che porta dall'aeroporto alla capitale La Valletta. Insomma, non si preannuncia di certo un weekend tranquillo per la visita del pontefice a Malta!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 12 aprile 2010

Elisa Claps, Facebook chiede di sconsacrare la SS. Trinità

Su Facebook è stato creato dai cittadini di Potenza un gruppo per raccogliere firme per sconsacrare la Chiesa della SS. Trinità, inadatta, secondo quanto si legge nella bacheca di suddetto gruppo, a continuare a svolgere la funzione di luogo di culto. Il 17 marzo scorso infatti, venne rinvenuto il corpo esanime della giovane Elisa Claps nel sottotetto della chiesa. Indipendentemente dalle responsabilità, ancora tutte da accertare, di chi ha saputo ed ha taciuto, la richiesta è di diventare fan all'indirizzo facebook.com/pages/Sconsacrare-la-chiesa-della-Trinita-un-atto-dovuto-per-Elisa-Claps/117179698296764. Al momento 947 utenti chiedono all'autorità ecclesiastica la sconsacrazione e la successiva creazione di una struttura polifunzionale intitolata ad Elisa Claps per la prevenzione dei maltrattamenti ed abusi sulle donne e sui minori.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 11 aprile 2010

Comunicazione di servizio

Nel weekend del 10 ed 11 Aprile 2010 questo blog è stato temporaneamente disattivato. La redazione di Facebook Italia si scusa con i tanti lettori abituali e con quanti ci supportano per l'inconveniente, grazie.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 9 aprile 2010

Facebook contro Minzolini: dimettiti!

I gruppi e le fan page su Facebook contro Augusto Minzolini sembrano moltiplicarsi di giorno in giorno: il popolo del social network in blu sembra non aver digerito per niente le notizie "inesatte" trasmesse dal Tg1 nè, tantomeno, il licenziamento di alcuni giornalisti Rai. Per domani 10 aprile è attesa una manifestazione davanti ai cancelli Rai di Viale Mazzini a Roma, intanto su Facebook le partecipazioni virtuali ai numerosi gruppi aumentano a dismisura. Eccone alcuni:

  • Minzolini Dimettiti (facebook.com/pages/MINZOLINI-DIMETTITI-/330287153310) conta 6521 fan
  • Minzolini Via Dalla Rai (facebook.com/pages/MINZOLINI-VIA-DALLA-RAI/258814552201) conta 4.460 fan
  • Boicottiamo il Tg1 di Augusto Minzolini (facebook.com/group.php?gid=92744818805) conta 6.934 iscritti
  • 10 domande a Minzolini (facebook.com/group.php?gid=184562705126) ha 2.500 fan
  • Minzolini via dal Tg1... Per la libertà di informazione (facebook.com/group.php?gid=93028882053) ha 3.381 membri
  • La dignità dei giornalisti e il rispetto dei cittadini (facebook.com/group.php?gid=380461210040) sfiora quota 200.000 iscritti

Per partecipare all'evento, effettuate il consueto login a Facebook quindi andate all'indirizzo facebook.com/event.php?eid=107434185949328 per tutte le informazioni

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 8 aprile 2010

Il social network Bebo ha i giorni contati

Quanti di voi hanno mai sentito parlare del social network Bebo? Davvero pochini, almeno così dicono le statistiche di accesso al network. Pagato fior di milioni di dollari (circa 850) solo nel 2008 da AOL/TimeWarner, è stato man mano abbandonato dagli utenti che sono migrati sui più trafficati Facebook e Twitter. Ora la società americana non sa più cosa farsene, ed all'orizzonte si prospetta una vendita (ma chi mai acquisterebbe un social network già fallito) o la chiusura definitiva. A rischiare il posto circa 40 dipendenti, che si troveranno senza i fondi necessari al rinnovo di Bebo nonchè al suo mantenimento... La concorrenza nel web 2.0 è davvero spietata, ne sà qualcosa MySpace.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 7 aprile 2010

Google Buzz si aggiorna in meglio!

Il gigante di Mountain View ha finalmente dato agli utenti di Buzz la possibilità di controllare le impostazioni sulla privacy ed il funzionamento della bacheca personale sulla falsariga di quanto avviene già da tempo su Facebook: niente più automatismi e persone "seguite" (i following/followers di Twitter) in base alle euristiche di Google, e finalmente una privacy più ristretta e più facilmente sotto controllo. Anche i siti collegati, che vanno da Picasa a Flickr, passando per Twitter stesso nonchè la Google Chat, sono attivabili e disattivabili con un click nel pannello delle impostazioni. Google Buzz sembra aver capito che per combattere Facebook deve prenderne tutte le caratteristiche più amate dagli utenti e togliere invece il superfluo... Siamo decisamente sulla giusta strada!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 6 aprile 2010

Facebook si schiera contro Minzolini ed il TG1

Sabato 10 Aprile 2010 è stata organizzata una protesta davanti alle sedi Rai delle maggiori città italiane, comprese Roma e Milano. Il popolo di Facebook è tutto contro il direttore del TG1 Augusto Minzolini e lo paragona ad Emilio Fede in quanto a servilismo berlusconiano. Non sono andati proprio giù i numerosi editoriali giudicati di parte e non obiettivi, nonchè le polemiche suscitate per il richiamo alla giornalista Maria Luisa Busi e per il cambio dei conduttori. I commenti sulla pagina di Facebook del TG1 (facebook.com/tg1.rai) continuano a raffica e nessuno sembra essere d'accordo con la nuova linea editoriale che ha portato, tra l'altro, ad un calo degli ascolti. La gente, dopo tutto, è così stupida come la si crede!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 5 aprile 2010

Terremoto L'Aquila, 1 anno dopo su Facebook

E' passato un anno esatto da quel 6 Aprile 2009 quando alle 3 e 32 la terra ha tremato a L'Aquila portando con se la morte per 308 persone e tante lacrime. Nel capoluogo abruzzese sono molte le iniziative per ricordare le vittime del disastro e Facebook non vuole essere da meno: il gruppo "Una candela per L'Aquila" conta già 30.400 iscritti è raggiungibile dopo il login all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=108759829143662 mentre la pagina per ricordare tutte le vittime del terremoto del 6 Aprile si trova all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=256337156061 e ne conta oltre 72.000. Domani sarà lutto cittadino e le famiglie aquilane unite in una specie di corona-umana lanceranno palloncini volare nel cielo.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 2 aprile 2010

Immagini e sfondi pasquali, auguri di Buona Pasqua 2010!

Per augurarvi una Buona Pasqua 2010, la redazione di Facebook Italia ha pensato di pubblicare una raccolta di foto e wallpaper a tema pasquale (pulcini, coniglietti e altri cuccioli assortiti). Ecco la gallery dedicata a voi lettori:



Tanti auguri a tutti.. E non mangiate troppa cioccolata!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'