mercoledì 30 dicembre 2009

Facebook (ed il vescovo) contro Gigi D'Alessio

"Diciamo no a Gigi D'Alessio" spopola su Facebook Italia ed ha come alleato nientemeno che il vescovo di Avellino, Mons. Francesco Marino: 130 mila euro, il compenso che il cantante percepirà per la sua esibizione del 31 dicembre, sembrano davvero troppi! Con quei soldi - afferma l'alto prelato - si potevano soddisfare le esigenze di quella gente che versa in stato di grande disagio. In difesa di Gigi D'Alessio arriva l'Assessore alla Cultura: il suo ingaggio servirà a promuovere la città di Avellino che da anni vive in una specie di cono d'ombra. Il giorno dopo il concerto inoltre sarà inaugurata la mostra sull'autoritratto di Acerenza di Leonardo Da Vinci nella Chiesa del Carmine. Il cantante napoletano taglia corto: dai 130.000 euro vanno tolti i compensi per gli altri artisti della serata, l'iva e le spese.
Di sicuro il mega concerto di Alessandra Amoroso (vincitrice di Amici) delle 22.30 otterrà un ottimo gradimento senza strascichi polemici. Chissà se anche l'accoppiata Gigi D'Alessio con Valeria Marini riscuoterà il successo sperato dagli organizzatori e se quei 130.000 euro saranno soldi spesi bene.
Per chi volesse iscriversi, ecco il link al gruppo su Facebook: http://www.facebook.com/group.php?gid=205455922304

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 29 dicembre 2009

Gli eventi che hanno segnato l'anno 2009

Il 2009 è ormai agli sgoccioli, un anno segnato dalla tecnologia e dal boom di Internet: basti pensare alla Facebook-mania dilagante, che tra l'altro è stata la protagonista indiscussa delle elezioni americane nonchè delle polemiche per i gruppi che ospita, all'avvento di Windows 7 che manda in pensione sia XP che Windows (s)Vista, nonchè della contromossa di Google con Chrome, la diffusione del digitale terreste ed Android e Nokia Maemo sugli smartphone per contrastare il dominio dell'Apple iPhone. Internet si è dunque trasformato da fonte di informazioni a spazio sociale nel quale ogni utente connesso, anche senza alcuna competenza tecnica, può interagire con gli altri stringendo relazioni sociali, uploadando foto e contenuti propri, facendo, in sostanza, crescere il web a modo suo.
Ma il 2009 ha visto anche tanti eventi brutti, primo dei quali la crisi economica mondiale, che ha portato al tracollo di tanti colossi dell'industria e della finanza, senza dimenticare l'influenza suina/A/H1N1. Restando in Italia, dolore e rabbia per il terremoto del 6 aprile a l'Aquila che ha portato alla morte di oltre 300 persone, 1500 feriti e più di 50.000 sfollati. A giugno, esplosione alla stazione di Viareggio di 2 vagoni che trasportavano gpl: l'Italia conta altri 32 morti. A settembre muore Mike Bongiorno, per lui funerali di stato nel Duomo di Milano. Ma vengono a mancare, tra gli altri, il re del pop Michael Jackson e l'attore di Ghost Patrick Swayze. Infine le aggressioni di Silvio Berlusconi e Papa Benedetto XVI, seguite da fiumi di polemiche su Facebook, il nobel per la pace al presidente Barack Obama, le violenze per i brogli elettorali in Afghanistan, le manifestazioni bagnate di sangue in Iran in diretta su Twitter e YouTube, il terremoto nel Pacifico che a Sumatra ha mietuto oltre 1100 vittime...
Speriamo di avere un 2010 migliore, tanti auguri a tutti!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 28 dicembre 2009

Elenco delle faccine nella chat di Facebook

Ecco la lista completa di tutte le faccine visualizzabili nella chat di Facebook:

sorriso
:-) :) :] =)

triste
:-( :( :[ =(

lingua
:-P :P :-p :p =P

risata
:-D :D =D

gasp
:-O :O :-o :o

occhiolino
;-) ;)

occhiali
8-) 8) B-) B)

occhiali da sole
8-| 8| B-| B|

capriccioso
>:( >:-(

insicuro
:/ :-/ :\ :-\

piango
:'(

diavolo
3:) 3:-)

angelo
O:) O:-)

bacio
:-* :*

cuore
<3

contento
^_^

ammicco
-_-

confuso
o.O O.o

arrabbiato
>:O >:-O >:o >:-o

pacman
:v

broncio
:3

robot
:|]

Chris Putnam
:putnam:

squalo
(^^^)

pinguino
<(")

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

No ai fuochi proibiti, il gruppo su Facebook

Siamo quasi a 2000 iscrizioni a "Per Capodanno diciamo no ai fuochi proibiti", il gruppo su Facebook, raggiungibile all'indirizzo http://www.facebook.com/ group.php?gid=39657428075 che riscuote larghi consensi soprattutto sotto le festività natalizie. Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, offre il suo sostegno alla battaglia contro i botti illegali che mietono vittime, l'ultima proprio poche ore fa. L'idea è nata per sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto al problema dei botti proibiti che sembra non avere soluzione.
L’anno scorso il bilancio ufficiale fu di 382 feriti (dei quali 28 gravi) e 1 morto. Quest’anno ci auguriamo fortemente che, grazie anche alla nostra iniziativa, il bilancio possa portare la cifra 0 sia per quanto riguarda i feriti che i morti!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 27 dicembre 2009

Aggressione al Papa, i gruppi su Facebook

Decine di gruppi di fan su Facebook inneggianti a Susanna Maiolo, la ragazza con problemi psichici che, durante la messa del 24 Dicembre, ha tentato di aggredire Papa Ratzinger: così il social network in blu diventa terreno fertile per nuovi fiumi di polemiche dopo il successo dei gruppi pro e contro l'aggressione al premier Silvio Berlusconi. Molto dure le dichiarazioni del ministro Gianfranco Rotondi: la presenza di fan per Susanna Maiolo conferma la necessità di interventi legislativi che evitino la presenza di gruppi di individui inneggianti alla violenza.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 25 dicembre 2009

Auguri di Buon Natale





Un caloroso augurio di Buon Natale 2009 da parte della redazione di Facebook Italia a tutti i lettori!


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 24 dicembre 2009

Google Chrome, i segreti dietro le quinte!

Avete già scaricato Google Chrome OS? Visto quanto è veloce? Ecco i video che svelano cosa succede realmente "dietro le quinte" del sistema operativo/browser di Mountain View. Incredibile ;)





Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 23 dicembre 2009

Foto di Natale con Eminem e Facebook

Dopo l'animazione natalizia degli Elfi, ecco un'altra divertentissima occasione per fare gli auguri di Natale in modo originale: il rapper Eminem (si proprio lui) nei panni di Santa Claus, a dire il vero un pò scocciato, offre le proprie ginocchia per una foto davvero insolita. Basta andare a questo indirizzo http://www.eminem.com/printroom/ ed effettuare il login a Facebook per poter caricare la foto del vostro profilo. Se poi volete proprio esagerare, potete chiederne la stampa al prezzo di 24.95 dollari, che saranno devoluti in beneficenza alla Marshall Mathers Foundation.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 22 dicembre 2009

Fare gli auguri in modo originale con Facebook ed ElfYourSelf

Siete stanchi delle solite email tristi e lacrimose per gli Auguri di Natale? Facebook Italia vi propone un modo davvero divertente per fare gli auguri a tutti i vostri amici: basterà andare sul sito http://www.elfyourself.com/ e uploadare una vostra foto (oppure scegliere quella del vostro account Facebook, basterà fare login e selezionarla). Il risultato? Davvero esilarante!!! Se poi volete esagerare, potete uploadare fino a 5 elfi che ballano e fanno mossette a tempo di musica sullo schermo del vostro computer... E se volete inviarci i vostri fotomontaggi elfici, segnalateceli con un commento, grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 21 dicembre 2009

In Gran Bretagna Facebook batte X-Factor, RATM in testa alla classifica!

La battaglia nata su Facebook contro lo strapotere di X-Factor nella top ten degli album più venduti nel Regno Unito ha un vincitore, anzi, due: il gruppo fondato da Jon Morter, è riuscita nell'intento di mandare al primo posto delle classifiche dei singoli natalizi l'inno "Killing In The Name" dei Rage Against The Machine, al posto del dominatore preannunciato "The Climb", la ballad partorita dal fenomeno X-Factor e cantata da Joe Mc Elderry. Le reazioni non si sono fatte attendere, così come i complimenti di Simon Cowell: "Mi congratulo per la brillante campagna messa in atto da Jon Morter". Tom Morello, chitarrista dei RATM: "E' una vittoria che dimostra che la gente ne ha abbastanza del pop preconfezionato imposto dalla televisione". La band ha annunciato che devolverà in beneficenza parte degli introiti e terrà un concerto gratuito in Gran Bretagna. Ed il secondo vincitore? Ma ovviamente Sony Music, etichetta discografica di entrambi i brani!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Samsung Omnia2 i8000, lo smartphone 3D pronto per Facebook

Design pulito ed elegante, spessore ridotto, grande schermo touchscreen, potenza e funzionalità da vendere: ecco le carte che mette in tavola la koreana Samsung presentando il nuovo cellulare Omnia II i8000. A primo impatto si nota subito il grande schermo a tecnologia AMOLED con risoluzione 800x480 e lo spessore davvero ridotto (12 millimetri), che suggerisce la scomparsa della tastiera Qwerty, resa inutile dal touchscreen davvero ben fatto e reattivo. Equipaggiato con Windows Mobile 6.5 e di TouchWiz2 3D, che permette un facile accesso a Facebook, Twitter ed agli altri social network, lo smartphone risponde in modo istantaneo, sintomo di tanta potenza sotto la scocca. A completare il tutto, una fotocamera da 5 megapixel con capacità di registrare video a risoluzione 720x480 pari a quella dei DVD, le connessioni WiFi, BlueTooth ed HSDPA (fino a 7.2 megabit), la grafica 3D integrata, l'utilissimo AGPS e lo slot di espansione microSD. Il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno ai 400euro, oppure, in alternativa, scrivete pure a Babbo Natale!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 19 dicembre 2009

La privacy su Facebook va sempre peggio

La nuova privacy di Facebook è molto meno sicura di prima: è quanto emerge dalle dichiarazioni di numerosi esperti in sicurezza informatica d'oltreoceano. Il social network più importante del mondo, spinto da più parti a modificare le impostazioni della privacy, ha fallito nel suo intento. Infatti allo stato attuale, con i settaggi raccomandati di default, i dati personali di ogni utente sono visibili da molti più utenti rispetto alle precedenti impostazioni, rendendo di fatto vano il lavoro dei tecnici che per mesi hanno lavorato sulla piattaforma per renderla più sicura. La Electronic Privacy Information Center (EPIC), insieme ad altri gruppi di consumatori, hanno presentato un dossier alla Federal Trade Commission contro Facebook e le sue modifiche nelle impostazioni della privacy. In particolare vengono criticati i settaggi della privacy che esporrebbero i dati personali di più di 100 milioni di americani agli occhi del mondo... Il consiglio da parte nostra è modificare manualmente le impostazioni nonchè seguire attentamente le 10 regole di sicurezza rese note da Facebook poche settimane fa.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 18 dicembre 2009

Asilo Cip e Ciop, chiuso gruppo su Facebook

La Polizia Postale di Imperia ha appena fatto chiudere un gruppo di discussione su Facebook che "dileggiava i bambini dell'asilo Cip e Ciop di Pistoia". A confermarlo lo stesso Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, il quale nei giorni scorsi aveva segnalato agli inquirenti il gruppo su Facebook che definiva "luridi provocatori" i bimbi. Un ringraziamento alla polizia postale per la prontezza manifestata nell'attività anche da noi di Facebook Italia. Ricordiamo che per la vicenda dell'asilo nido Cip e Ciop sono state arrestate Laura Scuderi, la titolare, ed Elena Pesce, una operatrice, con l'accusa di maltrattamenti sui minori.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Annuncia la morte del figlio in diretta su Twitter, choc!

Fiumi di polemiche su Twitter e su Shellie Ross, la mamma che ha annunciato ai suoi 5000 followers sul social network del cinguettio la morte del suo piccolo Bryson di 2 anni annegato nella piscina di casa sua. "Pregate come non avete fatto mai, il mio bambino di 2 anni è caduto in piscina" aveva scritto Mrs. Ross. Poi, circa 5 ore più tardi, un nuovo macabro annuncio: "Ricordando il mio bambino da 1 milione di dollari" con tanto di foto del piccolo.
Inutile dire che, contro la mamma, si sono scatenati fiumi di polemiche, anche se gli esperti calmano gli animi: in certi casi le comunità virtuali di Facebook e Twitter funzionano come una rete di sostegno. Tuttavia è davvero difficile capire come si possa pensare a Twitter in un momento tanto tragico quanto unico, come la morte del proprio figlio! Shellie Ross, ad onor di cronaca, ha reagito molto male, augurando di finire all'inferno a chiunque osi criticarla!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 17 dicembre 2009

Razza ed etnia negli USA? Te lo dice Facebook

Un recente studio basato sui dati degli utenti di Facebook ha evidenziato come, sui circa 100 milioni di americani iscritti al social network in blu, l'11% circa sia costituito da afro-americani, il 9% sia di origine latino-americana mentre il 6% provenga dall'asia: dati alla mano, è in atto una rapida crescita dei latino americani e dei neri sul social network. La cosa curiosa è che su Facebook non è possibile specificare la propria etnia di appartenenza, ma i ricercatori sono riusciti ad incrociare i dati del social network con quelli archiviati nel database US Census Bureau che ha permesso di correlare i cognomi con le varie etnie e razze.
Ad esempio è possibile dire che il 90% di coloro che si chiamano Washington sono afro-americani, ed il 95% dei "Zavala" è invece latina!
Tali ricerche sono state svolte, a quanto dicono, solo per capire quanto la popolazione del social network rispecchi la società americana. In realtà sono davvero lontani i tempi di "The Facebook" (a destra uno screenshot di come appariva la creazione di Mark Zuckerberg fino a poco tempo fa), e l'operazione sembra a tutti gli effetti una mera indagine commerciale per centrare meglio i futuri clienti-target!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La sfida a chi ce l'ha più piccolo tra Google e Facebook...

Google contro Facebook, entrambi contro byt.li, il servizio di accorciamento delle url più utilizzato del web che permette, dato un indirizzo anche molto lungo, di ottenerne uno cortissimo, nell'ottica di facilitare la diffusione dello stesso nei social network, Twitter in primis. Infatti il social network del cinguettio, che sta avendo un vero e proprio boom all'estero, mentre in Italia è pressochè sconosciuto, ha imposto un limite ai messaggi di stato pari a soli 140 caratteri ed un servizio del genere è fondamentale per non sforare le dimensioni consentite! Facebook ha lanciato fb.me, Google ha risposto con goo.gl per ora utilizzabile solo con Google Toolbar... Staremo a vedere chi dei 3 riuscirà a prevalere e ce l'avrà più corto: altro che il Principe sul Pisello del GF10 ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 16 dicembre 2009

PayPal sbarca su Facebook con Send Money

Facebook entra prepotentemente nel settore delle transazioni monetarie via web appoggiandosi a PayPal ed a Send Money, una applicazione appositamente sviluppata per il social network in blu: per utilizzare il servizio ed inviare denaro con Facebook basterà visitare la pagina ufficiale dell'applicazione Send Money ed installarla facendo click su "Get Started". Sarà ora richiesto di compilare i campi della form, quindi facendo click su "Continue to PayPal" bisognerà autenticarsi con i propri dati di login (oppure creare un nuovo account). Prima di inviare il denaro potremo scegliere sia il metodo di pagamento desiderato (conto PayPal o conto Bancario) nonchè un messaggio personale da aggiungere al denaro inviato. Alla pressione del pulsante "Send" il destinatario verrà avvisato tramite email dell'avvenuto pagamento.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 15 dicembre 2009

Manda gli auguri al Papa con Facebook e Pope2You

Da oggi attraverso il sito www.pope2you.net sarà possibile inviare gli auguri di Natale a Benedetto XVI. L'iniziativa è stata realizzata dal Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, ed è proposta per questa Santo Natale. Sia attraverso Facebook, che il portale web Pope2You, gli utenti in tutto il mondo, attraverso un servizio appositamente realizzato in 5 lingue, potranno scambiarsi gli auguri che lo staff del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali ha preparato per loro, con le parole del Papa e bellissime fotografie ufficiali dell'Osservatore Romano.
Ma la cosa più importante e veramente nuova, sarà la possibilità di mandare al Santo Padre i propri auguri, sia in forma testuale che attraverso fotografie. Pope2You rappresenta il portale ufficiale del Vaticano attraverso il quale stringere un contatto ed una amicizia con il Papa. Un portale che si sta costruendo in modo stabile e che vuole rappresentare, nelle intenzioni del Consiglio, un supporto importante per veicolare ai giovani le parole, i messaggi e le iniziative del Papa. Nato come luogo di scambio di immagini papali, Pope2You diventerà da quest'anno un vero e proprio "canale di comunicazione" tra il Papa ed i "suoi" giovani. Pope2You ha avuto in meno di 8 mesi oltre 7 milioni di contatti e per questo Natale offre una grande novità: sarà infatti possibile inviare gli auguri di natale al Papa. Inoltre il Papa ha inviato i suoi auguri tramite Pope2You. Questi auguri si potranno condividere con i propri amici su Facebook, ed in tutto il web.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

URL più corte grazie a Google Toolbar e FeedBurner

Il colosso di Mountain View ha rilasciato nella giornata di ieri una versione aggiornata della Google Toolbar e FeedBurner che offrono un servizio di accorciamento delle Url appoggiandosi al servizio chiamato Google URL Shortener. Tale servizio è principalmente indirizzato al microblog Twitter (ma anche a Facebook) il quale vede crescere consensi e popolarità giorno dopo giorno. Per chi non fosse familiare con il servizio di accorciamento, ricordiamo che consiste semplicemente nel trasformare una Url anche molto lunga (ad esempio http://facebook-italia.blogspot.com/) in una costituita da pochi caratteri (http://goo.gl/RHs4) in modo da essere facilmente condivisibile con gli altri: ciò si rende necessario visto il numero davvero ristretto di caratteri messo a disposizione dal social network dei tweets. Secondo Google, il servizio offrirà, rispetto agli altri simili, maggiore stabilità, sicurezza (filtrando siti potenzialmente dannosi con gli stessi algoritmi utilizzati dal motore di ricerca) e soprattutto velocità (la principale occupazione dei tecnici di BigG sarebbe stata quella di assicurare un servizio "as quick as possible").
Allo stato attuale, Google URL Shortener è utilizzabile solo dalla Toolbar e da FeedBurner (http://goo.gl/), e se sarà ritenuto utile, verrà ampliato il bacino d'utenza entro pochi mesi.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 14 dicembre 2009

Aggressione a Silvio Berlusconi, gruppi pro e contro su Facebook

Su Internet, a poche ore dall'aggressione di Milano subita da Silvio Berlusconi al termine di un comizio, sono nati diversi gruppi che inneggiano a Massimo Tartaglia, 42enne con problemi psichici ed in cura da diversi anni che ha assalito il presidente del consiglio lanciandogli, a quanto sembra, una miniatura-souvenir del duomo di Milano. A fronte delle numerose pagine, nonchè delle forze politiche, che, unanimi, criticano il folle gesto (ricordiamo che il primo ministro è stato ricoverato al S. Raffaele per la lesione sul viso e la frattura di setto nasale e di 2 denti a causa dell'oggetto scagliato contro), sono state aperte altrettante pagine su Facebook e Twitter che sostengono gli attacchi fisici al premier: la più gettonata conta oltre 50.000 adesioni, ma le altre non sono da meno. Ecco cosa scrivono gli amministratori di uno dei gruppi anti-berlusconi: "Il gruppo condanna il gesto fisico di Tartaglia ma lo appoggia moralmente, onore a Massimo Tartaglia". Ed ancora: "Tartaglia santo subito". Ciliegina sulla torta: "Tartaglia patriota come Gaetano Bresci".
Siamo alla follia pura :(

---

Aggiornamento del 15 dicembre 2009:

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, tramite la pagina ufficiale del PdL (www.ilpopolodellaliberta.it), ringrazia le persone che gli sono state vicine e le tantissime testimonianze di affetto ricevute. La redazione di Facebook Italia, unendosi a quanti hanno lasciato un messaggio, porge i migliori auguri di pronta guarigione al Premier Berlusconi.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 12 dicembre 2009

Gruppo Facebook contro il vincitore di X-Factor inglese

Sono ormai un pò di anni che il vincitore di X-Factor inglese piazza il proprio album al primo posto in classifica per parecchie settimane. Ma a quanto pare qualcuno ha deciso di rompere le uova nel paniere a Simon Cowell, così è stato aperto un gruppo su Facebook che conta oltre 40.000 persone che si stanno mettendo d'accordo per comprare il cd dei Rage Against The Machine, nello specifico il ben poco natalizio Killing In The Name. Staremo a vedere se riusciranno nel loro intento...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 11 dicembre 2009

Cancellarsi definitivamente da Facebook

Se siete stanchi di essere sul social network dominatore incontrastato delle classifiche e delle preferenze degli utenti, è arrivato il momento di cancellare il vostro profilo da Facebook. La procedura da seguire richiede un pò di tempo ma assicura la cancellazione definitiva da Facebook: per prima cosa dovete cancellare, uno per uno, tutti i vostri contenuti, le foto inserite, i commenti, i messaggi di posta, le sottoscrizioni ai gruppi e quant'altro (non vorrete mica lasciare tutto sui server del social network in blu vero?!). Ora, per completare la procedura, basterà fare click su http://www.facebook.com/help/contact.php?show_form=delete_account, inserire la propria password di Facebook e scrivere correttamente il codice captcha. Bentornati nella vita reale ;)

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 9 dicembre 2009

Google real-time search per Facebook e Twitter

Il motore di ricerca Google ha lanciato le ricerche in real time che includono i due social network Twitter e Facebook: ciò significa che i messaggi di stato degli utenti appariranno immediatamente nella parte inferiore della pagina non appena Google riceverà nuovi dati. Tali dati scorreranno in tempo reale senza la necessità di ricaricare le pagine (a meno di non premere il pulsante di stop). La nuova feature del colosso di Mountain View sarà disponibile anche per gli smartphone di ultima generazione, incluso l'Apple iPhone. "L'idea è quella di visualizzare gli aggiornamenti in diretta da Twitter, FriendFeed e Facebook, così come le notizie ed i post dei blog che sono stati pubblicati pochi secondi fa" afferma un portavoce di Big-G. Ovviamente ai risultati viene applicato il principio dell'ordinamento tramite PageRank/TrustRank alla stregua dei normali risultati delle ricerche. In un evento organizzato presso il Computer History Museum in California, Google ha detto che questa era la prima volta che un motore di ricerca integrava il web 2.0 in tempo reale nella sua pagina dei risultati.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 4 dicembre 2009

Facebook contro Zerrin Sukut, la ragazzina che squarta un gatto e pubblica le foto

Tutti contro Zerrin Sukut, la ragazzina di 15 anni che vive a Yalova (presso Istanbul) e che ha pubblicato sul suo profilo Facebook circa 20 foto raccapriccianti che la ritraevano intenta a squartare un povero gatto. Putiferio in Turchia ed in tutto il web, il profilo è stato prontamente cancellato ma le foto del micio seviziato e mutilato dalla ragazza, munita di guanti bianchi da chirurgo e di un coltello da cucina, avevano ormai fatto il giro di internet.
Facebook si è subito scagliata contro il crudele gesto, tanto che i gruppi anti-Zerrin e le adesioni continuano ad aumentare di ora in ora. Davanti alla polizia, Zerrin non ha avuto problemi ad ammettere la paternita' del gesto ed ha confessato di far parte di una setta satanica. Purtroppo non si hanno notizie di provvedimenti contro la ragazza.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

8.8.8.8 e 8.8.4.4, i DNS pubblici di Google che fanno infuriare OpenDNS

I Google Public DNS (Domain Name System) sono finalmente online e, secondo il gigante di Mountain View, promettono di velocizzare la vostra navigazione, incrementare la sicurezza ed ottenere i risultati che aspettavate senza assolutamente alcun redirect, filtro o blocco. Tutto molto bello, ma... cosa è un DNS? Per farla breve, è la parte dell'infrastruttura del web che funziona come una specie di "pagine gialle di internet": ogni volta che digitiamo un indirizzo, il nostro computer effettua una ricerca in queste "pagine gialle" per risolvere i nomi simbolici in indirizzi fisici. Purtroppo, ogni medaglia ha il suo rovescio: Google sta agendo sul web tentando di diventarne monopolista assoluto, una specie di Grande Fratello mediatico. Basti pensare agli errori di digitazione sugli indirizzi: correggerli ed indirizzare gli utenti verso determinate pagine sarebbe una cosa davvero apprezzabile, se non fosse che Big G già ricava miliardi di dollari con la pubblicità online, e controllare anche i DNS consegnerebbe de facto a Google le chiavi del web.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'