sabato 28 febbraio 2009

Facebook continua a crescere: 8.500.000 gli italiani

La crescita di Facebook continua ad un ritmo del 30% di nuovi iscritti mese su mese. Da fine Gennaio ad oggi gli utenti sono cresciuti di 2 milioni, arrivando a sfiorare gli 8.500.000 (il 38% della popolazione connessa). Per i dettagli vi rimando all’Osservatorio Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Aiuto, Facebook vuole chiudere il mio account!

E’ probabile che in questi giorni vi arrivi un messaggio, sotto forma di notifica, che vi avvisa che qualcuno ha richiesto la chiusura del vostro account su Facebook, con tanto di link ad una applicazione che si chiama “closing down”, o simile. L’invito è di premerci sopra per avere altri dettagli. Bene, non fatelo: l'applicazione è soltanto una truffa.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Lavoro noioso? Ti licenzio!

Frequentatori assidui di Facebook, siete avvisati: lasciare commenti sul lavoro che svolgete, e che non vi piace, potrebbe costarvi molto caro. Ne sa qualcosa una certa Kimberly Swann, giovane segretaria di una piccola azienda inglese, che è stata licenziata a seguito dei suoi numerosi commenti che, a detta dei vertici dell'azienda, screditavano la società mettendola in cattiva luce. In particolare non è piaciuto il definire "tanto noioso" e "ripetitivo" il proprio lavoro su Facebook è bastato per farle recapitare una lettera di licenziamento. Quindi state attenti a ciò che pubblicate nel vostro profilo pubblico, potreste in un futuro pentirvene!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 27 febbraio 2009

Facebook e Badoo in Italia

Fabio Giglietto sta conducendo un’importante ricerca sui social network in Italia, con particolare riferimento a Facebook e Badoo. Facebook pare essere prevalentemente usato nel nord Italia e Badoo nel centro e soprattutto nel Sud. Un'ipotesi suggestiva che si basa sul volume di ricerche effettuate dagli italiani e, aggiungo, anche sulle evidenze mostrate da Google Trends for WebSites. Fino a 25 anni gli utenti di Facebook sono più donne che uomini, mentre per Badoo questo avviene solo nel segmento dei diciottenni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Minacce informatiche sfruttano Facebook

Trend Micro mette in guardia gli utenti contro ''Facebook closing down'', una nuova minaccia informatica che sfrutta il noto sito di social network per raccogliere migliaia di dati personali. Una falsa applicazione invia agli utenti notifiche per presunte violazioni dei ''termini e condizioni del servizio'' di Facebook, invitandoli a cliccare su un link per scoprire il motivo del richiamo.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Fiesta Movement, Ford va su Facebook

Si chiama "Fiesta Movement" ed è il programma attraverso cui Ford procederà alla selezione di 100 clienti che avranno la possibilità di guidare la nuova Fiesta e quindi di raccontare la propria esperienza su siti di social networking come Facebook, FlickR e YouTube. Le 100 Fiesta a cinque porte utilizzate nel programma provengono dallo stabilimento di Colonia e vantano il collaudato motore Ti-VCT benzina da 1,6 litri con 120 cavalli, mentre i veicoli messi in vendita sul mercato nordamericano, dove l'auto sarà lanciata nel 2010, verranno invece prodotti a Cuautitlán, in Messico.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Chi ha bisogno di Facebook se basta una felpa?

Se siete tra le 'vittime' di Facebook e non sapete resistere alla tentazione di connetervi per salutare gli amici o trovarne di nuovi... preparatevi a un duro colpo. Il social network potrebbe non essere il sistema più trendy del momento. A volte basta una felpa, tecnologica, per dare una prima indicazione della propria personalità e di capire quali altre personalità interessanti passeggiano nei dintorni. Ovviamente occorre assoggettarsi a una certa uniformità di abbigliamento... ma se il progetto dovesse trovare uno sviluppo comerciale, è possibile che la scelta non sarà ridotta al colore della felpa!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook: nasce il gruppo "latino lingua ufficiale d’Europa"

Facciamo del latino la lingua ufficiale d'Europa. L'iniziativa era stata lanciata più di un anno fa e aveva registrato un discreto successo. Adesso è nato un gruppo su Facebook che ancora non conta molti sostenitori ma non è escluso che possa presto trovarne tanti altri. I primi iscritti sono calabresi del basso jonio catanzarese e il gruppo si chiama “LATINO LINGUA UFFICIALE D’EUROPA”. Fra i primi argomenti in discussione nel gruppo c’è: Protectionismum statalem. Si tratta di commentare un articolo tutto scritto in latino pubblicato su un quotidiano on-line, “Ephemeris”. Titolo e sottotitolo dell’articolo “Congressus civitatum gregis septenarii – Una recessioni repugnemus” sono una piacevole lettura per gli appassionati della lingua di Cicerone e il contenuto dimostra che il Latino non è affatto una lingua morta.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 26 febbraio 2009

Come vincere un Nokia 5800 su Facebook

Nokia ha creato una applicazione Facebook legata ad un concorso che mette in palio tre cellulari 5800 XpressMusic ed altri premi: per partecipare al concorso "Xpress Your Touch" è stata realizzata una applicazione Facebook con cui è possibile creare la propria playlist di 5 canzoni che esprima in vario modo il concetto di "touch". Per partecipare e vincere basterà seguire questi semplici passi:

  • vai qui http://apps.facebook.com/nokia_playlist/
  • crea la tua playlist scegliendo uno dei tre temi indicati
  • alla fine della creazione aggiungi il widget al tuo profilo in modo che sia visibile a tutti gli amici che vorranno votare la tua playlist (vedi immagine)
  • invita quanti più amici possibile a creare la propria playlist e votare la tua

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

"Il nucleare è costoso e pericoloso" Bresso punta ad investire sul rinnovabile

Lo ha scritto a chiare lettere anche sul suo status su Facebook, la presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso: il nucleare è costoso e pericoloso. Continuiamo a investire sulle fonti rinnovabili pulite e più economiche. La Regione è contraria alla possibilità di costruire in Piemonte una delle quattro centrali nucleari di terza generazione previste dall’accordo firmato tra i Governi italiano e francese. L'opposizione, con le parole di Enzo Ghigo, coordinatore piemontese Fi-Pdl parla di posizione ideologica pregiudiziale e antiquata della Bresso.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Marco Melandri prova in Qatar la Kawasaki MotoGP

Marco Melandri parteciperà nel weekend alla sessione di test in notturna programmata in Qatar sul circuito di Losail, che ospiterà la prima prova del mondiale MotoGp. Il pilota di Ravenna salirà in sella alla stessa Kawasaki provata in occasione dei testi di Valencia e a Phillip Island a fine 2008. "Per il momento proverò la moto a Losail - ha scritto su Facebook il romagnolo -. Valuteremo se è il caso di correre soltanto dopo il test".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Nucleare in Italia: nell'accordo Berlusconi-Sarkozy ci sono alcuni punti poco chiari

Intanto che su Facebook dilaga la protesta contro il nucleare c'è chi come Ecoalfabeta analizza punto per punto le proposte avanzate dal premier Silvio Berlusconi durante il suo incontro di ieri con il presidente francese Nicolas Sarkozy.I due infatti avrebbero firmato a Roma l'accordo che vedrà Italia e Francia più vicine nella produzione di energia atomica. Tra le altre cose sarebbe prevista la realizzazione di almeno quattro centrali di terza generazione nel territorio italiano e due "memorandum of understanding" tra i due gruppi elettrici Enel ed Edf.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Gmail irraggiungibile, ecco cosa è successo alla posta di Google

Nella giornata di ieri il servizio Gmail di Google è rimasto irraggiungibile per diverse ore: gli utenti sono entrati nel panico cercando in ogni modo di interagire con l'eccellente servizio di Mountain View, che nell'occasione si è "beccato" parecchie critiche da diversi siti e blog. La spiegazione, fornita dagli stessi gestori della piattaforma email, è avvenuta sul blog ufficiale: "Una procedura di aggiornamento di routine non andata a buon fine, ecco la causa del disservizio di ieri a Gmail. Google si scusa e offre un piccolo risarcimento ai propri clienti premium". In pratica, durante un aggiornamento all'interno del Data Center europeo di Google, il traffico è stato deviato su altre risorse che, però, non sono state capaci di gestirlo sovraccaricandosi e mandando giù, in uno strano effetto a catena, anche gli altri centri. Al momento, i tecnici e gli ingegneri di Google stanno lavorando per cercare di capire le cause ed evitare in futuro che si ripresentino.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Nucleare, le Regioni si dividono

Il ministro Scajola assicura che "il clima è cambiato rispetto al referendum del 1987: c'è bisogno di energia certa a costi contenuti e credo che la gente lo abbia capito". Ci sono già gli accordi con la Francia, precisa, "ma può darsi che arrivino anche gli americani e i russi". Una posizione, la sua, che in linea di massima trova riscontro in tutte le regioni governate dal centro-destra, ma l'equazione non è perfetta.
In Sardegna, per esempio, il neo-eletto presidente Ugo Cappellacci, non intende aderire all'appello, anzi, ha firmato un accordo con il Partito Sardo d'Azione per denuclearizzare la regione. Di più: sul suo profilo Facebook rispondendo ad una domanda sull'eventualità di un sito sardo, Cappellacci rassicura gli elettori: "State certi che dovrebbero passare sul mio corpo prima di fare una cosa simile".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 25 febbraio 2009

Cresce il traffico web mobile grazie a Facebook

L’utilità del cellulare? Certamente non più la comunicazione vocale, troppo semplice e scontata. Mentre aumenta sempre di più il traffico internet sui telefonini per il boom delle navigazioni varie e dei social network, facendo registrare ottimi fatturati agli operatori del settore wireless, calano i ricavi provenienti dal traffico vocale.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Legge Facebook e uccide la moglie

Cambiare il proprio status su Facebook, può segnare la propria condanna a morte? Sempre più spesso questo social network si trova al centro di accesi dibattiti. I protagonisti di questa vicenda, finita in tragedia con la morte di entrambi i coniugi sono Gary Grinhaff, ingegnere elettronico e la moglie Tracy, parrucchiera. Tutto avrebbe avuto inizio quando Tracy comincia una relazione clandestina con un amico del marito. Insospettito, Gary, piazza delle microspie nell'auto della moglie, si rivolge ad un investigatore privato e inizia a pedinarla egli stessi, per mezzo di un'automobile nuova acquistata all'insaputa di Tracy.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Social network in panne, Twitter è il peggiore

Una interessante statistica è stata pubblicata nei giorni scorsi per segnalare quanto i vari social network siano stati offline durante il 2008. Le disfunzioni possono avere varia natura, ma l’effetto per l’utente finale sono sempre le stesse: il sito è irraggiungibile, si determina una sensazione di sfiducia e l’immagine ne risente quando tali disfunzioni durano più della pazienza dell’utente. L'indagine non poteva essere pubblicata in un momento migliore: nella giornata di ieri GMail è stato offline per alcune ore portando nel caos milioni di utenti totalmente dipendenti dalla bontà del servizio di posta made in Google.
In questa speciale classifica Twitter è decisamente il peggiore nel settore di riferimento con oltre 80 ore di stop in un solo anno. Linkedin fa molto meglio, ma è comunque in coda. Tra i colossi, svetta MySpace seguito a ruota da Facebook il quale, nonostante il boom di accessi, sembra avere dei server che non soffrono i picchi di traffico generato dai suoi milioni di utenti.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Elezioni universitarie, campagna elettorale infuocata

Le stesse frasi sono anche state riportate su un gruppo di Facebook chiamato Popolo delle libertà, creato, a dire degli stessi fondatori ed amministratori, allo scopo di sostenere la candidatura di Carlo Saffioti alla guida della Città. Chiediamo ad Azione Universitaria di dissociarsi da quanto riportato dai loro alleati di lista. Chiediamo la stessa cosa a Carlo Saffioti, perché la città di Bergamo non merita di avere per candidato sindaco chi si fa portavoce di istanze razziste. Infine, pretendiamo dagli Universitari di destra le immediate scuse per quanto da loro affermato".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 24 febbraio 2009

Cremona su Facebook contro l'amianto

La protesta contro l'amianto approda su Facebook, in uno spazio creato dai cremonesi anti-discarica. I cittadini della provincia in cui la Regione Lombardia ha individuato due siti per lo smaltimento delle fibre velenose (Cappella Cantone e Cingia de' Botti), si sono mobilitati per fermare il progetto. Il tam tam sta gia' correndo sul web, attraverso il social network dove anche gli assessori hanno una loro home page. Tutti partecipano attivamente al dibattito nella bacheca virtuale. Il primo a partire e' stato il gruppo di 'cittadini contro la mega discarica di amianto a Cappella Cantone'. Un successo: da novembre a oggi, il numero di iscritti e' schizzato a 1.270.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Aladdin mette sotto controllo Facebook & Co.

E' annunciata per domani,da Aladdin knowledge Systems,la presentazione della prima soluzione industriale che offre applicazioni di controllo avanzate web 2.0 per i siti di social networking. L’ultimo aggiornamento del programma Aladdin eSafe, dovrebbe consentire alle aziende, non solo di bloccare o autorizzare l’accesso ai social network, ma anche di controllare specifiche funzioni al loro interno.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook in Cina conta solo 300.000 iscritti

E' il fenomeno più cool del momento, conta 175 milioni di utenti e spopola letteralmente sulla Rete. Ma, ironia della sorte, non ha successo in Cina, dove si trova la piu’ grande comunita’ di internauti del mondo, circa 300 milioni. Secondo statistiche non ufficiali, soltanto uno su circa 1.000 naviganti cinesi (in totale, quindi, 300.000) utilizza Facebook, la qual cosa conferma come Internet in Cina segua un suo mondo virtuale, nonostante gli sforzi delle grandi imprese del web a entrare in contatto con questa realta’. E’ gia’ successo in passato: Google, il motore di ricerca piu’ famoso del mondo, viene quotidiamente superato in Cina dal suo rivale locale, Baidu. Come portale di posta e di notizie, Yahoo fronteggia dal canto suo la dura concorrenza di Sina e Sohu mentre la cinese QQ e’ molto piu’ popolare della cliccatissima Messenger di Microsoft.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Gmail risorge, termina il panico

Nessuna motivazione apparente dietro il blocco. Il blog del gruppo non affronta l'argomento almeno fino alla sua risoluzione, così come nessuna spiegazione è al momento stata portata sul blog ufficiale Gmail. Solo nella pagina di supporto è comparsa una breve nota, nella quale sono stati ufficializzati i termini dell'intoppo senza comunque addurre motivazioni chiare al problema. 1.30AM Pacific Time è il momento in cui il down è iniziato. E non è uno stop senza conseguenze: quanti non erano pronti all'emergenza, infatti, si son trovati a dover affrontare una problematica gestione della posta, vedendo tramite l'eventuale notifier l'arrivo delle mail (il traffico della posta non si è mai fermato), ma senza potervi accedere tramite webmail: funzionante il Pop3, fermo il sito web.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook impoverisce il cervello dei bambini

Le attività cognitive dei più giovani rischiano di essere impoverite dall'uso di Facebook e di altri social network molto popolari. Lo ha affermato in un'audizione alla Camera dei Lord un luminare della neuroscienza britannica, Lady Greenfield, professore di farmacologia sinaptica al Lincoln College di Oxford, e direttore del Royal Institution.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook e gli altri: attento al profilo o rischi il lavoro

Ormai dovresti saperlo, le aziende cercano sempre più frequentemente su Internet informazioni su potenziali candidati dipendenti. Se hai mandato un curriculum a una società e stai sperando di esser chiamato, impegna il tempo a tua disposizione per ripulire la tua immagine online.
La tua vita è affacciata on line più di quanto tu possa immaginare: dalle tue utenze sui vari social network Facebook o MySpace si può capire quali passioni coltivi e quali amici frequenti, su Linkedin c'è il tuo passato lavorativo e i collegamenti con relative "raccomandazioni", ma non dimenticare anche i blog personali e gli interventi su quelli altrui.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Gli autoscatti su Facebook delle ragazze per Coed


E’ una campagna organizzata dalle rivista Coed: farsi mandare gli autoscatti delle ragazze. E così molti si iscrivono al gruppo su Facebook della rivista attirando fiumi di visitatori e curiosi sulle sue pagine. Gli scatti, rigorosamente allo specchio, permetteranno di far affluire tanti visitatori ed utenti sia sulla rivista che sul gruppo di Facebook intitolato "Sexy self-Shot MySpace Mirror": foto soft, ma nemmeno troppo, per lanciare la rivista.

E così il magazine invita a mandare le proprie opere ("grazie" sarebbe il termine più appropriato visto il materiale trovato sul gruppo FB) in cambio di un pò di celebrità. E' la duplice faccia del marketing: da una parte la voglia di apparire a tutti i costi e la mania di protagonismo tipica del mondo femminile, dall'altro la curiosità e l'interesse per le curve del mondo maschile. Sono tante le foto che si trovano sul network in blu legate all'iniziativa della rivista Coed. Nel corollario si spiega come esiste una sorta di generazione autoscatto: con internet puoi fare tutto e si può ottenere anche celebrità, basta mettere in bella mostra qualche cm di pelle scoperta per ottenerne in poco tempo... e sul web è la cosa più facile in assoluto!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tutto il mondo usa Linux!

Chiunque faccia ricerca attraverso Google, telefoni, utilizzi infrastrutture per la telecomunicazione, nuovi televisori, nuove macchine digitali, telefoni attraverso cellulari moderni, entri in Facebook, compri un netbook, prelevi attraverso uno sportello ATM, ecc... È difficile pensare che esista qualcuno che non tocchi GNU/Linux ogni giorno, anzi, secondo Zemlin, sarebbe più opportuno chiedersi “chi non è utente GNU/Linux”. Incredibile, ma vero, per Facebook viene utilizzato Big-IP 9.4.6, un sistema embedded ad alta velocità contenente Linux. Per non parlare di YouTube e Google, anche loro a base Linux.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Miss Facebook Carnevale di Sciacca 2009 all’italia del mattino


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 23 febbraio 2009

Il poker su Facebook, gioca a Texas Hold em Poker

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook provoca il cancro

L'allarme arriva dallo psicologo Aric Sigman secondo cui troppo tempo passato su Facebook e MySpace comporterebbe un maggiore rischio di malattie come il cancro e la demenza. Se magari il rischio demenza e relativi disturbi mentali sono sotto l'occhio di tutti e pertanto facilmente prevedibili, visto che il social network per eccellenza, Facebook, viaggia spedito verso i 200.000.000 di iscritti (attivi!), la notizia disarmante è il possibile rischio di tumori, ictus, patologie cardiache e disturbi ormonali cui sarebbero sottoposti gli utenti dei social network.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Super telefonini: tutte le novità dalla fiera di Barcellona

Tra le tendenze che segneranno la storia di questa edizione c'è sicuramente quella delle mutazioni tecnologiche. Non soltanto perché Acer, uno dei più importanti costruttori di pc al mondo, si butta nella grande arena dei cellulari e smartphone (per la verità ci aveva già provato qualche anno fa). Il perché non è difficile da capire, visto che si calcola che al mondo siano in circolazione qualcosa come 4 miliardi di telefonini. E questo spiega anche perché, sui telefonini, puntino con convinzione un po' tutti. Le grandi firme della moda non sono una novità. Ma, ormai, un cellulare non se lo nega più nessuno. Uno degli stand più battuti di Barcellona, infatti era quella della Sagem Wireless, azienda che costruisce cellulari per conto terzi (tra i suoi clienti c'è Piquadro, HelloKitty e Porsche).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

DDL sul testamento biologico: preentati quasi 600 emendamenti

Sono ben 585 gli emendamenti presentati da maggioranza ed opposizione al disegno di legge sul DAT (Dichiarazione Anticipata di Trattamento). Considerando che si tratta di solo una decina di articoli e che nessuno ha deciso di fare ostruzione, la mole è cospicua. Intanto c'è da notare una forte mobilitazione su Facebook ed in generale su Internet. Le manifestazioni contro la stesura di questo disegno di legge aumentano ogni giorno. Ormai appare certo che, a fronte di una approvazione di una legge così malfatta, la mobilitazione per la raccolta firme per avere il referendum appare scontata e con ottimi risultati, a giudicare dalle "bellicose" intenzioni in tal senso di tante persone. Quello che sorprende invece è l'assoluto silenzio della classe politica!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'urlo dei vip su Facebook "Salvate il Gp di Monza"

C’è il pilota della Toyota di Formula Uno, Timo Glock, e il collega nel Gran Turismo Alessandro Balzan. C’è il manager della MotoGp Carlo Pernat e il driver Dindo Capello. Ma ci sono pure la fiorettista Valentina Vezzali, l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini e politici locali di entrambi gli schieramenti come il vicesindaco di An Dario Allevi e Vincenzo Ascrizzi di Rifondazione. Insieme ad altri diecimila (almeno per ora) appassionati e affezionati della Magica Pista, hanno deciso di schierarsi contro il rischio che Roma possa portarsi via la Formula Uno.

Potere della rete e di FACEBOOK che ha "imprigionato" milioni di utenti in tutto il mondo. Per il tam tam è bastato un attimo. Poche settimane e il gruppo "500.000 firme per salvare il Gp di Monza" ha superato i diecimila iscritti e tutti i gruppetti che sono spuntati alla rinfusa nella rete. "Roma sta tentando di scippare il Gran Premio d’Italia a Monza, uno dei più prestigiosi circuiti e appuntamenti motoristici mondiali. Aiutateci a trovare 500.000 adesioni per scrivere al Presidente del Consiglio di non avallare questa folle eventualità", il biglietto da visita del gruppo che vuole essere, nelle intenzioni del fondatore, Alex D’Agosta, vedanese di fresca adozione, un blog democratico dove tutti, monzesi e pure romani, possano dire la loro.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Solidarietà, adottiamo il futuro

L’associazione nolana Quelli dell’83, nell’ambito dei suoi fini istituzionali di solidarietà, lancia la nuova iniziativa “Adottiamo il futuro". E’ un impegno per la lotta alla fame, alle malattie, all’ignoranza, alla schiavitù, alla violenza. Attraverso l’educazione scolastica e dando ad ogni bambino/a la possibilità di crescere fra la sua gente, aiutato dai suoi valori, rompendo così il giogo dell’ignoranza e della povertà che rende schiavi anche nella propria terra. Tutto ciò con un programma di adozioni a distanza. Con un euro al giorno si adotta un bambino della Papua Nuova Guinea nella missione di don Ciro Biondi, sacerdote nolano mandato da Cristo in quelle terre lontane. Con questa piccola somma giornaliera si garantisce lo studio, le spese alimentari e mediche di un bambino che senza il nostro aiuto non avrebbe mai la possibilità di guardare al futuro con speranza. E’ un gesto di pace che si realizza attraverso un atto di giustizia. Don Ciro scrive “Agli uomini e alle donne di buona volontà Dio ha affidato il destino di tutti i suoi figli. A quelli che hanno conosciuto l’amore Dio ha affidato il compito di donare se stessi affinché l’amore cresca e sia la forza motrice dell’universo. A quelli che hanno conosciuto il suo perdono e la ricchezza della sua paternità Dio ha dato la responsabilità di diventare padre e madre, fratello e sorella, amico e amica, figlio e figlia di coloro che hanno il diritto di essere amati per divenire uomini e donne che guardano al futuro con speranza”. Tutte le informazioni sul blog dell’associazione o sulla pagina di FB facebook.com/group.php?gid=48452551327.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La faccia nascosta di Facebook

«I social network hanno architetture volutamente poco sicure e con bassi livelli di privacy, perché il valore è nei dati e dev'essere facile registrarsi. Questo però rende molto semplice il furto di dati o aprire la porta ai predoni dei botnet». Ovvero, ai criminali virtuali che, sfruttando la disattenzione dell'utente, infettano il pc e ne prendono il controllo remoto, senza lasciare tracce. Scopo? «Inviare spam, phishing, usare la memoria per scaricare, ma anche per azioni illegali o carpire password». In fondo, ci sono vittime ben più celebri delle mie. Lo conferma Acquisti: «Durante la campagna elettorale Usa, ci è cascata Sarah Palin: sono entrati nel suo account di posta su Yahoo e hanno pubblicato documenti riservati. FaceBook è un ottimo cavallo di troia per chi ha cattive intenzioni, perché non è sicuro ma gli si attribuisce sicurezza. In realtà, il 30% degli account sono fasulli e c'è un mercato miliardario per i ladri di dati. Più si è famosi e più si è a rischio».

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'Italia di Facebook

Il Portale Ufficiale - Guinness World Italy Italia Facebook INLEF pagina ufficiale sul social network in blu fondato da Mark Zuckerberg ora viaggia tranquillamente sui 200 milioni di utenti attivi

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Le spie nel flusso dei dati in Internet

Forse un giorno non penseremo piu', e sara' la macchina ad agire per noi. Fantascienza? Nient'affatto, secondo il numero uno di Google, Eric Schmidt, che ha recentemente spiegato ai giornalisti come il suo motore di ricerca sara' presto in possesso di una tale mole di informazioni sugli utenti da essere in grado di rispondere da solo alle domande personali che li riguardano -professione ideale, attivita' del tempo libero, ad esempio. Insomma, Google potra' sapere di noi piu' di noi stessi. La cosa e' possibile per la varieta' dei suoi servizi: ricerca di dati, profilo personalizzato, posta elettronica, agenda, notiziari, annunci, carte geografiche. Chi li usa spesso, rivela inconsapevolmente la propria personalita'. Un'altra miniera per i segugi dei dati personali e' rappresentata dalle reti sociali, come Facebook, che ha appena superato i 175 milioni di associati. Sono 175 milioni di persone che svelano la propria vita attraverso foto, commenti, critiche, opinioni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'arte del "tifar contro" spopola su Facebook

Il "GRUPPO DI QUELLI CHE A INTER-MANCHESTER TIFANO MANCHESTER" non sembra proprio aver bisogno di presentazioni, e raduna sotto la stessa bandiera ex rivali storici come milanisti e juventini. Tra chi esagera sperando che "Cristiano Ronaldo faccia 10 goal nella partita di andata contro l'Inter in Champions" e chi vaticina un "11marzo2009 - Inter eliminata dal Manchester United!", una boccata d'aria per i bistrattati nerazzurri la regala il gruppo che invita "tutti a tifare Chelsea" contro la Juventus. Il Manchester non agita però solo i sonni dei nerazzurri, ma risveglia anche i fantasmi di quel drammatico, per i tifosi giallorossi, 10 aprile 2007. Sulla strada della Roma stavolta non ci saranno i Red Devils ma i Gunners. I tifosi della "magggica" ci credono, nonostante il periodo nero per quanto riguarda il capitolo infortuni, e qualcuno riadatta il motto obamiano in un molto più casereccio "Roma-Arsenal: SE PO' FA' ". Romanisti esentati dalle gufate? Neanche per idea, anzi c'è chi pensa che la trasferta londinese possa assumere contorni addirittura più inquietanti della disfatta di Manchester: "ARSENAL-ROMA 7-0".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Studenti picchiati, adesso lo scontro è nella rete

Sono passati pochi giorni dall'aggressione a tre ragazzi di Azione universitaria, ma la tensione è ancora altissima. Dopo la conferenza stampa tenuta dal Popolo della Libertà sabato mattina e la solidarietà espressa da più parti politiche è la rete a raccogliere i commenti dei cittadini bergamaschi. L'imminente inaugurazione della sede di Forza Nuova a Bergamo e la contromanifestazione dei centri sociali non servono a placare gli animi, che, anzi, si stanno infuocando anche con minacce molto pesanti. La scintilla che fa scattare l'orda di commenti è una frase scritta sulla pagina Facebook di Impegno sociale, circolo di Alleanza Nazionale: "Piena solidarietà con Zac attaccato vigliaccamente con spranghe dai compagni. Noi siamo pronti… venite venite".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La battaglia a Risiko tra i social network

Come in una bella partita a Risiko , su questa mappa si può vedere la battaglia mondiale tra i social networks. Le rilevazioni sono fatte solo sul traffico generato rilevato da Alexa e non sul numero di utenti. Come si evince sotto, pare che Facebook stia guadagnando diversi stati ma la conquista del globo è ancora lontana ed alcuni networks locali sembrano non temere per nulla la sfida dei grandi player!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Svelata l'identità del Kunst

Il fenomeno Facebook colpisce ancora! Per giorni il popolo terlizzese del web si è chiesto cosa fosse il misterioso Kunst. Kunst non è solo un gruppo virtuale, è nato prima nella realtà. Facebook ha funzionato da cassa di risonanza.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook party di Cefalù "On the beach"

Sono aperte le iscrizioni al gruppo per l'organizzazione che in estate prenderà via:
IL FACEBOOK PARTY DI CEFALU' & SICILIA denominato "on the beach".

Il link, per aderire ed innescare il passaparola è il seguente : http://www.facebook.com/group.php?gid=50162495897, a breve vi manderemo tutte le info e date sul programma che si svolgerà nella località turistica siciliana. Grazie e a presto faccialibri.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'appello di una madre disperata: "Ridatemi Adham, rapito da papà"

"DA 109 GIORNI non ho notizie di mio figlio": Alessia Ravarotto è una madre disperata, ma che non smette di lottare. Dal 4 novembre 2008 non sa più nulla del piccolo Adham, 3 anni e sei mesi, rapito dall’ex marito egiziano Mohammed Essa. Alessia, 38 anni originaria di Padova, vive da 9 anni a Sharm el Sheik, la più nota località turistica del Mar Rosso. Nel settembre 2001 sposa Mohammed (il matrimonio sarà poi registrato in Italia) e un paio d’anni dopo aprono insieme una attività di videoperatori subacquei. Adham nasce in Italia, il 4 agosto 2005 e ha doppia cittadinanza: italiana ed egiziana.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Chi ha ucciso il vecchio blog?

Blog, addio. La massa nella Rete ti saluta e se ne va, attratta da un altro buco della serratura da cui guardare il reale. Un buco stavolta così ampio che a pensarci bene - ma senza rifletterci troppo - potrebbe far entrare tutto il mondo. Ce ne andiamo da quelle pagine di scrittura fitta fitta, che ora, confrontata con gli stitici commenti e status di Facebook, somiglia in modo preoccupante a un libro travestito da pagina web. Tutto a un tratto, i blog pesano, assorbono energie, richiedono tempo e neuroni. Te li devi cercare, sapere quale url digitare in un mare che è diventato troppo grande e frammentato, mentre Facebook è Uno, è tutto lì e puoi guardare dentro le vite degli altri minuto dopo minuto, proprio come in un reality.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La guerra a colpi di cuscino arriva in Piazza Duomo

Il 7 marzo Piazza Duomo si trasformerà in un campo di battaglia. Alle 15.30 un segnale prestabilito darà inizio allo scontro e chiunque si troverà a tiro sarà travolto a colpi di lattice e piume d'oca. Unica arma concessa: i cuscini. E' una guerra all'insegna della voglia di tornare bambini quella del "pillow fight", che dopo gli appuntamenti di Roma, New York, Milano, Toronto, Buenos Aires e Londra è arrivata fino a Parma grazie al tam tam di Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Faccia da Facebook




Non faccio in tempo a imparà ad usà Myspace che subito mi dicono di farmi Facebook...
Hai visto? Ce sta Cristina su Facebook, quella che alle medie la faceva vedè a tutti... è rimasta 'na troia! Spizzate le foto!
In quattro giorni scopro di avere 462 amici, me chiedo perchè esco ancora con i soliti 4 stronzi...
No, non me lo faccio Facebook... è da sfigati!
Ecco, bravo, allora rimani iscritto su Badoo che sei più figo!
Perchè mi parli sulla chat di Facebook quando stai connesso pure tu su MSN?!?! Lo vedi che sei un cojone?!
Sono costretto ad inventarmi un nick divertente pure per Facebook... non bastava quello di MSN!!!
Mi pubblichi una foto delle elementari in cui faccio schifo e poi mi dici quanto sono tenero: DOVREI VENIRE A PRENDERTI A RANDELLATE SULLE GENGIVE SOTTO CASA!!!
Ti aggiungo come amico ma se t'incontro per strada non ti saluto!
Metti il profilo privato per non far vedere le tue foto ma poi mi acceti l'amicizia... te chiamano VOLPE!!!
Che bello dover perdere 40minuti a rifiutare le richieste di applicazioni e giochi di merda vari!
Vi colga un infarto stanotte, teste di cazzo!
Non capisco perchè mi commentano le foto persone che non c'entrano nulla... se dovrebbero fa' un po' i cazzi loro!!!
Francesca lunedì passa da single a fidanzata, martedì passa da fidanzata a situazione complicata...venerdì sera già me la so' scopata: m'hanno deto che è una fedele!!!
Ormai le e-mail non le controllo più, aspetto che mi arrivino messaggi privati...
Qualcuno mi suggerisce un'amicizia... io je suggerisco d'annà a fanculo!
Ogni giorno mi aggiunge qualche ragazzo! Non ce la faccio più, sono tutti dei maiali!
Non te sei chiesta perchè??? Forse se togli dall'avatar quella foto con le tette di fuori non te se incula più nessuno!
Hai visto le foto di Daniele? Pare che s'è sposato... e sti cazzi non ce li metti?!?!?!
Ancora mi commenti le foto? Non c'hai proprio un cazzo da fa'!
Ammazza che fregna che è diventata Ludovica! Mo' ce provo!
Ecco, allora comprete un biglietto per l'Australia... perchè vive lì da due anni con un indiano!
Non te sei chiesto che se nun ce vedemo da anni non è per mancanza de contatti? Fatte un esame de coscienza!
Mi hanno invitato ad entrare nel gruppo del liceo: non l'hanno capito che a me quella classe faceva schifo?!?!?!
Anche oggi tra Facebook e MSN non ho concluso un cazzo! ... e domani c'ho pure l'esame!
Carina la chat de Facebook... la potevano fa' più piccola!
So 6 mesi che c'ho Facebook e ancora no ho capito l'utilità del SuperWall...
Venerdì sera sono stato invitato a un evento... che peccato! Quel giorno avrò la febbre!
Non ti bastava pubblicare le foto??? Adesso ce metti pure i video su Facebook... fai pena e compassione!!!
Ci vediamo su Facebook stasera? Te ce vedi te e i tre quarti della palazzina tua! Brutta sfigata demmerda!
Sei iscritta su Facebook da 4 anni e ancora non c'hai 'na foto sull'avatar...m'hanno deto che ce capisci de Internet!!!
Vabbè, s'è fatta 'na certa... mi metto a letto, ma tengo il computer acceso: non sia mai me dovesse contattare qualcuno su Facebook!!!
Dedicato a tutti quelli che amano oppure odiano Facebook... Un mondo di pecore!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 22 febbraio 2009

Festival: grande successo anche per Sanremo.it

Grande successo del gruppo facebook 'Gruppo d'Ascolto Festival di Sanremo 2009' e del sito internet Sanremo.it per la previsione dei due vincitori.

Per il gruppo, in una settimana, gli iscritti al gruppo sono stati 124 e 220 messaggi sono registrati in bacheca. Il gruppo ha scelto Arisa come vincitrice, che è stata poi confermata. I visitatori del sito internet Sanremo.it hanno scelto Marco Carta, poi confermato dai dati ufficiali.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook pubblica un numero di cellulare senza permesso

Non si placa il ciclone relativo a diritti e privacy abbattutosi negli ultimi giorni su Facebook: dopo le polemiche sulle nuove Condizioni d’Uso e la marcia indietro fatta nientepopodimenoché da papà Zuckerberg, il social network viene ora accusato di aver pubblicato addirittura un numero di cellulare su un profilo senza che ne venisse data l’autorizzazione.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook Italia Blog

Grazie.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 21 febbraio 2009

Su Facebook arriva pure il digiuno

Facebook ha da poco spento cinque candeline e i numeri che scandiscono la sua crescita assumono sempre più valori esponenziali: le ultime stime fissano in oltre 175 milioni il numero dei suoi aderenti, ma mercoledì prossimo i contatti sul social network che ha visto al luce nel 2004 in un dormitorio di Harvard potrebbero subire negli Usa una vistosa contrazione.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Offese a una compagna su Facebook: 4 studenti sospesi dalla scuola

SONO STATI PUNITI con cinque giorni di sospensione per aver offeso una compagna di classe ‘pubblicando’ pesanti commenti su Facebook. C’è di nuovo il social network più amato dai giovani al centro di un caso che ha violato la privacy di una studentessa in modo pesante: quattro compagni di classe, studenti del liceo scientifico Fanti di Carpi, hanno commentato con parole offensive e volgari l’aspetto fisico di una loro compagna «per farle uno scherzo» e l’hanno esposta alla berlina in modo ingiurioso.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 20 febbraio 2009

Malati su Facebook: per il Garante nessuna violazione specifica

Nessuna violazione specifica da parte dell’azienda sanitaria o della struttura alle normative sulla privacy, anzi, alle Molinette è stata riscontrata una grande attenzione formale al rispetto delle regole. Sono le conclusioni a cui sono giunti gli ispettori del Garante della Privacy, inviati a Torino dopo che un’infermiera aveva pubblicato su internet alcune foto di pazienti scattate al pronto soccorso. A rendere noto l’esito dell’ispezione è stato lo stesso Garante, Franco Pizzetti, intervenuto ad un seminario promosso dall’Università di Torino.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook ora ha un widget per i commenti sui blog

Facebook continua ad aprire la sua piattaforma, ed ora offre un metodo per lasciare dei commenti su siti esterni tramite Facebook Connect. Questo social network un tempo era una gabbia dorata per studenti, ma nell’ultimo periodo ha fatto un passo dopo l’altro per stabilire una presenza internettiana molto diffusa e tentacolare.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Pietro Taricone su Facebook

Ex inquilino della casa del Grande Fratello adesso si dedica al cinema a tempo pieno. Parteciperà ad una commedia sul social network

Uno dei pochi superstiti della prima edizione del Grande Fratello, Pietro Taricone, detto O'Guerriero, non ha perso mai di vista il suo principale obiettivo: fare cinema. Dopo aver speso un bel pò di tempo in lezioni e attività preparatorie ha avuto la sua prima possibilità sul grande schermo con il film di Alessandro Valori. E' stato proprio sul set di Radio West nel 2003 che Taricone ha incontrato la compagna Kasia Smutniak, con la quale ha anche avuto una bambina. Poi però solo un piccolo cameo in Ricordati di me di Gabriele Muccino, nello stesso anno, e nulla più. Il seguito è stato tutto rivolto al piccolo schermo. Pietro Taricone, infatti, ha recitato in diverse serie tv tra cui La nuova Squadra. E' proprio da questa produzione, tutta campana, che l'attore ha deciso però di allontanarsi, pare per delle divergenze d'opinione rispetto al nuovo approccio editoriale deciso dal direttore creativo.

Parteciperà ad una commedia realizzata da 10 giovani registi, che in diversi episodi racconterà le vicende che caratterizzano gli incontri e le attività che si possono tenere sul social network Facebook intitolata Feisbum! ResisteRete e vedrà presenti tra gli altri anche Caterina Guzzanti, Cecilia Dazzi, Giorgio Colangeli e Giulia Bevilacqua. Il film dovrebbe arrivare nelle sale ad Aprile e non sarà l'unica pellicola che tratterà dell’argomento Facebook.

In preparazione anche un film biografico, tutto dedicato alla vita di Mark Zuckerberg, creatore del social network. Prodotto dalla Sony, questo progetto però dovrebbe arrivare nelle sale americane solo nel 2010.

---

Aggiornamento del 28 giugno 2010: ecco l'indirizzo della fan page ufficiale dedicata a Pietro Taricone su Facebook facebook.com/pages/Pietro-Taricone/62551782200. Pietro ha avuto un grave incidente col paracadute a Terni e sta lottando tra la vita e la morte a seguito del trauma subito, delle fratture multiple e dell'emorragia interna riportata. La redazione tutta di Facebook Italia si stringe attorno a lui ed ai suoi familiari: Forza Pietro siamo con te!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'