venerdì 30 gennaio 2009

Facebook sesto sito più visitato in Italia

Facebook è la star del web 2008: con un incremento spaventoso è passato dal 2% degli utenti di internet nel dicembre 2007 a ben il 44% di dicembre 2008. Segno che la rete (ed i tempi) stanno cambiando, e Facebook volenti o nolenti diventerà protagonista anche in Italia dove sembra ancora semi-sconosciuto. Eppure in classifica giunge al sesto posto assoluto, risultato che sarà analizzato dall'azienda Nielsen durante il convegno "Aziende e consumatori: la multicanalità lascia o raddoppia" al Politecnico di Milano.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 29 gennaio 2009

Come recuperare la password di Facebook

Pochi giorni fa ho pubblicato un pezzo interessante su come scoprire la password di Facebook senza installare programmi aggiuntivi ma semplicemente utilizzando il nostro browser preferito, che sia esso Firefox, Safari, Internet Explorer, Opera oppure Chrome: il trucco stava, secondo quanto riportato, nel premere un certo numero di volte il tasto F5 di refresh della pagina web per far comparire in basso per pochi istanti la password della nostra vittima.

Nel giro di pochi giorni sono piovute critiche da più parti anche se era evidente che il "trucco" non funzionava affatto (ed era anche scritto a tergo dell'articolo). Vorrei ricordare a tutti che rubare le password, anche senza accedere o fare danni, è reato punibile con la reclusione detentiva da mesi sei ad anni tre di carcere con ammenda pecunaria a partire da 51 cinquantuno euro a 1032 milletrentadue euro.

All'indirizzo www.poliziadistato.it, nelle sezione servizi online, vi e' una sezione dedicata alle denunce online (da riconfermare in commissariato), ed una sezione dedicata anche solo alle segnalazioni di reato.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Sparita ragazza di 15 anni adescata su

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 28 gennaio 2009

I gruppi di Facebook che non avete avuto mai il coraggio di chiedere!

Questi sono i gruppi di Facebook più strani, belli e divertenti che si possono incontrare sul social network dopo la solita login e che riflettono le passioni, gli interessi comuni degli utenti, ma che spesso svolgono una funzione di utilità sociale (come gruppi di protesta per cause comuni).

Amanti dello schiaffo sul sedere durante la p3corina: è diventato un gruppo cult, tant'è che perfino vostra madre l'ha sentito nominare. E' uno dei gruppi, se non IL gruppo, più celebre di Facebook con oltre 100.000 utenti attivi in Italia (e non solo), e ci si iscrive soprattutto per farsi due risate. Vanta tantissimi tentativi di imitazione (gruppo per lo schiaffo e la tirata di capelli, quello per le ragazze che scalciano durante, ecc...) ed il suo indirizzo è facebook.com/group.php?gid=31471152927.

Depenalizziamo il reato di mastvrbazione dopo solo 3 sgrullate: è il gruppo della rivincita di quelli che amano essere puliti ed asciutti contro la miriade di "sgoccioloni" che ci sono nel mondo. Fateci un salto, se non altro per farvi quattro risate. L'indirizzo, dopo la solita login, è facebook.com/group.php?gid=35083068177.

Come andare a lavorare sui tacchi a spillo e non tornare a casa in barella: questo è di utilità sociale ed è rivolto a tutte le donne (ma non solo!) che necessitano di una immagine "aggressiva" durante le ore lavorative ma rischiano la vita camminando su tacchi da 12 centimetri. L'indirizzo è facebook.com/group.php?gid=30928239173.

Abbandona la PIMPA all'autogrill!: la cagnetta maculata rossa divenuta, col passare degli anni, insopportabile agli occhi delle utenze FB è abbandonabile all'indirizzo facebook.com/group.php?gid=44260647128.

Secondo me Ambrogio se la tr0mbava di brutto la tipa dei Ferrero Rocher: un sospetto che diventa quasi una certezza matematica, a leggere dai numerosi consensi che il gruppo riscuote sul network. L'indirizzo è facebook.com/group.php?gid=33493492539, fateci un salto!

Per quelli che il doppio senso è uno stile di vita...: avete presente la pubblicità di Amica Chips? Beh, sulla pagina del gruppo (facebook.com/group.php?gid=42091081420) campeggia proprio il protagonista della reclame ;)

Noi scout siamo un pò una setta: non sono nè bambini vestiti da cretini nè tantomeno cretini vestiti da bambini. E Facebook è un ottimo luogo dove poter dare sfogo alle proprie discussioni, incontrarsi e magari fare outing. L'indirizzo di questo gruppo che conta oltre 3000 iscritti è facebook.com/group.php?gid=42007529720.

Cancelliamo il ddl Carfagna, abbiamo diritto al puttan tour!!!!: il nome è tutto un programma. Se volete, a vostro rischio e pericolo, fateci un salto: facebook.com/group.php?gid=38640035811.

San Antonio, martire delle Catene del copia incolla e dell'inoltro mail: se siete stanchi dei PowerPoint che promettono una vita migliore, tanti soldi, amore e lavoro (poco ma ben remunerato) che vi arrivano ogni giorno nelle caselle email, allora il gruppo su FB facebook.com/group.php?gid=34165709606 è quello che fa per voi!

E per finire una raccolta in breve di altri gruppi che meritano menzione speciale:

Per la serie contenti loro: Amici del raccordo anulare.
Per la serie occhio di falco: quelli che….la tipa del grande fratello ha le t3tte troooooooppo grosse.
Per la serie Funari non era un coglione: fans panino con la mortazza.
Per la serie “lì dove c’era l’erba ora c’è una città”: il problema è che abbiamo asfaltato i prati e non i preti.
Per la serie separati alla nascita: Ma Pippo Baudo assomiglia a Gargamella???

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Su Facebook si diffonde il tam tam per la richiesta di pene esemplari

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia Blog

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 27 gennaio 2009

Su Facebook primo concorso letterario a premi per San Valentino

Ah, l'amore, questo folle sentimento... è il titolo del primo concorso letterario nazionale lanciato su Facebook per una iniziativa di Dario Flaccovio Editore. Per San Valentino, il vincitore del concorso sarà premiato con 3 romanzi della stessa casa editrice palermitana: "Quello che veramente ami" di Riccardo Arena, "Incontro a Daunanda" di Giancarlo Narciso e "Bambole perdute" di Renzo Saffi. Il concorso prevede l'inserimento di un racconto di 3000 battute nello spazio dell'apposito argomento di discussione creato da Dario Flaccovio nella sua pagina su Facebook, entro il 10 febbraio. Il tema che i partecipanti dovranno affrontare e' l'Amore, un sentimento che non ha colore ne' bandiere ed e' patrimonio dell'umanita'. L'iscrizione e' gratuita.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 26 gennaio 2009

L'appello di Veltroni a Facebook: "Togliete i fan dello stupro di gruppo"

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 25 gennaio 2009

Facebook si schiera col Maestro Pregadio

In rete, e soprattutto su Facebook, c'è stata una vera e propria sollevazione e i fan hanno tentato invano di far reintegrare il maestro Pregadio, vera colonna storica del programma insieme al defunto Corrado, al suo posto. Ma, almeno per il momento, non c'è stato nulla da fare. La Corrida a causa del cambiamento del direttore dell'orchestra, ma anche a causa della pressante offerta di TV satellitari e dello stesso Web, sembra avere registrato un crollo degli ascolti ed il nuovo direttore Vince Tempera non sembra al momento riscuotere lo stesso successo dell'amato Pregadio.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Ergastolo per uxoricida a causa di Facebook

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia (INLEF)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 23 gennaio 2009

Casting su Facebook per Enzo Acri

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Il sindaco di Manfredonia clonato su Facebook

l sindaco di Manfredonia “vittima” della piazza virtuale di Facebook. Sconosciuti hanno infatti inserito on line il profilo di Paolo Campo con varie foto ed un indirizzo di posta elettronica di cui non è titolare. Un vero e proprio furto d'identità, che costituisce reato.


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 22 gennaio 2009

Scoprire la password di Facebook (dedicato a Fabiana)

Oggi mi ha scritto una ragazza chiedendomi se sapevo come recuperare una password visto che non ha più modo di fare login su Facebook senza che le appaia il messaggio di 'password sbagliata'. Tra i vari suggerimenti trovati su Google ho trovato l'articolo qui sotto, ovviamente non funzionante... Ma decisamente divertente ;) Avete qualche suggerimento per Fabiana? Aspettiamo vostri commenti in merito! Ecco l'articolo scritto da Franz del blog That Man Franz.

In questa guida vi mostrerò come scoprire o recuperare la password di Facebook con un metodo semplice ed efficace e senza installare nulla nel proprio Pc. Con questa guida potrete vedere le vostre informazioni o quelle dei vostri amici in modo estremamente veloce. Facebook è uno dei social network meno protetti del mondo in assoluto.

Prima di tutto bisogna recarsi sul sito http://www.facebook.com/ e registrare un account con un nome a vostro piacimento. Avete capito bene, dovrete fornire dati di login a Facebook più possibile verosimili.

Dopo di che chiedete l'amicizia alla persona alla quale volete scoprire la password, nel caso aveste dimenticato la vostra chiedete l'amicizia a voi stessi. Adesso bisogna solo premere 7 volte il tasto F5. Vedrete così aggiornarsi sette volte la pagina. Il trucco è tutto qua, dato che alla settima pressione dell'F5 apparirà in basso per alcuni istanti la password in chiaro. Tale parola chiave resta purtroppo visibile per circa 1 secondo o anche meno nei computer più veloci, quindi se non riuscite a vederla al momento potete ripetere l'operazione.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Voglia di giustizia su Facebook

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

I tifosi rossoblù invadono Facebook

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 21 gennaio 2009

L'APR 1PLACE di Bergamo sbarca su Facebook

1PLACE lancia una nuova iniziativa invitando tutti ad unirsi alla "1Community" di Facebook, un'occasione unica per essere sempre in contatto e per essere informati sulle ultime novità dell'APR e del mondo Apple in generale. Diversi utenti hanno già aggiunto "Oneplace Onecommunity" agli amici di Facebook, scoprendo gli album fotografici di 1PLACE, partecipando alle discussioni relative al mondo Apple e iscrivendosi ai numerosi eventi proposti.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Ciccio Graziani re di Facebook

Ciccio Graziani al Mantova? Tutto può essere... Se poi ci mette lo zampino Facebook con un gruppo che conta già 676 adesioni in poche ore dalla sua apertura, allora l'affare è quasi sicuro. Così si presenta il gruppo in questione: "Questo è il gruppo di tutti coloro che pensano e non hanno il coraggio di ammettere che con Graziani c'era più divertimento e cuore biancorosso! Adesso siamo stufi di calciatori che non onorano i colori biancorossi! Vogliamo giocatori la cui maglia sia pregna di sudore al termine di ogni incontro! Vogliamo gente che lotti, corra e non molli mai, fino al 96esimo minuto di ogni maledetta partita! Ciccio è il miglior cannoniere "all time" del Mantova, è integro fisicamente, garantisce 10/15 gol a stagione, è biancorosso nell'anima e ama alla follia la nostra città! Perchè vogliamo tornare a cantare a squarciagola: Ciccio Cicciooooooo! Ciccio Cicciooooo!!!". Cercatelo sulla barra superiore di Facebook per le ricerche ed iscrivetevi numerosi!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tutti pazzi per Michelle su Facebook

Dopo il giuramento di Obama alla Casa Bianca - evento mediatico dell'anno - oggi su Facebook i commenti alla serata sono milioni: si parla dall'esitazione di Barack Obama durante il giuramento ma soprattutto del bacio dato a Michelle mentre erano sulla pista da ballo. La nuova first lady Michelle Obama a cui sono dedicati oltre 500 gruppi di discussione è diventata la regina del web. Si va da quello istituzionale con più di 258.000 iscritti pieno di messaggi di congratulazioni a quello aperto dal gruppo "Tall women for Michelle Obama" che vede in lei un modello di donna a cui ispirarsi.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

I gruppi Pro e Contro la balconata di Cristina Del Basso

Se siete iscritti a Facebook potrete notare che digitando il nome della concorrente del Grande Fratello 9 Cristina Del Basso, escono oltre 150 risultati in tutto, alcuni a favore del suo seno altri decisamente contro. Ecco i più strani in assoluto:

- Cristina Del Basso arifatte pure er cervello che le zinne so venute bene!!
- W le te**e di Cristina Del Basso del GF 9
- Che te**e ha Cristina Del Basso?
- Qnd le vedo nn capisco + un casso W le te**e di Cristina Del Basso
- Alle te**e grosse di Cristina del Basso la concorrente del grande fratello 9 - Cristina Del Basso…dalla 4a alla 6a…Non solo in autostrada!!!
- Quelli che sono impazziti quando hanno visto Cristina Del Basso (GF9)
- Vogliamo toccare le te**e di Cristina Del Basso del Grande Fratello
- Secondo me per le te**e di Cristina Del Basso serve il porto d’armi…
- aboliamo Cristina del Basso e le sue enormi mongolfiere dalla tv
- Cristina Del Basso - Miss Oca 2009 al Grande Fratello 9
- Anche io credo che Cristina del Basso del GF9 abbia 2 grandi………occhi
- Odio il Grande Fratello ma amo le te**e di Cristina Del Basso
- Noi che guardiamo il GF solo per Cristina del Basso!!
- Chi pensa che Cristina del Basso del GF sia un oscenità
- Diciamo NO a Cristina Del Basso, la “Maggiorata” del Grande Fratello 2009

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 18 gennaio 2009

Facebook a Tatami su Raitre

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 17 gennaio 2009

Lory Del Santo assediata dai ventenni su Facebook

Boom su Facebook per Lory Del Santo: la soubrette oggi 50enne sembra ancora più apprezzata ora che ha qualche ruga (opportunamente corretta da "punturine") rispetto a qualche anno fà. Il segreto? Fare un pò di sport, tutti i giorni, soprattutto jogging, utile per conoscere gente nuova con la stessa passione e mettersi un pò in mostra. Su Facebook, in solo un mese dall'iscrizione di Lory Del Santo, già ha raccolto oltre 600 amicizie e perfino i ragazzi le scrivono che è ancora bellissima nonostante l'età... Incredibile? Secondo lei, molto è dovuto al non uso di creme e saponi, solo acqua: mahhhh!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

I disservizi di Poste Italiane viaggiano su Facebook

Il popolo degli scontenti di Poste Italiane ha allargato la sua protesta alla rete e su Facebook si è costituito il gruppo "Vergogna Poste Italiane a Capri" quasi una nemesi digitale visto che l'azienda (pubblica o privata?) guidata da Massimo Sarmi censura Facebook infatti Poste Italiane nega l'accesso al network. L'Ad di Poste, SarmiDalla rete sono partite una raffica di segnalazioni alla Polizia per i continui disservizi che si stanno verificando alle Poste di Capri. C'e' carenza di portalettere e molte zone sono scoperte, gli utenti sono in agitazione e si sono quindi coalizzati su Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Usa rapper Lil Wayne dal vivo su Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Su Facebook nasce il gruppo Rivogliamo il nostro DS Foschi

I tifosi rosanero rimpiangono Rino Foschi, direttore sportivo del Palermo dal 2002 fino al giugno 2008, al quale è subentrato Walter Sabatini dalla scorsa estate. I fans del Palermo, per manifestare il loro dissenso nei confronti del direttore sportivo Sabatini, ne stanno inventando di tutti i tipi, coinvolgendo anche il famoso social network, Facebook, dove è nato il gruppo "RIVOGLIAMO IL NOSTRO DS FOSCHI…". All’interno della pagina, Natale Di Liberto, fondatore del gruppo, ha inserito tre righe d’introduzione allo stesso: “DEDICATO A TUTTI COLORO CHE HANNO APPREZZATO IL LAVORO DI QUEST’UOMO,CHE VERAMENTE AMA PALERMO E SAREBBE STRAFELICE DI TORNARCI..TI RIVOGLIAMO CON NOI RINO..GRANDE DS E GRANDE UOMO…”.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 15 gennaio 2009

Cristina Del Basso conquista l'Italia e YouTube

Cristina Del Basso, tre giorni nella casa del Grande Fratello, è già un fenomeno del web, Facebook in particolare: sono più di centocinquanta (!) i gruppi e pagine aperti a supporto della concorrente del GF. 'Risparmiamo l'acqua, facciamo la doccia con Cristina Del Basso', 'Scommetto di poter trovare 500.000 persone che amano Cristina', 'Quelli che aspettano l'esplosione del reggiseno di Cristina Del Basso', 'Cristina Del Basso dalla quarta alla sesta... non solo in autostrada', 'Noi che guardiamo il Gf per Cristina', solo per citarne alcuni. Altri addirittura azzardano di più: 'Cristina Del Basso Velina' e, proprio a voler esagerare, 'Cristina Del Basso presidente della Repubblica'.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 14 gennaio 2009

Cristina Del Basso su Facebook

Meno di 24 ore e scatta il primo bacio appassionato tra i ragazzi del Grande Fratello 9: protagonisti, manco a farlo apposta, Cristina Del Basso e lo "sciupafemmine" napoletano Gianluca. Si, proprio lui che aveva dichiarato amore nientemeno che ad Alessia Marcuzzi, conduttrice del reality di Canale 5, poco prima di entrare nella casa del GF, in due giorni è riuscito a catturare la Del Basso con un lungo appassionato bacio. Intanto sul web Cristina raccoglie consensi come se piovesse: sono decine le pagine a lei intestate sul social MySpace, tantissimi video su YouTube che la ritraggono in ogni momento della giornata, per non parlare degli articoli sui blog e siti web. Su Facebook italiano, la pagina con la scheda ufficiale di Cristina Del Basso risulta la più clickata in assoluto. Non elenchiamo i gruppi e le pagine aperte in queste ore per la 21enne studentessa di Como, che sfiorano in alcuni casi i 10.000 Mi Piace: insomma, un successo mediatico che di sicuro avrà risvolti positivi nella carriera della ragazza!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Ladro preso su Facebook in Nuova Zelanda

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook si mobilita per il Medio Oriente

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 13 gennaio 2009

Su Facebook il gruppo "Dio esiste"

Non è la polemica si spense dopo che, anche in Italia, è arrivata la "sfida atea". Dopo la Spagna a Genova, l'Unione di Atei Agnostici Razionalisti ha lanciato la sua campagna per affermare la non esistenza della campagna Dio che, materialmente, viene condotta utilizzando il trasporto spazi pubblicitari.
"L'obiettivo è quello di Bagnasco" "Il motivo dichiarato è quello di colpire il cardinale Angelo Bagnasco, reo di essere presidente dei vescovi italiani, e attraverso di lui la Chiesa italiana, colpevoli di esistere." Il servizio di informazione religiosa scrive, commentando l'annuncio a febbraio che circolano in bus Genova con le parole "Dio non esiste, non ne hai bisogno". "Forse - Mark Genovese ha detto il teologo Doldi - gli organizzatori non hanno tenuto conto del fatto che le preoccupazioni messaggio: ebrei, cristiani e musulmani non hanno tenuto conto del fatto che ciò che pensano della cultura - deridere chi crede in Dio - non è la ragione. di grande sofferenza per queste persone ed è ostacolo all'integrazione dei popoli. " INLEF

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook e l'illusione della privacy

In un recente studio, i ricercatori di Google sottolineano come gli utenti percepiscono i livelli di privacy molto più alti rispetto a quelli realmente offerti dai social network. Questa condizione espone un'esposizione anormale dei dati riservati INLEF social network aiutano a creare una percezione sbagliata della privacy degli utenti. Non sembrano avere molti dubbi circa i ricercatori di Google, Monica Chew, Dirk Balfanz e Ben Laurie, che ha recentemente condotto un sondaggio [pdf] in materia di privacy sollevate dall'utilizzo di nuovi portali sociali online. Siti come Facebook e MySpace esporre una ricchezza di informazioni sugli utenti privati, convinto invece di avere il massimo controllo sulla diffusione delle loro informazioni in Rete
Secondo i ricercatori di Google, la difficoltà di gestire l'aggiornamento della rete delle attività online relative al vostro account potrebbe comportare un certo rischio per la privacy. Le ultime informazioni sulle azioni svolte nel social network in genere vengono condivisi automaticamente con i tuoi contatti. Gli utenti meno esperti spesso non hanno una piena consapevolezza sul principio di funzionamento di questi meccanismi, in quanto non sappiamo con precisione il pool di utenti che possono accedere alle informazioni sulle loro attività online.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 11 gennaio 2009

Su Facebook il boom degli ammiratori della Strage di Erba

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

sabato 10 gennaio 2009

E' Facebook-mania

La personalizzazione rende Internet più "friendly" alle masse, ma è possibile continuare ad assistere dal vivo senza il social networking? Ok, io non sono su Facebook. Sono circondata da colleghi fieri dei loro contatti sul Faccialibro, e forse per questo sono troppo dall'inserirmi: non voglio farmi degli amici che non è proprio il mio amico. Anche se in realtà, attraverso parenti e amici che sono su Facebook, ho trovato vecchi amici che ho effettivamente stato contento di trovare ... E poi c'è il lavoro che faccio: temo che prima o poi ci farò una capatina, perché sembra difficile occuparsi di Internet senza essere anche lì. Prima era obbligatorio avere una home page personale per comparire nei motori di ricerca, poi un blog, poi c'è stata la moda in Second Life (per fortuna mai davvero decollato a questi livelli), e ora se non sei su Facebook sembra ti perdi qualcosa sul Web e garantire che ci sono molti altri, ai social network. Io ho partecipato in forma anonima un 'po' diverso per conoscere i meccanismi. Ma finora ho guardato dall'entrarci bene con la mia identità. Eppure oggi anche l'agenzia di stampa Ansa scrive che - gruppi che lodano a Riina ee, viceversa, anti-mafia con la solidarietà allo scrittore Saviano - il fenomeno Facebook è sempre più legata alla corrente e coinvolge sempre più le esperienze dei membri. E un numero crescente di social network, che ha ormai raggiunto 140 milioni di utenti in tutto il mondo (solo in Italia negli ultimi cinque mesi è passato da 572 mila utenti a quasi 5 milioni, 763%), spingono le grandi aziende a modulare la loro offerta su un modello di Internet personale, cioè utente più su misura. E in questo spirito, i siti principali stanno già attrezzando. INLEF Microsoft ha preparato una nuova versione di Windows Live, (oltre 460 milioni di utenti in tutto il mondo) attraverso un accordo con i leader del settore come Wordpress, Linkedin, Twitter e Facebook gli utenti possono integrare le attività che hanno su questi siti direttamente su Windows Live. Yahoo! si sta muovendo nella stessa direzione, una delle destinazioni web più trafficati al mondo (oltre mezzo miliardo di utenti): con la riprogettazione del sito avrà a portata di mano e in un area ('My Application') più informazioni allineate preferenze degli utenti, comprese quelle riguardo la stampa e la finanza. E nella direzione di una sempre maggiore personalizzazione dell'esperienza di navigazione si sposta web che Google prevede inoltre di ampliare il servizio Geo e Street View. Mentre il computer-Mobile si sta concentrando Nokia, primo produttore al mondo di telefoni cellulari ha cominciato a diventare società Internet sempre più, con oltre 1 miliardo di utenti potenziali. Quindi, lo faccio, vado su Facebook oppure posso stare lontano?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Fioccano le polemiche su Facebook dopo la neve a Milano

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 9 gennaio 2009

Record di iscritti e nuove grane legali per Facebook

Secondo gli analisti di prestare più attenzione, il 2009 è l'anno che costringerà la questione della gestione delle identità online. Tra walled garden, passaporti per l'esportazione pilotata dei propri dati ei meta-social network emergenti, la situazione è confusa a dir poco. Ma pronta ad esplodere in qualsiasi momento, come ci mostra l'azione legale intentata da Facebook contro Power.com, un social network inter / brasiliano che permette di accedere e gestire più profili di social networking in un unico luogo. La crescente popolarità del servizio (5 milioni di membri) ha fatto arrabbiare il social network di Mark Zuckerberg, dopo una serie di negoziati falliti, ha deciso di citare in giudizio i responsabili del sito brasiliano per violazione del copyright (in quanto Power.com non utilizza le API di Facebook Connect , ma un InterConnect propria sociale). INLEF da un punto di vista legale, Facebook sembra avere tutte le ragioni (i termini di servizio sono chiare: tutte le risorse pubblicate vengono trasferite a Facebook), ma da un punto di vista etico, come la colpa Power.com? Dopo tutto - si difende - si tratta di consumatori che concenderci username e password del vostro profilo su Facebook, perché impediscono l'accesso ai loro dati come meglio credono? Tuttavia, secondo TechCrunch, sembra che le due parti sono ormai vicini a un accordo.

Nel frattempo, il blog ufficiale di Facebook Mark Zuckerberg conferma il momento d'oro della sua creazione: 2008 si è chiuso toccando quota 150 milioni di abbonati (50 milioni in più rispetto allo scorso agosto), l'espansione prosegue a pieno ritmo soprattutto all 'estero (Russia, Giappone , Nigeria), confermando la natura globale del fenomeno Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

giovedì 8 gennaio 2009

Su Facebook una strada intitolata al bidello Magnotta

Denominazione di una via o una piazza dell'Aquila a Mario Magnotta, il bidello più famoso d'Italia, è morto alcuni giorni fa a 66 anni, resa famosa da "lavatrice" telefono scherzo di cui la vittima era negli anni '80 nella capitale d'Abruzzo: e 'quanto richiede il gruppo nato in un altro sito di social networking Facebook, con un'iniziativa che ha già raccolto oltre duemila adesioni via INLEF.
Nel 1986 alcuni festaioli, l'allora custode tormentati da ripetute telefonate (registrate e ora disponibili sul sito www.magnotta.it) durante i quali fingevano di essere il direttore di un produttore milanese di elettrodomestici e il proprietario di un negozio di Aquila, che cerca di "FOB off" una nuova lavatrice di Magnotta, in sostituzione di un vecchio, sfoggiando un contratto di manutenzione falso e improbabile. Un crescendo rossiniano, che la preoccupazione iniziale e cortesia, Magnotta ha guidato nella telefonata quarto ed ultimo, un'esplosione di rabbia ("perché voglio tenere buoni esponenti questa macchina?"), Così totale da spingerlo alla minaccia e disperazione, nonostante la crudeltà della situazione, il più divertente: "mi iscrivo ai terroristi!", il tutto condito da insulti irripetibili.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook all'ospedale, gli infermieri saranno sospesi

Sospensione dal servizio per chi ha messo su Facebook le immagini scattate al pronto soccorso delle Molinette. L'orientamento è verso un provvedimento esemplare per le 3 infermiere del principale ospedale piemontese finite sotto inchiesta, al momento deferite alla Commissione Disciplina. Le segnalazioni e le sanzioni potrebbero non fermarsi a loro: se è vero che in nessuna immagine in rete (tranne una) compare il volto dei pazienti, è anche vero che è visibilissimo il viso di molti tra medici e infermieri ripresi a sorpresa mentre lavoravano in pronto soccorso. Medici e infermieri che non hanno gradito l’esser finiti a loro insaputa su Facebook. E adesso minacciano denunce per la violazione della loro privacy.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook in corsia a rischio la privacy: alle Molinette c'è chi mette un ubriaco alla berlina

Facebook si aggiorna anche: "Io sono un infermiere al pronto soccorso del St. Paul di Bari e avrei bisogno di notizie e di statuto in materia di vigilanza OBI", scrive Francesco Morisco colleghi di Torino. Ci sono pillole di saggezza umoristica: "La nuova mensa - commenta Enrica Borla - hanno messo la televisione: trasmissione all'ora di pranzo" La prova del cuoco. "Ma mangiare guardando una trasmissione che tratta di cibo, è come fare l'amore la visione di film porno? Petizione di principio proletaria stessa." Roberto Cuna ha già convocato la prima riunione della salute di Torino Facebook Venaria, Teatro della Concordia, il 24 gennaio ufficiosamente. Fb drogati. Ma come tutti "drogato" la minaccia overdose è dietro l'angolo. Così accade per catturare una pausa e due colleghi hanno pubblicato le loro foto senza rendersi conto che fumano all'interno dell'ospedale e il rischio azione disciplinare. O agire in ambulanza, "118" Capodanno per aiutare un ubriaco, finché qualcuno descrive l'azione on-line di colleghi che "dopo essere stato chiamato da un gruppo di ciucchi ... hanno picchiato contro la macchina e gli ubriachi sono anche messo la loro le mani sul ... FINE MEGARISSA dell'anno! ah ah ah. "Questo rapporto è vero, amici di Facebook. Praticamente tutti d'accordo, negli ospedali di Torino: "Facebook non deve essere oscurato". E qualcuno parla già di una petizione contro la persona che ha fatto o farà "Censura"., Peccato che quella scritta sul ventre dell '"arma ciucco perso' contro.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

mercoledì 7 gennaio 2009

AN crea gruppo su Facebook per mandare il sindaco a spalare la neve

E' stato creato da poche ore e ha già 205 iscritti, uno degli ultimi gruppi di attualità di Facebook, nato sulla scia del maltempo che impervesa da ieri su Torino e si chiama "Mandiamo il sindaco Chiamparino a spalare la neve". A fondarlo e' il parlamentare di AN e suo segretario provinciale Agostino Ghiglia che ha avuto l'idea di utilizzare il social network più famoso del momento dopo aver ricevuto decine di mail e sms da parte dei cittadini che si sono svegliati in una città paralizzata nonostante l'allerta meteo sia stata annunciata da giorni. Secondo Ghiglia il servizio antineve di Torino si è rivelato un fallimento disastroso dalla periferia al centro: hanno millantato alcune centinaia di spalatori forse buoni per le Maldive ma non certo per una citta' del nord Italia di 900 mila abitanti e con un allarme meteo ampiamente previsto e dopo il fallimento odierno del piano antineve riteniamo indispensabile la rimozione dei vertici di Amit e gtt e dell'assessore (in)competente.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook, rubata l'identità a un professore di Trento: denunciato l'accaduto, il profilo viene cancellato dal social network

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook Italia

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

martedì 6 gennaio 2009

Facebook, spopolano i Riina e Provenzano fan club. Ma è censura sui décolleté

Sì alle fotografie che mostrano l’allattamento dei bambini, ma soltanto se il seno non è interamente visibile: è la scelta di Facebook, il social network che nel 2007 ha espulso una madre, Kelli Roman, per aver pubblicato la sua immagine durante una poppata del figlio. La risposta è arrivata, ma dopo mesi di protesta e la nascita di un gruppo, Hey Facebook, breastfeeding is not obscene. L'allattamento è un atto naturale e bellissimo - ha spiegato il portavoce di Facebook Barry Schnitt al New York Times - ma le foto "fully exposed" violano i termini del contratto di utilizzo e possono essere rimosse dal network. Da notare come gli utenti di Facebook possono segnalare gruppi e pagine offensive facendo click su un apposito link posto in basso a sinistra su ogni pagina e, nel caso di segnalazioni ripetute, le stesse possono essere chiuse da un particolare staff tecnico addetto al controllo.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

lunedì 5 gennaio 2009

Su Facebook tanti personaggi famosi bersaglio di cattiverie e sbeffeggi

Vip e Facebook, la vita si fa sempre più dura: al vertice delle antipatie sociali troviamo nientemeno che Gigi D’Alessio, preso di mira dal gruppo su FB Aboliamo Gigi D’Alessio da questo mondo, divenuto dall'alto dei suoi 130.000 iscritti un vero cult. Stessa sorte per la compagna storica Anna Tatangelo, giudicata antipatica da mezzo social network o giù di li...
Segue a ruota Flavia Vento, che potrà contare su ben 30.000 donatori di neuroni (facebook.com/group.php?gid=29045029121) che spiegano così il perchè: "Considerato che ogni essere umano ne ha in media una ventina di milioni, non sarebbe una perdita consistente per i donatori ma aiuterebbe la povera Flavia ad avere un QI superiore alla temperatura media della Groenlandia". Non se la passa meglio Mara Carfagna, che è divenuta suo malgrado l'obiettivo finale di un dizionario nuovissimo: il gruppo Fare diventare “carfagna” una parolaccia arriva a quasi 10.000 iscritti, c'è di che preoccuparsi. Infine ecco i Nemici di Maria De Filippi, che vorrebbero un bel meteorite apocalittico sullo studio di Uomini e Donne...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

domenica 4 gennaio 2009

I personaggi famosi su Facebook

Facebook alla data odierna conta oltre 100.000.000 account in tutto il mondo e si è imposto come il sito di social networking più grande in assoluto, eclissando MySpace e distanziando anche siti di media e video sharing. La Facebook-mania è scoppiata anche Italia e sono moltissime le persone che aprono un profilo sul network americano per rimanere in contatto con i propri amici o trovarne di nuovi... e soprattutto farsi gli affari degli altri perchè, inutile negarlo, su Facebook una volta che stringi amicizia, leggi tutto di tutti con buona pace della privacy.

Su Facebook non mancano i burloni e i guastafeste: non sono pochi, infatti, i falsi profili, i cosiddetti fake, che sfruttano soprattutto i nomi dei personaggi famosi. E non sono pochi coloro che si ritrovano a chiedere amicizia al VIP di turno. Peccato, però, che spesso dietro quel nome famoso vi sia un utente comune, che si è divertito a fare uno scherzo. È capitato di recente anche a Bruno Vespa, il noto giornalista RAI. Qualcuno ha aperto un account con il suo nome e cognome e molti hanno abboccato. Persino la presidente della Regione Piemonte si è ritrovata una richiesta di amicizia da parte di un falso Bruno Vespa. E così la notizia è finita sui giornali. Il fenomeno dei fake, molto diffuso in America, sembra aver preso piede anche da noi in Italia e le ultime ricerche della CloudMark denunciano come tra il 20% ed il 40% dei profili sia falso. Insomma, prima di dichiarare al mondo che siete tra gli amici del Papa o di Berlusconi, sinceratevi che non sia un profilo falso ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

venerdì 2 gennaio 2009

La censura di Facebook scatena le mamme

Con le nuove regole della politica di Facebook, è l'inclusione di immagini proibite di allattamento al seno. E 'per questo che non mi piacciono le molte mamme che frequentano Facebook, cioè la censura qualcosa di così bello e naturale come l'allattamento al seno un bambino. La protesta nasce a Palo Alto (California), è andato avanti per mesi, perché Facebook-INLEF è categoricamente vietata anche l'esposizione innocente di parti del corpo in immagini e video pubblicati. Questo ha dato luogo a gruppi di protesta su Facebook ed è stata pubblicata una lettera nella rete che supporta diversi punti a favore dell'allattamento al seno. Il punto principale che non si basa sulla morbilità dell'allattare legge. Anche il fatto gruppi scatenanto il "Hey Facebook, l'allattamento al seno non è osceno" ha già oltre 80 mila abbonati.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Berlusconi vince la sfida anche su Facebook

post modificato per ragioni di copyright - Silvio Berlusconi trionfa su Facebook: è lui in assoluto il politico italiano più seguito, anche se tra i primi a sbarcare sul social network ed intravederne le potenzialità è stato Walter Veltroni, sul libro delle Facce "INLEF". Siamo a oltre 40mila contro i 17.678. Al secondo posto si è piazzato il ministro Renato Brunetta che, con quasi 26mila fans, è vicino al testa a testa con Umberto Bossi a oltre 25mila sostenitori. Mariastella Gelmini resta fuori dal podio, ma è in ascesa con oltre 23mila amici, quinto Veltroni, poi Fini e Renato Soru con oltre 8mila fans. Di Pietro resta all'ottavo posto, mentre "Don" Ignazio La Russa è nono con 8.376 fans. Decimo Giulio Tremonti, 6.115 fans. Delude Pannella, a soli 1600 Mi Piace.



Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Statistiche

Oggi 2 gennaio 2009 le persone italiane presenti sul social network Facebook sono 5.578.880! Quasi il 10% della popolazione italiana è su Facebook!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook censura le foto delle mamme che allattano

post modificato - Il sito rimuove le immagini ritenute esplicite, proteste e sit in delle donne e mamme in tutto il mondo. Facebook, il padre di tutte le reti sociali su Internet, il sito che fa trovare compagni di scuola, amici, nemici, amanti, ex, sta togliendo dalle pagine dei loro iscritti alcune foto ritenute «oscene»: madri che allattano neonati. «Violano le condizioni di Facebook sul divieto di pubblicazione di materiale osceno, pornografico, sessualmente esplicito", ha detto Barry Schnitt, portavoce di Facebook. Ma le mamme censurate orrore e piangere il mondo si stanno mobilitando per protestare. Capo della rivolta del popolo è Kelli Roman, 23 anni californiano anni. Era uno dei primi a subire la cancellazione della foto che è stata ritratta mentre allattava il suo bambino, circa un anno fa, quando la sua pagina su FB non ha più trovato. Abbiamo chiesto una spiegazione, la risposta è stata: 'Le immagini sono contrarie alla nostra politica. "E 'stato sufficiente per scatenare la giovane mamma che subito ha lanciato una petizione sul sito ufficiale:" Hey Facebook, l'allattamento al seno non è osceno! '. Un fiume in piena: oltre 105 mila persone hanno firmato e protestato contro la censura. Non solo. Il 27 dicembre abbiamo trovato online per una manifestazione virtuale: in 11.000 hanno cambiato il loro profilo aggiungendo foto mentre allattano al seno, uno o più figli. E allo stesso tempo, coloro che hanno raggiunto la sede Palo Alto di Facebook, l'allattamento al seno per una massa al di fuori della sede. In queste stesse ore, tante immagini "oscene", ma scomparso dal sito. Così arrabbiatissime mamme hanno aperto un sito web dove è possibile pubblicare tutte le foto censurate. Aumenta di ora in ora.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook va in digitale

post modificato rispetto l'originale - il primo book che ha voluto analizzare uno dei fenomeni più interessanti e popolari della rete odierna, Facebook, analizzandone particolarità e caratteristiche: una comunità online che ha fatto scoprire il social network a chi ancora non lo conosceva, ma anche una idea imprenditoriale ed un modo di gestire le relazioni tra le persone totalmente nuova.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'